Tamedia (immagine illustrativa)
SVIZZERA
23.02.2021 - 13:230

Lo stand di tiro privato ottiene gli aiuti finanziari

Si tratta di una struttura appenzellese che si era vista negare la richiesta dall'UFSPO. Il TAF ha rivisto la decisione

SAN GALLO - Il centro di tiro sportivo di Teufen (AR) riceverà un contributo a fondo perso, conformemente a quanto stabilisce l'Ordinanza Covid-19 sport. Lo ha stabilito il Tribunale amministrativo federale (TAF) per cui, contrariamente a quanto ritenuto dall'Ufficio federale dello sport (UFSPO), il centro ha anche scopi ideali e non può essere ridotto a un ente con obiettivi commerciali.

Secondo una sentenza pubblicata oggi, il TAF ha accolto un ricorso del centro di tiro sportivo e ha rinviato per una nuova valutazione il dossier all'UFSPO. Quest'ultimo aveva respinto la domanda nel maggio scorso in particolare con la motivazione che il centro di tiro sportivo perseguiva principalmente obiettivi economici.

Il centro ha fatto ricorso alla corte federale con sede a San Gallo ricordando che le misure restrittive decise dal Consiglio federale tra il 16 marzo e l'11 maggio 2020 hanno reso impossibili tutte le attività. I 70'000 franchi chiesti all'UFSPO alla fine di aprile 2020 devono permettere di evitare l'insolvenza.

Anche scopi ideali - Secondo il TAF, che ha accolto il ricorso, l'UFSPO deve tenere conto dell'Ordinanza sulle misure di accompagnamento nel campo dello sport per l'attenuazione delle conseguenze delle misure prese dal Consiglio federale per combattere il coronavirus (Ordinanza Covid-19 sport) nel suo stato al primo giugno e non al 20 marzo. Il testo in quella data è più chiaro.

Stipula in particolare che accanto alle associazioni sportive possono ricevere fondi anche «organizzazioni a scopo non lucrativo che hanno come scopo principale lo svolgimento di competizioni nello sport popolare e nello sport di prestazione non prevalentemente professionistico».

Dagli statuti della cooperativa risulta che il centro di tiro sportivo ha anche «scopi ideali», indica la decisione del TAF. La struttura appenzellese attribuisce grande importanza alla promozione dei giovani talenti, sia negli sport popolari che in quelli da competizione. I giudici di San Gallo fanno notare che lo stand di tiro è utilizzato per i corsi Gioventù+Sport (il principale strumento della Confederazione per promuovere lo sport tra bambini e giovani) secondo i concetti della Federazione sportiva svizzera di tiro, di Swiss Olympic (l'ente che è simultaneamente Comitato nazionale olimpico e Associazione delle federazioni sportive svizzere che rappresentano discipline olimpiche e no), e dell'UFSPO.

In qualità di centro di prestazione regionale certificato, il poligono di tiro serve un gran numero di associazioni cantonali e regionali di tutta la Svizzera orientale. Viene anche utilizzato come struttura di addestramento dalle forze di polizia di San Gallo (città e Cantone) e dei due Appenzello. Nel complesso, il centro ha quindi anche uno scopo ideale, sostiene il TAF.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-25 12:06:20 | 91.208.130.87