TiPress - foto d'archivio
ULTIME NOTIZIE Svizzera
BERNA
1 ora
Quando l'arrivo dei ricchi rischia di farti perdere la casa
L'Oberland bernese attira milionari da tutto il mondo. Il valore delle case è così schizzato alle stelle.
SVIZZERA
1 ora
Coronavirus: in calo casi, ricoveri e decessi
Rispetto a quella precedente, la scorsa settimana tutti gli indicatori sull'andamento epidemiologico sono diminuiti.
SVIZZERA
2 ore
Una falla nella sicurezza stende "lemievaccinazioni.ch"
La piattaforma, sospesa dallo scorso marzo, non sarà più riattivata.
ZURIGO
3 ore
Condannati gli attivisti che bloccarono l'entrata di Credit Suisse
Pene pecuniarie con la condizionale per i nove imputati.
SVIZZERA
3 ore
Il radar “sfasato” che la polizia svizzera continua a usare
Può segnare fino a 11 km/h in più e ha problemi con le superfici rifrangenti, l'allarme dal produttore
BERNA
4 ore
Covid: 2300 positivi e 42 vittime
Sull'arco di due settimane, il numero totale di infezioni scende a 18'893.
ZURIGO
5 ore
I ricercatori dell'ETH scoprono il tallone d'Achille del coronavirus
Lo studio potrebbe portare allo sviluppo di un medicinale per combattere il Covid-19.
VAUD
6 ore
Richiedente asilo respinta, poi morta. Si indaga
Il Tribunale federale ha annullato la decisione della giustizia cantonale di non entrare in materia.
SVIZZERA
6 ore
Disoccupazione e penuria di personale, il paradosso post Covid
Se da un lato le aziende licenziano dipendenti, dall'altro cercano nuovo personale diversamente qualificato.
VAUD
7 ore
96enne muore dopo un incidente sull'A1
L'auto della vittima aveva urtato un veicolo che era a sua volta andato a sbattere contro una terza vettura.
BERNA
7 ore
Patenti di guida: rinnovato l’Accordo con l’Italia
L’Accordo permette ai conducenti che si stabiliscono nell’altro Stato di convertire la propria licenza di guida.
SVIZZERA
7 ore
Al confine con la Germania c'è un grande viavai
Il turismo degli acquisti è di nuovo possibile senza limitazioni. E in moltissimi ne hanno approfittato.
LUCERNA
9 ore
Diciottenne finisce a testa in giù nel torrente
Ferite gravi per la passeggera che è stata trasportata in elicottero all'ospedale
ZURIGO
9 ore
Swisscom: "grande guasto". Problemi anche con Sunrise
Da questa mattina, i servizi di entrambi i fornitori non sono più disponibili o disponibili in misura molto limitata.
SVIZZERA
14.04.2021 - 08:350
Aggiornamento : 15:39

Berna deciderà oggi di riaprire le terrazze?

L'UFSP ha detto che 4 criteri su 5 non sono ossequiati. Ma è una decisione «anche politica». Conferenza stampa alle 16.30

GastroSuisse ha fatto dichiarare i criteri utilizzati per la scelta degli allentamenti come «inadeguati, incompleti, illegali e incostituzionali».

BERNA - È arrivato il giorno delle decisioni. O, almeno, di qualche aggiornamento sugli allentamenti legati alla pandemia di coronavirus. Questa mattina il Consiglio federale si riunirà e, tra le altre cose, dovrebbe discutere anche di questo. Oltralpe qualcuno è convinto di una cosa: le tanto discusse terrazze di bar e ristoranti saranno riaperte. Il Blick lo dà per certo. «Presto potremo goderci un buon pranzo coccolati sotto al sole», scrive il quotidiano zurighese. 

In realtà, nella conferenza stampa di ieri, Virginie Masserey (responsabile della Sezione malattie infettive all'UFSP) ha dichiarato che «quattro dei cinque criteri fissati dal Consiglio federale per allentare le misure non sono soddisfatti». Si tratta dell'incidenza dei casi negli ultimi 14 giorni, il valore RT, l'occupazione dei letti in terapia intensiva, decessi e nuovi ricoveri. E al momento attuale solo le unità di cure intense "tranquille" consentirebbero un via libera, sulla carta. «La situazione è fragile» ha spiegato, ma ha pure aggiunto che «bisogna considerare anche fattori politici, economici e psicologici».

E le pressioni dall'esterno non mancano. GastroSuisse ha chiesto un parere legale alla professoressa Isabelle Häner (Università di Zurigo) e all'avvocato Livio Bundi, secondo i quali «il Consiglio federale è tenuto a far capo a criteri e indicatori adeguati e basati sui fatti per una prevenzione dei rischi proporzionata. Questi criteri devono tener conto non solo della situazione epidemiologica, ma anche delle conseguenze economiche e sociali». Ma, stando alle loro conclusioni, quanto previsto dall'UFSP per giustificare gli allentamenti sarebbe «inadeguato quanto incompleto» oltre a «non ossequiare i requisiti della Legge COVID-19 e della Costituzione».

Intervistato domenica da RTS, il presidente della Conferenza dei direttori cantonali della sanità (CDS) Lukas Engelberger ha detto di considerare l'apertura delle terrazze dei ristoranti «praticamente senza rischi». E, così come diversi cantoni, ha dichiarato di prediligere una politica di piccoli passi, con riaperture graduali. Ad esempio, il via libera alle terrazze dei ristoranti oppure l'alleggerimento delle restrizioni per alcune attività sportive o culturali minori.

I consiglieri federali avranno di che parlare. Questa volta, potrebbe non essere necessaria neppure la consueta "consultazione" delle eventuali misure con i cantoni. Già un mese fa, all'unanimità, si erano infatti pronunciati a favore dell'apertura delle terrazze, con la maggioranza che chiedeva pure l'accesso alle aree interne dei ristoranti. Il Governo aveva però deciso di proseguire per la sua strada, posticipando la decisione al 14 aprile.

Una conferenza stampa per aggiornare i media e la popolazione è prevista alle 16.30.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Wunder-Baum 1 mese fa su tio
Aggiungo...non tutti indossano la mascherina
Ziro 1 mese fa su tio
il ticino è diventato lo sfogo di tutta l'Europa, turisti ogni dove alberghi pieni garni con accordi ai ristoranti per rifocillare i turisti affollamento ovunque e noi ticinesi che ci spostiamo per lavori trasferte interminabili con costi insostenibili... A questo punto apriamo un tutto e finiamola con questa barzelletta che almeno la gente si diluisce nei ristoranti e non gira a vuoto sotto le case dei residenti .
stefanobig 1 mese fa su tio
Sì continua con la disinformazione, la politica del terrore e i sensi di colpa
egi47 1 mese fa su tio
Avevano ragione i nostri nonni, ai tempi loro, chi frequentava regolarmente Cantine, Osterie, Taverne o Trattorie, era considerato un "mbriacone o poco di buono.
Lunalunera 1 mese fa su tio
@egi47 😒
seo56 1 mese fa su tio
Vergognoso sarebbe un affronto per chi non dispone di terrazze o spazio all’aperto. Allora tutti a “invadere” i luoghi pubblici (marciapiedi, piazze, strade, ecc.) Governo senza 🏐
bledsoe 1 mese fa su tio
@seo56 Si ne, ce le metti tu invece, ganasa club!
Candlejumbo 1 mese fa su tio
@seo56 Ma basta! Certo che è ora! Tra l’altro di ristoranti senza terrazza sono pochissimi inoltre si possono ingegnare con un gazebo o altro. 🙌
GreenPick 1 mese fa su tio
Ma a nessuno interessa altro che bar e ristoranti?? VERAMENTE? le altre attività? PESSIMI
ceresade36@gmail.com 1 mese fa su tio
Ancora con questo giocheto Cia siamo gia 2 balllĺ😡
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-05-14 18:37:06 | 91.208.130.89