Immobili
Veicoli

CHAMPIONS HOCKEY LEAGUELugano, niente da fare: Tappara ancora indigesto

05.09.21 - 20:38
Seconda sconfitta contro il Tappara per il Lugano
keystone-sda.ch (Alessandro Crinari)
Lugano, niente da fare: Tappara ancora indigesto
Seconda sconfitta contro il Tappara per il Lugano
Bianconeri battuti 3-2 all'overtime ma in buona posizione nella corsa verso gli ottavi.

TAMPERE - Battuto 3-6 alla Cornèr Arena e… battuto 2-3 (ma all'overtime) al Tampere Ice Stadium: il Tappara Tampere si è nuovamente dimostrato indigesto per il Lugano, al secondo passo falso nella sua giovane avventura in Champions Hockey League.

Contro la truppa di Jussi Tapola i bianconeri hanno faticato a imporre i loro ritmi e a disegnare le loro trame. Tatticamente meno impreparati dello Skelleftea, i finlandesi hanno infatti presto ingabbiato Alatalo e compagni, trovando il veloce vantaggio con Jurgens (7’). La pressione locale si è attenuata solo dopo la metà del primo periodo quando, finalmente, il Lugano è riuscito a creare le prime occasioni. Senza tuttavia concretizzarle. Dopo la sirena, però, i bianconeri sono tornati a soffrire la velocità e l’intraprendenza dei rivali, che hanno sfondato a più riprese facendo il bello e il cattivo tempo dalle parti di Schlegel. L’estremo difensore dei ticinesi si è inchinato a Vanhatalo (29’ in powerplay), ma ha pure salvato più volte la baracca, parando tutto il possibile - compreso un rigore a Peltola - e tenendo così i suoi in partita. I suoi interventi, uniti all’improvviso gol di Riva (39’44”), hanno permesso agli uomini di McSorley di entrare negli ultimi 20’ di sfida con la speranza di poter raddrizzare la situazione. Questa è stata accompagnata dal giusto atteggiamento, dalla giusta volontà e… dalla giusta dose di fortuna. Tutto è servito per confezionare, a 47” dalla fine, il pari, siglato ancora da Riva. Il buonumore ticinese è durato però poco. All'overtime, in powerplay, con Austin i finlandesi hanno infatti trovato il punto del definitivo 3-2.

Fastidiosa, la sconfitta non complica particolarmente la corsa del Lugano verso gli ottavi di finale: secondi con un punto di margine lo Skelleftea (5-3 agli Eisbären Berlino), per passare il turno ad Arcobello e soci “basterà” - nelle ultime due sfide del primo turno - mettere insieme un punto meno degli svedesi e chiudere pari in classifica. I bianconeri però giocheranno due volte contro gli Eisbären, avversario sicuramente più morbido del Tappara Tampere con il quale si dovranno misurare Mascherin e soci. 

TAPPARA TAMPERE-LUGANO 3-2ds (1-0; 1-1; 0-1; 1-0)
Reti: 6’25” Jurgens (Salonen) 1-0; 28’18” Vanhatalo (Merela, Levtchi) 2-0; 39’44” Riva (Carr, Fazzini) 2-1; 59’13” Riva 2-2; 62'38" Austin (Kuusela, Virta) 3-2.
LUGANO: Schlegel; Riva, Alatalo; Müller, Loeffel; Guerra, Chiesa; Wolf, Nodari; Carr, Arcobello, Fazzini; Herburger, Morini, Boedker; Josephs, Thürkauf, Bertaggia; Walker, Tschumi, Traber.

COMMENTI
 
sergejville 1 anno fa su tio
Punticino? Altro che punticino: questo vale oro. Per come lo si è ottenuto e per la classifica! E soprattutto contro chi.
Evry 1 anno fa su tio
Complimenti, impegno di tutti, perfino un po meglio l'88. Comunque troppe penalità in particolare quella di Löffel conseguente alla perdita del disco, errore imperdonabile e poi il fallo da ingenuo, ciò è costato il secondo punto che poteva essere del Lugano. Chris stringi le redini a Löffel perrchè ultimamente non fa tutto quello che deve, grazie e FORZA LUGANO, amercoledì.
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SPORT