tipress
ZURIGO 
15.12.2020 - 09:550

Bonus: molti dovranno rinunciarvi

Le categorie più colpite? Donne e redditi medi.

La crisi economica legata al coronavirus, quest'anno, ha mandato all'aria molti piani.

ZURIGO  - Non pochi lavoratori abituati a un bonus di fine anno rimarranno a mani vuote nel 2020: è quanto emerge da un sondaggio condotto per conto del servizio di confronti internet Comparis, che mette in luce come a dover rinunciare alle gratifiche - sulla scia del Covid - saranno in particolare le donne e chi ha un reddito medio.

La crisi economica - Poco più di un terzo di tutti i lavoratori dipendenti riceve di solito, oltre allo stipendio, una gratifica dal datore di lavoro sotto forma di 14esima mensilità o di bonus, ricorda Comparis in un comunicato odierno. Quest'anno però la crisi economica legata al coronavirus ha mandato all'aria molti piani.

Incertezza - A fine novembre solo il 24% dei lavoratori dipendenti dichiarava di aver già ricevuto o di dover comunque ricevere un bonus per il 2020. Già a quella data il 63% sapeva con certezza che sarebbe rimasto a bocca asciutta: quasi esattamente la stessa percentuale di quelli che nel 2019 non avevano ricevuto alcuna gratifica (64%). Il mese scorso il 12% degli interpellati si trovava ancora nell'incertezza. «Se a un lavoratore non è ancora stato annunciato alcun bonus, c'è da aspettarsi che non lo riceverà quest'anno», afferma l'esperto di Comapris Michael Kuhn, citato nella nota.

Redditi alti più "fortunati" - Tra i lavoratori dipendenti con un reddito superiore a 8000 franchi al mese la percentuale di chi riceverà un bonus è la più alta, pari al 29% (l'anno scorso: 38%). La quota scende al 23% nella fascia 4000-8000 franchi (36% nel 2019) e al 19% per i dipendenti remunerati fino a 4000 franchi (26%). Per il confronto fra le due annate va menzionato anche chi non sa ancora se riceverà il bonus, con quote nelle tre fasce - pari rispettivamente al 10%, 9% e 20%. «Tra i redditi alti, il bonus è spesso parte integrante del salario», spiega Kuhn «Per quelli medio-bassi, invece, la situazione è un po' diversa: si taglia più facilmente in tempi di crisi».

Donne più svantaggiate - Il divario fra uomini e donne rimane notevole: i primi sono certi al 33% di ricevere la gratifica (e il 10% non lo sa), mentre fra le seconde il contributo di fine anno arriverà solo per il 16% delle interrogate (il 15% non lo sa).

I dati si basano su un'indagine demoscopica realizzata a fine novembre dall'istituto di ricerche di mercato zurighese Innofact su un campione di 1044 persone, di cui 651 lavoratori dipendenti, in tutte le regioni della Svizzera.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Tato50 9 mesi fa su tio
L'importante che lo diano a chi guadagna 10 milioni l'anno ;-(( Gli altri magari un buono per il Tavolino Magico non lo si potrebbe donare ? ;-((
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-26 20:59:31 | 91.208.130.85