Immobili
Veicoli

SVIZZERAKarin Keller-Sutter ha aperto la Conferenza di Vienna sulla migrazione

16.11.20 - 16:53
Con un collegamento virtuale, fra i temi caldi anche l'influenza della pandemia sui moti migratori
Keystone
Fonte Ats
Karin Keller-Sutter ha aperto la Conferenza di Vienna sulla migrazione
Con un collegamento virtuale, fra i temi caldi anche l'influenza della pandemia sui moti migratori

BERNA - La consigliera federale Karin Keller-Sutter ha aperto oggi con un collegamento virtuale la Conferenza di Vienna 2020 sulla migrazione. La conferenza, organizzata dal Centro internazionale per lo sviluppo delle politiche migratorie (ICMPD), termina il 19 novembre.

Tra i temi che saranno affrontati figurano l'impatto dell'attuale pandemia sulla politica migratoria e il futuro pacchetto dell'UE in materia di migrazione, ha reso noto il Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP).

All'apertura della conferenza hanno preso parte anche il ministro dell'interno portoghese Eduardo Cabrita e il direttore generale dell'ICMPD, Michael Spindelegger. La Svizzera, rappresentata dalla Segreteria di Stato della migrazione (SEM), quest'anno presiede il comitato direttivo dell'ICMPD.

Karin Keller-Sutter e Michael Spindelegger hanno in particolare discusso dell'impatto che la pandemia sta avendo sulla politica migratoria e delle possibili soluzioni da adottare per una politica migratoria europea.

La consigliera federale ha posto l'accento sulle pesanti restrizioni alle libertà dei cittadini dovute alla pandemia e sulla necessità di riformare il sistema europeo di asilo per essere meglio preparati alle future emergenze.

La "ministra" di giustizia ha inoltre sottolineato l'importanza di definire un approccio europeo comune per la cooperazione con i Paesi d'origine dei migranti.

L'ICMDP - ricorda il DFGP nella nota - è stato istituito dall'Austria e dalla Svizzera con l'obiettivo di promuovere una «politica migratoria innovativa, lungimirante e globale e di garantire lo scambio tra gli Stati e le organizzazioni». A oggi ne fanno parte 18 Stati. L'organizzazione ha la sua sede principale a Vienna, diversi uffici in Paesi terzi ed è rappresentata anche a Bruxelles.

NOTIZIE PIÙ LETTE