Keystone (archivio)
BASILEA CAMPAGNA
28.09.2020 - 09:580

Il Consigliere di Stato Thomas Weber a processo

Il rappresentante dell'UDC dovrà rispondere all'accusa di infedeltà nella gestione pubblica.

Assieme a lui comparirà davanti ai giudici un dipendente dell'amministrazione cantonale.

LIESTAL - Il consigliere di Stato Thomas Weber (UDC) dovrà comparire in tribunale per rispondere dell'accusa di infedeltà nella gestione pubblica in relazione ai compensi versati alla Centrale di controllo del mercato del lavoro (ZAK). Lo ha annunciato oggi il Ministero pubblico di Basilea Campagna.

Assieme lui sarà giudicato anche un dipendente dell'amministrazione cantonale. Una terza persona, pure alle dipendenze del cantone, invece è stata scagionata.

Gli imputati sono accusati di aver presumibilmente omesso di effettuare le verifiche necessarie per valutare se l'aumento del compenso forfettario annuale da 380'000 a 650'000 richiesto dai responsabili della ZAK fosse giustificato o meno. Per il pubblico ministero i due hanno fornito alla Centrale un vantaggio finanziario illecito di ben 100'000 franchi a danno del cantone di Basilea Campagna negli anni 2014 e nel 2015 violando i loro doveri d'ufficio.

L'indagine è relativa ai compensi pagati alla ZAK ed è stata aperta sulla base, in particolare, della testimonianza di un ex dipendente del dipartimento diretto da Weber. Fino alla fine del 2016 la ZAK è stata responsabile del controllo del lavoro sommerso nel settore edile di Basilea Campagna. Il governo cantonale aveva un compito di vigilanza e la finanziava con remunerazioni forfettarie annuali.

All'inizio del 2017 il controllo del lavoro sommerso nel cantone renano è stato riorganizzato. Responsabile è attualmente una neocostituita associazione paritetica denominata "Controllo del mercato del lavoro per l'edilizia (AMKB)".

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-24 03:04:19 | 91.208.130.87