Archivio Depositphotos
ULTIME NOTIZIE Svizzera
FOTO
CANTONE / SVIZZERA
3 ore
Tra lo smartphone e una maxi grattugia, i ticinesi del Flugtag
L'evento Red Bull ha avuto luogo oggi a Losanna. Quaranta i gruppi che hanno partecipato, nessuno ha raggiunto il record
SAN GALLO
8 ore
Fugge dalla polizia perché senza patente. Ma gli va male
Un 24enne alla guida del suo furgone si è sottratto venerdì scorso a un controllo ad Altstätten.
SAN GALLO
8 ore
Il malore, lo schianto e la morte sull'A3
È morto sul posto il 78enne belga protagonista dell'incidente avvenuto nel pomeriggio a Berschis.
FOTO
SVIZZERA
10 ore
Un dialogo tra campagna e città
Le aziende agricole elvetiche hanno accolto oggi numerosi visitatori per presentare la loro attività
SONDAGGIO
SVIZZERA
11 ore
I non vaccinati in attesa di Johnson & Johnson
La Confederazione sta negoziando l'acquisto di dosi. Nel frattempo cittadini impazienti contattano Swissmedic
SOLETTA
12 ore
Auto senza targa sull'A1, la polizia la insegue senza successo
Il veicolo, rubato a Zurigo, è stato successivamente ritrovato in un parcheggio a Derendingen.
SCIAFFUSA
13 ore
«Nulla a che fare con l'incidente a Paradies»
I sommozzatori della polizia erano impegnati nella ricerca dei due nuotatori scomparsi, quando hanno rinvenuto un corpo.
BERNA
13 ore
Due ragazzine investite da un'auto
Una 13enne e una 15enne sono rimaste coinvolte in un incidente la scorsa notte a Meinisberg.
SVIZZERA
14 ore
In limousine dall'amante
Il Ministro nell'occhio del ciclone per aver utilizzato l'automobile di rappresentanza per un viaggio privato.
SVIZZERA
19.05.2021 - 15:560
Aggiornamento : 17:50

Gli svizzeri bevono molto

È quanto emerge da un confronto tra 52 paesi. E la pandemia potrebbe peggiorare la situazione

PARIGI/BERNA (ATS) - - Il consumo di alcol degli svizzeri è superiore alla media e il 4,3% degli adulti ha sviluppato una dipendenza. È quanto emerge dall'ultimo studio dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE), secondo cui inoltre la pandemia potrebbe cambiare le abitudini di molte persone riguardo al bere.

Stando al rapporto dell'organo con sede a Parigi divulgato oggi, la Svizzera ha un tasso di consumo di alcolici più elevato della media dei 52 Paesi considerati, fra i quali ci sono Stati membri dell'OCSE, dell'Ue e del G20.

La graduatoria è guidata dalla Repubblica Ceca, mentre nella Confederazione si bevono 11,5 litri di alcol puro a testa ogni anno, il che corrisponde a 2,4 bottiglie di vino o a 4,4 litri di birra pro capite per settimana, tenendo conto delle persone dai 15 anni. Un buon terzo degli adulti (35,6%) beve in modo abbondante almeno una volta al mese, ovvero più dell'80% di una bottiglia di vino o un litro e mezzo di birra.

Lo studio riferisce inoltre che il 4,3% degli svizzeri è dipendente dall'alcol. Tale consumo eccessivo è uno dei principali fattori di rischio che può portare a una morte prematura, così come provocare diverse patologie fra cui cancro e cirrosi epatica.

E dopo la pandemia... - Su scala globale, l'esperienza delle passate crisi per l'OCSE suggerisce che a medio termine potrebbe esserci un aumento del consumo problematico di alcol. Ciò è infatti abbastanza comune dopo eventi traumatici e per ridurre lo stress. E il Covid-19, avverte l'organizzazione guidata dal messicano Angel Gurria, ha senza dubbio scosso persone e comunità di tutto il mondo, gettando le basi per future ripercussioni fisiche e psicologiche.

Per gli esperti «la pandemia ha anche evidenziato i problemi associati al consumo nocivo di alcol, in particolare in ambito famigliare». Nel complesso, buona parte delle persone non ha cambiato la quantità ingurgitata, ma tra coloro che lo hanno fatto la maggioranza l'ha incrementata. Bere è anche diventato un vizio più frequente.

A rigor di logica il coronavirus ha modificato i luoghi dove la gente si è data all'alcol. Da un lato bar e ristoranti sono stati colpiti pesantemente dalle chiusure imposte dalle autorità, dall'altro negozi al dettaglio e shop online hanno visto le loro vendite crescere significativamente.

Le prospettive indicano che l'aspettativa di vita potrebbe scendere di quasi un anno nel 2050 a causa di malattie o lesioni legate all'abuso di alcol. Pur non esistendo un livello riconosciuto scientificamente come privo di rischi per la salute, l'OCSE parla di eccesso nocivo quando si supera un drink al giorno per le donne e uno e mezzo per gli uomini.

Tali problemi di salute provocherebbero poi ingenti spese mediche, in media intorno al 2,4% dei costi sanitari totali. Senza dimenticare che andrebbero a influenzare negativamente la produttività della forza lavoro. Gli esperti ritengono quindi che sia necessario un mix di misure politiche per combattere il fenomeno. Andrebbero incluse campagne di comunicazione, interventi a livello di prezzi, ma anche approcci diretti nei confronti di chi consuma grandi quantità di alcolici.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-20 02:49:14 | 91.208.130.85