tipress
BERNA 
23.03.2021 - 10:010

Meno di una farmacia su sei propone test rapidi

Secondo la presidente di PharmaSuisse, 26 regolamentazioni sono troppo difficili da attuare

Ad esempio risulta particolarmente complesso attuare ingressi e uscite separate per le persone che voglio farsi testare.

BERNA  - Soltanto 280 delle 1800 farmacie svizzere propongono test rapidi contro il Covid-19, ha deplorato oggi la presidente di PharmaSuisse Martine Ruggli ai microfoni della radio-svizzero tedesca SRF. A suo avviso, le esigenze dei cantoni sono troppo elevate.

Con 26 regolamentazioni, per le farmacie risulta relativamente complicato proporre test rapidi, ha aggiunto Ruggli. Ad esempio è particolarmente difficile attuare ingressi e uscite separate per le persone che voglio farsi testare.

Il portavoce della Conferenza dei direttori cantonali della sanità (CDS), Tobias Bär, ha dal canto suo giustificato tali richieste sottolineando che l'obiettivo è di ridurre al minimo i rischi di infezione per gli altri clienti e il personale.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-16 17:30:51 | 91.208.130.89