Deposit - foto d'archivio
SOLETTA
02.07.2020 - 15:160
Aggiornamento : 16:08

Un positivo in discoteca, 340 persone in quarantena

Aumenta il bilancio di quelli che dovranno restare chiusi in casa per dieci giorni.

Il team del contact tracing ha contattato altri 13 avventori seduti al suo tavolo e 22 colleghi di lavoro.

OLTEN - Aumentano le persone in quarantena legate al bar-discoteca Terminus di Olten. La presenza nel locale, la sera del 27 giugno, di una persona successivamente risultata positiva al coronavirus ha costretto le autorità a ordinare a 340 persone di chiudersi in casa per dieci giorni. 

Oltre ai 300 presenti nel locale, il team del contact tracing ha rintracciato oggi 13 persone che si trovavano sedute allo stesso tavolo di quella poi risultata positiva al tampone. Altri 22 sono suoi colleghi di lavoro. Pare inoltre che sabato sera questa persona - non si era ancora sottoposta a tampone, lo ricordiamo - non si sia recata solo al Terminus, ma abbia frequentato diversi bar e club del canton Soletta.

L’Ufficio per la sorveglianza del lavoro del canton Soletta ha nel frattempo svolto i controlli nel locale: «Il piano di protezione viene rispettato. La distanza di sicurezza di 1,5 metri tra i tavoli è effettiva».

La scorsa settimana circa 300 persone sono state messe in quarantena dopo aver trascorso la serata alla discoteca Flaminio di Zurigo lo scorso 21 giugno. Ieri è stato segnalato un tampone positivo per un avventore che ha trascorso la serata di venerdì 26 giugno a un evento Hip Hop presso il Club Plaza, sempre a Zurigo. I gestori hanno deciso di chiudere il locale. Lunedì il medico cantonale di Argovia ha parlato di 20 persone contagiate dal Covid-19 durante una serata fuori al Tesla bar lounge di Spreitenbach. Situazioni allarmanti, che hanno portato il canton Zurigo a varare nuove misure: gli avventori dovranno presentare un documento d'identità all'ingresso e il numero di telefono, verificato.

Per il Ticino il Consiglio di Stato ha per il momento pensato "solo" di «richiamare alla responsabilità i gestori dei locali e gli organizzatori di eventi» affinché «adeguino i loro piani di protezione». Lo ha spiegato ieri a Tio.ch il consigliere di stato Norman Gobbi. Ma in serata è arrivata la notizia della recluta trovata positiva al coronavirus lunedì, dopo aver passato il sabato sera presso il Woodstock Music Pub di Bellinzona. Il contact tracing è in corso.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-19 13:49:22 | 91.208.130.87