keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
ZURIGO
1 ora
Quanto è pericolosa Omicron?
Potrebbe essere peggiore della già temibile delta. La parola agli esperti
SVIZZERA
7 ore
Omicron, chiudono i voli diretti con l'Africa australe
La decisione comunicata in serata, dopo l'emergenza della nuova variante, è valida a partire dalle ore 20 di oggi.
BERNA
7 ore
Dopo Pfizer anche Moderna mette il booster
Intanto l'Ufsp raccomanda la dose di richiamo per tutti. La spiegazione: «Migliora la protezione e frena la diffusione»
SVIZZERA/CINA
8 ore
La missione di Cassis non decolla
Il consigliere federale ticinese dovrà tornare in patria a seguito del guasto all'aereo. «Cercheremo una nuova data»
SVIZZERA
9 ore
Vaccino ed effetti collaterali: in Svizzera 10'386 casi
Il 65% delle notifiche è stato classificato come non serio. I preparati impiegati nel nostro paese restano sicuri
SVIZZERA
9 ore
Mascherine, certificati e booster: nuove misure a Berna, Sciaffusa e Uri
Dopo che il Governo federale ha rinunciato a un inasprimento dei provvedimenti, altri Cantoni si sono attivati
SVIZZERA
10 ore
Swiss continua a volare verso il Sudafrica
La compagnia aerea è in contatto con le autorità al fine di attuare immediatamente qualsiasi indicazione
SVIZZERA
11 ore
Anche oggi più di ottomila contagi in ventiquattro ore
Nelle strutture sanitarie elvetiche sono stati effettuati 106 nuovi ricoveri per Covid
SVIZZERA
12 ore
Nuova variante: l'Ufsp non si scompone
Per il momento la Svizzera non prende nessuna misura. «Monitoriamo la situazione»
SVIZZERA/RUSSIA
12 ore
Guasto tecnico all'aereo di Cassis
Atterraggio imprevisto per il jet che stava trasportando il consigliere federale in Cina. E non è la prima volta
GRIGIONI
12 ore
«Il booster per salvare la stagione»
Il governo grigionese si gioca il tutto per tutto con la terza dose. Intervista al consigliere di Stato Peter Peyer
VAUD
13 ore
Vaud: tra vaccinati e guariti, l'83% della popolazione è immune al Covid
Lo rileva uno studio. La percentuale è nettamente più bassa (49%) tra gli under 20
LUCERNA
13 ore
Chiesto il carcere per il prete coi debiti da gioco
La vicenda riguarda un ex parroco di Küssnacht (SZ). Aveva perso almeno tre milioni (non suoi) al casinò
ZURIGO
14 ore
Notte di paura: con il coltello sul tetto lancia tegole sulla strada
Diverse auto danneggiate. L'uomo è stato arrestato verso mezzanotte
SVIZZERA
15 ore
Ecco i contratti per l'acquisto degli F-35
Il credito d'impegno per i jet da combattimento ammonta a 6,035 miliardi di franchi
BERNA
17 ore
Nuove misure? Parmelin prevede «rabbia e dispiacere»
Ecco perché il Governo federale non sta prendendo provvedimenti per tutti: «La situazione cambia da regione a regione».
SVIZZERA
17 ore
I Paperoni svizzeri sono sempre più ricchi
L'aumento di quest'anno è il più elevato da quando Bilan stila la sua tradizionale classifica.
SVIZZERA
1 gior
Black Friday: ecco gli errori da evitare
Sono innumerevoli gli sconti che oggi vengono proposti nei negozi. I consigli per fare acquisti intelligenti
BERNA
1 gior
Da "dream house" a incubo, anche per il vicinato
L'ex campione Mark Streit voleva una casa ecologica, da qui l'idea di un sistema di riscaldamento geotermico.
SVIZZERA
1 gior
Pena troppo lieve, la procura non ci sta
L'uomo di 34 anni che nel 2019 tentò di uccidere la moglie è stato condannato a sette anni e mezzo di carcere.
TURGOVIA
1 gior
Sparatoria in Turgovia, arresto in Ungheria
Un serbo di 33 anni è stato fermato con l'accusa di avere aperto il fuoco su due persone a Rickenbach sei mesi fa
ZURIGO
1 gior
Maneggia una pistola in pubblico: arrestato
È successo questo pomeriggio a Winterthur. Si tratta di un uomo di 71 anni
BERNA
05.03.2021 - 14:310
Aggiornamento : 19:35

Test gratuiti per tutti dal 15 marzo

Questa la strategia del Consiglio federale in vista delle prossime riaperture.

Per incentivare la popolazione a farsi testare, i costi saranno assunti integralmente dalla Confederazione.

BERNA - Per interrompere in modo mirato le catene di contagio bisogna poter identificare rapidamente i portatori del virus. Ne è convinto il Consiglio federale che, a tale scopo, ha progettato una strategia ad-hoc. I test sono dunque un elemento fondamentale nella lotta alla pandemia.

Ora che sono disponibili capacità di test e di laboratorio sufficienti e ci si potrà presto testare da soli, il Governo federale intende intensificare i test rendendoli gratuiti per tutti. In questo modo vuole favorire la riapertura graduale della vita sociale ed economica.

«Ci troviamo in una situazione nuova», ha sottolineato Alain Berset nel corso di un incontro con i media da Berna. «Abbiamo modificato la nostra strategia in modo da poter essere in grado di mantenere il controllo della situazione. È un enorme cambiamento di rotta» ha aggiunto.

«Poiché le varianti più contagiose del virus si stanno diffondendo sempre più rapidamente - ha aggiunto -, bisogna rafforzare la prevenzione e il rilevamento tempestivo dei focolai locali. L'obiettivo è che il 40 per cento di tutte le persone in Svizzera venga testato regolarmente», afferma Berset.

Previsti test gratuiti dal 15 marzo - Il Consiglio federale ha già esteso più volte la strategia di test. Oggi la Confederazione non finanzia soltanto i test delle persone con sintomi, ma anche quelli delle persone senza sintomi nelle case per anziani e nelle scuole e quelli necessari per soffocare i focolai locali. Dal 15 marzo assumerà i costi di tutti i test.

Test a ripetizione nelle imprese e nelle scuole - La popolazione mobile delle imprese e delle scuole sarà controllata a ripetizione con test salivari di gruppo. Con questo sistema, i campioni prelevati dalle persone testate non sono analizzati individualmente, ma tutti insieme. In questo modo si riducono notevolmente i costi del materiale e si risparmia molto tempo.

I test a ripetizione nelle imprese non sostituiscono tuttavia i piani di protezione, ma ne costituiscono piuttosto un rafforzamento. «La partecipazione sarà ovviamente facoltativa - fa notare Berset -. Inoltre, le aziende che testano regolarmente l'80% della loro forza lavoro non dovranno mettere in quarantena chi non ha sintomi». 

Test fai da te per tutti - Sin dall’inizio, il successo della lotta alla pandemia dipende anche dalla responsabilità individuale della popolazione. Il Consiglio federale vuole pertanto facilitare anche l’accesso ai test fai da te. Tutti dovrebbero potersi testare regolarmente, anche se non hanno sintomi.

L’idea è che ogni persona possa ritirare cinque test fai da te al mese. Poiché non sono ancora disponibili sufficienti informazioni sul loro impiego da parte delle persone asintomatiche, l’Ufficio federale della sanità pubblica non ha ancora approvato questi test. «Ma non appena saranno disponibili li distribuiremo - assicura Berset -. Il prerequisito è che soddisfino gli standard di qualità». l Consiglio federale propone quindi che la Confederazione assuma anche i costi dei test rapidi effettuati nelle farmacie e nei centri di test. Questa regola si applica anche ai frontalieri.

Berset presume che gli autotest saranno disponibili al più presto ad aprile. Se verranno introdotti, non sarà pratico comunicare i risultati negativi all'UFSP. «Chiunque abbia un test rapido positivo deve eseguire un test PCR ed entrare in quarantena» sottolinea il Consigliere federale. «Riteniamo che nel momento in cui questa strategia sarà operativa e a regime, potremo andare avanti con ulteriori riaperture. Quello che non vogliamo è un effetto yo-yo. La cautela resta centrale».

L’estensione della strategia di test comporta dei rischi - L’estensione della strategia di test comporta determinati rischi, perché ogni risultato costituisce soltanto un’istantanea. Inoltre, i test fai da te sono molto meno affidabili dei test PCR. Un risultato negativo non deve dare un senso di falsa sicurezza e indurre a comportamenti superficiali. Sarà ancora necessario indossare la mascherina e tenersi a distanza. È inoltre importante che le persone risultate positive a un test rapido o a un test fai da te si sottopongano a un test PCR di conferma e si mettano immediatamente in isolamento. Resta ancora da appurare se per partecipare a determinate manifestazioni o per accedere a determinati settori possa essere richiesto un test negativo.

Privilegi per coloro che risulteranno negativi? «Se ne parlerà - conclude Berset -. Per ora ci vuole un test PCR negativo per viaggiare, ma passo dopo passo studieremo come muoverci per il futuro. La priorità assoluta ora, nonostante la fragile situazione, è muoversi verso la normalità, ma senza correre rischi troppo grandi. E sappiamo che un certo rischio lo stiamo già correndo».

Costi stimati in un miliardo di franchi - I costi per l’estensione della strategia di test sono stimati per il 2021 a oltre un miliardo di franchi. La base legale è costituita dalla legge COVID-19, limitata fino alla fine dell’anno.

Autotest

«Ce ne sono alcuni già in circolazione. Sono usati nel naso, ma non bisogna andare troppo in profondità», spiega Berset. «La questione dell'affidabilità è ora centrale», afferma il Consigliere federale. «Se non funzionano per persone asintomatiche, non possiamo usarli». Chiaramente, come già accade per i test attualmente in circolazione, «non saranno in gradi di determinare la mutazione del virus».

Non saranno previsti acquisti da parte della Confederazione. Si prevede piuttosto che le aziende che li producono arriveranno sul mercato con i loro prodotti. Saranno distribuiti attraverso le farmacie. 

Dovessero risultare positivi dovranno essere seguiti da un test PCR per scongiurare il rischio di falsi positivi. 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Maranzotto 8 mesi fa su tio
A mio avviso sarebbe utile produrre un test istantaneo, tipo quello per l'alcool, da potere fare ed esibire, che permetta a tutti un vita " normale" senza i vincoli delle vaccinazioni, nel rispetto delle idee e della salute di tutti. Sono certo che la gente, senza le pressioni che ci stanno dando oggi, sarebbe più propensa a fare la cosa giusta da sè! Ovviamente bisognerebbe avere la volontà di produrli questi oggetti!!!!!
Racobe70 8 mesi fa su tio
Non penso di godere del fatto che ci si vaccini; ognuno deve essere libero di fare quello che si sente a questo mondo. Personalmente sono stato malato, so come ci si sente... e ti confesso che non vedo l’ora di farmi vaccinare!
Didimon 8 mesi fa su tio
70000 che entrano dalla zona arancio scuro o rossa?
jakob 8 mesi fa su tio
Ridicolo. Ospedali vuoti. Pochissimi casi gravi. Ma noi andiamo avanti a cercare i positivi asintomatici.... per poi giustificare le misure intelligenti con il numero crescente. Demenziale
TGas 8 mesi fa su tio
@jakob Ospedali vuoti e pochi casi grazie alle misure anti-Covid. La ricerca dei positivi asintomatici è essenziale per spegnere sul nascere l’aumento esponenziale di casi che seguirebbe. Troppo difficile ragionare un po’? Se non si conosce la matematica statistica ci si può affidare a chi la conosce al posto di trarre conclusioni sbagliate.
Racobe70 8 mesi fa su tio
Tutti i paesi del mondo in questo momento stanno parlando di vaccini... mentre in Svizzera si parla ancora di test e tamponi. Ma vergonatevi!
briciola68 8 mesi fa su tio
@Racobe70 E tu pensi che tutti si vaccineranno per farti contento! Per forza ci vogliono anche i test! Guarda in Germania come si stanno muovendo...
Maranzotto 8 mesi fa su tio
@Racobe70 Prima di fare queste affermazioni, che ritengo essere gravi, le chiederei di rispettare le opinioni altrui e di informarsi tramite i veri medici e virologi, quelli al di fuori del pensiero unico, prima di fare tali affermazioni! in internet sono presenti tutti i foglietti illustrativi dei vari "vaccini" , occupi un po' del suo tempo per leggerli e poi prenda nuovamente una posizione! Sarebbe corretto ed onesto prima informarsi ascoltando le diverse opinioni mediche e poi trarre conclusioni ma ragionate con la propria testa e non con quella che ci viene quotidianamente martellata dai media in tv e radio....non crede?
negang 8 mesi fa su tio
Test ??? Ma fate questi vaccini cacchio !!!
TGas 8 mesi fa su tio
@negang Sono d’accordo, però mentre si aspettano le forniture (😑) meglio avere accesso a test di massa, per spegnere sul nascere focolai ad esempio nelle scuole o sul posto di lavoro.
Alessandro 69 8 mesi fa su tio
Strano che un virus così letale bisogna andarlo a cercare col lanternino,affidabilità test PCR ?? Siccome creano il 95% di falsi positivi e ormai lo sanno tutti, facciamo altri test così continuiamo a mandare avanti il circo Ma uno di voi giornalai quando fate le domande, perché non chiedete mai il numero settimanale di deceduti per cancro,infarto suicidi? A no vero non fa notizia, o meglio cade il castello di sabbia
TGas 8 mesi fa su tio
@Alessandro 69 La rilevazione genetica con PCR è molto affidabile e precisa.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-11-27 01:05:04 | 91.208.130.86