Keystone
+ 7
SCIAFFUSA
24.07.2017 - 16:440
Aggiornamento : 17:16

Armato di motosega: voleva colpire la cassa malati

L'obiettivo dell'uomo che sta seminando il panico tra la popolazione di Sciaffusa era l'assicurazione malattia CSS. Ha ferito due persone. Una è grave. Il 51enne vive nei boschi

SCIAFFUSA - Ce l’aveva con le casse malati, in particolare con la sua cassa malati. L’uomo armato di motosega che in queste ore sta seminando il terrore per le strade di Sciaffusa aveva un obiettivo: colpire l’assicurazione malattia CSS. Per quale motivo non si sa ancora, anche perchè l’uomo non è stato ancora fermato. I nuovi particolari sono stati riferiti nel corso di un’affollatissima conferenza stampa che si è tenuta alle 16.00 nella cittadina sul Reno.

Gli inquirenti hanno reso noto l’identità dell’uomo. Si tratta del 51enne Franz Wrousis. Un uomo senza fissa dimora. Abitava in prevalenza nei boschi e, stando a quanto hanno comunicato oggi le forze dell’ordine, «poteva risultare pericoloso se messo alle strette». L'uomo ha avuto il suo ultimo domicilio nei Grigioni, cantone in cui era immatricolato anche il suo piccolo furgone, un VW Caddy di colore bianco, già ritrovato dalla polizia.

La polizia non esclude che Franz Wrousis, oltre alla motosega, possa avere con sé altre armi. In passato - ha fatto sapere il procuratore generale Peter Sticher - ha ricevuto due denunce, nel 2014 e nel 2016, per infrazione alla Legge federale sulle armi.

Per quanto riguarda le vittime - si parla cinque feriti - una è molto grave, l’altra ha riportato ferite di media gravità. Nessuno è comunque in pericolo di vita anche se entrambi si trovano ancora in ospedale e non sono state ancora sentiti dagli inquirenti. Per tanto non è possibile conoscere il motivo dell’aggressione. «Si tratta comunque di un contenzioso tra Wrousis e la cassa malati CSS» ha spiegato il procuratore pubblico.

Gran parte della città vecchia continua ad essere sbarrata a causa di una «situazione eccezionale». Alle ricerche stanno prendendo parte un centinaio fra poliziotti in divisa e in borghese, anche provenienti da cantoni limitrofi.

Come detto Franz Wrousis, alto circa 1m90 e diversamente da come appare sulle foto, calvo, ha fatto perdere le proprie tracce e non si sa dove si sia nascosto. Molto probabilmente è tornato nei boschi. Per ora la polizia non si sente di sconsigliare le passeggiate nelle zone boschive di Sciaffusa, ma ha tenuto a precisare che chiunque dovesse notare qualcosa di sospetto dovrà rivolgersi immediatamente alla polizia.

 

 

Keystone
Guarda tutte le 11 immagini
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-02-28 05:34:39 | 91.208.130.89