Keystone - foto d'archivio
ULTIME NOTIZIE Svizzera
CINA
7 min
L'ingorgo al porto cinese fa sentire i suoi effetti anche in Svizzera
Aldi e Migros riscontrano ritardi nella consegna di alcuni articoli. Coop assicura invece di aver fatto i compiti.
SVIZZERA
10 ore
Il telelavoro rende obsoleto l'abbonamento per i mezzi pubblici
Per molti impiegati il rientro in ufficio sarà parziale. Varrà ancora la pena acquistare un titolo mensile o annuale?
SVIZZERA
12 ore
I giovani non si vaccinano: «È colpa dell'Ufficio federale della sanità»
Critiche piovono all'indirizzo dell'UFSP da parte di alcuni esperti: «La comunicazione versi i giovani va migliorata»
SAN GALLO
15 ore
58enne muore investita da un rimorchio agricolo
Un drammatico e sfortunato incidente ha avuto luogo a Rorschach
SVIZZERA
16 ore
Quasi 3000 casi di effetti indesiderati a causa del vaccino
Si tratta essenzialmente di casi definiti "non seri". Le persone colpite superavano i 60 anni.
FRIBURGO
17 ore
Protesta contro il Black Friday, attivisti condannati
I fatti risalgono al 29 novembre 2020. Gli avvocati intendono fare ricorso
SVIZZERA
18 ore
La Svizzera punta ancora di più sull'energia rinnovabile
Il Consiglio federale adotta il messaggio sulla legge federale per un approvvigionamento elettrico sicuro
SVIZZERA
18 ore
In Svizzera sempre meno contagi: 173 nelle ultime ventiquattro ore
Sono stati effettuati 26'573 test Covid, con un tasso di positività dello 0,7%
SVIZZERA
19 ore
Indennità per altri sei mesi
Il Consiglio federale ha deciso di prorogare fino al 31 dicembre il diritto all'Ipg
SVIZZERA
20 ore
«La Svizzera è il paese più ipocrita del mondo»
L'artista Ai Weiwei è il più noto tra gli oppositori di Pechino. Lo abbiamo intervistato
BERNA
20 ore
Circa 4000 firme contro la privatizzazione dei servizi di pulizia delle FFS
La petizione è stata sostenuta in modo particolare in Ticino
SVIZZERA
13.05.2020 - 14:350
Aggiornamento : 23:09

Ecco come verranno riaperte le frontiere

A Berna per ora si parla solo di Germania, Francia e Austria, a partire dal 15 giugno.

Karin Keller-Sutter: «In Italia ci sono ancora limitazioni anche per spostarsi internamente»

BERNA - Germania, Francia e Austria. È della riapertura delle frontiere con questi tre paesi che la consigliera federale Karin Keller-Sutter, capo del Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP), ha informato la popolazione in conferenza stampa da Berna.

«Abbiamo la volontà comune di tornare alla normalità». È quindi prevista la riapertura comune dei confini, il 15 giugno, di Svizzera, Germania, Francia e Austria. Da allora torneranno a valere le regole Schengen.

Coppie non sposate - «Vorremmo però allentare prima le limitazioni di viaggio per le coppie non sposate - aggiunge Keller-Sutter -. In questi giorni ho parlato con Germania e Austria per trovare delle soluzioni già a partire dal prossimo fine settimana». Con la Francia «la sfida è un po' più grande», perché «sono un pochino più esigenti». Nel caso delle coppie, bisognerà dimostrare che la «relazione è solida e forte» («non che si sono appena conosciuti su Facebook», ha ironizzato Keller-Sutter). Si sta valutando l'eventualità dell'autocertificazione, per la visita ai familiari e per raggiungere ad esempio la casa secondaria. Ma il turismo per acquisti non è un "motivo valido".

Alla base un accordo - «La Svizzera non vuole riaprire unilateralmente le frontiere - ha precisato la consigliera federale -. Vuole accordarsi, come in questo caso, con gli altri paesi».

Sull'Italia - «Il mio Dipartimento ovviamente negozia anche con l'Italia - ha aggiunto Keller-Sutter -. Ma per ora la situazione lì è diversa rispetto a Germania, Austria e Francia. In Italia ci sono ancora limitazioni anche per spostarsi internamente. Riaprire le frontiere con la Svizzera non sarebbe ancora adeguato. Allentare le misure alla frontiera con l'Italia potrà essere discusso in seguito». A domanda puntuale, ha risposto: «Non è possibile ora dire quando si potranno aprire i confini con l'Italia. Non c'è una data».

Vacanze e turismo - «Tutti potranno passare la frontiera se hanno il documento» ha risposto la consigliera federale a chi le ha chiesto se sarà possibile recarsi in Francia, Germania e Austria per le vacanze, dopo il 15 giugno. «Bisognerà ovviamente seguire le regole dei paesi in cui ci si reca, quelle di distanziamento sociale e d'igiene. Il turismo sarà possibile, ma mi appello agli svizzeri affinché restino in Svizzera per le vacanze».

La "frontiera dell'amore" - È stata la polizia tedesca a mettere la recinzione a Kreuzlingen, «perché non si voleva avere dei passaggi in quella zona, con grossi assembramenti». Keller-Sutter ha precisato che «la recinzione non è stata messa dal Dipartimento federale di giustizia e polizia».

Prudenza nella riapertura - La parole fondamentale è "cautela". E per il 15 giugno si troverà il modo di aprire le frontiere senza dimenticare l'aspetto del contact tracing. «Si tratta di un allentamento graduale». Non ci sono quindi ancora indicazioni non solo per l'Italia, ma anche per gli altri paesi Schengen. «Prima ci si mette d'accordo con quelli limitrofi. Poi "a cascata" ci si muoverà altrove».

Manodopera oltre frontiera - Con la crisi del 2008 la Svizzera era stata toccata meno e si era riscontrato un arrivo di persone dall'estero per motivi di lavoro. «Il nostro paese è stato invece toccato come tutti gli altri dal coronavirus - ha concluso la consigliera federale -. La Confederazione ha previsto delle misure per favorire la manodopera svizzera e ce ne saranno delle altre».


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-19 08:07:52 | 91.208.130.86