Keystone
ZURIGO
29.05.2018 - 06:030
Aggiornamento 08:33

Il Glacier Express? Costa meno per i turisti

Online, un 30enne residente in Svizzera si è visto chiedere 400 franchi in più. Il portale Swiss Travel Centre si spiega

ZURIGO - Ha avuto una brutta sorpresa un 30enne che voleva prenotare un viaggio panoramico in treno in Svizzera da regalare a suo suocero sul portale Swiss Travel Centre - STC, una piattaforma di prenotazione che raccoglie hotel, associazioni turistiche e aziende ferroviarie come le FFS. Quando Pascal, questo il suo nome, ha scorso le opzioni di prenotazione ha notato infatti una differenza piuttosto impressionante: «Dovevo segnalare se fossi residente in Svizzera o meno - racconta -. E sono rimasto allibito nello scoprire che fra le due opzioni c’era una differenza di prezzo di 400 franchi». A favore dei turisti, s’intende: «È ingiusto e discriminatorio», lamenta l’uomo.

Basta una veloce ricerca sulla piattaforma per constatare che, in effetti, un tour in treno di quattro giorni con Bernina Express, Glacier Express e Gotthard Panorama Express comprensivo di pernottamenti costa 1’098.50 franchi per un “residente in Svizzera senza abbonamento”. A un “non residente in Svizzera senza abbonamento” vengono invece chiesti solo  924.50 franchi, ovvero 174 franchi in meno. A seconda della data in cui si prova a prenotare la differenza fra le due categorie varia sensibilmente e può arrivare, come nel caso di Pascal, anche ai 400 franchi.

Solo per turisti - Michael Maeder, direttore dello Switzerland Travel Centre, conferma le differenze tariffarie: «A livello di prezzo queste offerte svantaggiano gli svizzeri, è inutile girarci intorno», ammette. Si tratta, ci spiega, di prodotti puramente turistici che comprendono uno “Swiss Travel Pass”. Quest’ultimo, continua il responsabile, è riservato ai visitatori con domicilio all’estero e permette corse illimitate con le ferrovie, gli autobus e gli autopostali per un numero limitato di giorni, come un abbonamento generale.

Per gli svizzeri che vogliono fare brevi viaggi, invece, non c’è un prodotto comparabil. Per loro bisogna quindi utilizzare dei biglietti dei mezzi pubblici che hanno una struttura tariffaria differente, spiega. «Il prezzo di questi biglietti è calcolato in modo diverso a seconda delle aziende di trasporti pubblici nostre partner: noi come intermediari non ci guadagniamo di più», assicura il responsabile.

Ai clienti si fanno presenti delle alternative - Molti svizzeri, continua il direttore, hanno tuttavia un abbonamento generale o un metà prezzo e possono quindi approfittare di condizioni migliori. Con il metà prezzo, per esempio, il tour considerato in questo articolo verrebbe a costare 842.50 franchi, quindi meno che a un turista.

Maeder sottolinea che solo 1 svizzero su 10 tra coloro che prenotano sulla piattaforma STC è sprovvisto di metà prezzo o di generale. L’anno scorso sono stati in 700: «Li abbiamo contattati telefonicamente e abbiamo chiesto loro se non volessero acquistare un metà prezzo e approfittare così di una riduzione sui viaggi in treno», assicura il direttore.

Commenti
 
Maryl Fusi 8 mesi fa su fb
Turismo in rovescia....
Elena Melone 8 mesi fa su fb
Qui a Locarno ogni tanto mi vergogno di essere di Zurigo. I turisti non pagono i mezzi e il più delle volte si comportono malissimo: Zaini sul sedile, cosi noi che paghiamo il prezzo intero possiamo stare in piedi, bambini che corrono in giro e altro
Alessandra Schulz 8 mesi fa su fb
Amore guarda questo Patrick Schulz!???
Patrick Schulz 8 mesi fa su fb
Sarebbe ora!!!
Bandito976 8 mesi fa su tio
Ormai lo svizzero é quello da spennare. Al posto di avere vantaggi, se lo fanno mettere al c..o dagli stranieri. BRAVI!
Cristina Decarli Ex Wartenweiler 8 mesi fa su fb
A me hanno detto che li vale anche il giornaliero che si prende in municipio
Gabriele Mossi 8 mesi fa su fb
Normalmente nel resto del mondo sono i residenti ad essere agevolati.. chiaramente in Svizzera funziona al contrario..?
Mario Bernasconi 8 mesi fa su fb
Gabrielle Mossi, come reagirebbero i nostri euro(eu)-turbos se Juncker's, Merkel's gente ecc. dovessero pagare di più??? ;-) ;-) ;-)
Angela Engel 8 mesi fa su fb
?
tip75 8 mesi fa su tio
logico....d'altronde lo svizzero è il solo stupidone che paga anche più degli altri e non batte ciglio, lo sanno tutti!!! ma mister prezzi cosa ne pensa? e tutti i difensori delle discriminazioni dove sono adesso?
Nube Saab 8 mesi fa su fb
Non ne vale la pena il glaciar express!!! Viaggi in quei vagoni chiusi e caldissimi, tra TANTI che mentre mangiano del cibo (in vagone) molto puzzolente e pretendono allo stesso tempo di farsi dei selfie o delle fotografie quasi in cima a te. Poi il corridoio viene bloccato dai camerieri (6-7) che ogni uno ci porta la composizione del tuo menù. E via sei en un bel pezzo della trata sommerso in un mercato delle spezie a ruote. E che dire poi degli WC ? i più sporchi della SBB, certo questo se aggiungi all’aroma delle spezie. Vi consiglio di prendere per la stessa tratta i treni regionali, tranquillissimi. Potresti avere anche un vagone soltanto x te, poi abbassare la finestra e fare degli scatti più belli e non come nel glaciar express che ti viene addosso anche il riflesso delle finestre. I treni regionali hanno un prezzo contenuto. Ormai la vista è quella sia dal glaciar che dal regionale, no cambia è la stessa?
Stephan Luis Bürgi 8 mesi fa su fb
signora, suvvia, non sia polemica!
Barbara Gotti 8 mesi fa su fb
Il sistema, così com’è, non va bene. Non si può svantaggiare nessun turista con prezzi così, che abiti in Svizzera o meno, in più non lo si deve costringere ad acquistare un abbonamento annuale al treno per avere degli sconti!!! Vivo qui da 4 anni, e so che ci sono dei posti spettacolari da vedere ma non mi piace farmi spennare come un pollo!!!
Elena Melone 8 mesi fa su fb
Mi hai preso le parole di bocca ??. Io sono qui a Locarno da 3 anni. Il mio figlio lavora e abita qui e io sono venuto qui perchè il clima è meglio per la mia salute dei polmoni
Joujoux Juana 8 mesi fa su fb
Désirée Ferrari
Carolina Botta 8 mesi fa su fb
Ben svegliata ragazza...
matteo2006 8 mesi fa su tio
Ecco da almeno 1 anno stavo pensando si andare a fare uno di queti tour o anche solo per un giorno ma il costo mi frenava, anche le corse giornaliere sono molto care, ora non mi vedono più di sicuro se noi svizzeri siamo quelli che devono sborsare; poi si lamentano del turismo e che gli Svizzeri vanno da altre parti? La montagna e la ferrovia restano li ancora per un bel pò di tempo quindi aspettando che cambino politica mi godrò altre mete.
Christian Schlaepfer 8 mesi fa su fb
Già è poi si chiedono perché andiamo all’estero
Giorgio Hürzeler 8 mesi fa su fb
L'hanno scorso... ... brividi ?
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-02-19 00:25:13 | 91.208.130.86