Ti-press (Pablo Gianinazzi)
+8
COPPA SVIZZERA
13.04.2021 - 21:400
Aggiornamento : 14.04.2021 - 14:58

«La sconfitta ci fa male»

Jacobacci e Sabbatini volti (scuri) del Lugano.

«Siamo delusi, in Coppa volevamo arrivare in fondo».

LUGANO - Rammarico e amarezza per un’eliminazione evitabile: Maurizio Jacobacci fa fatica ad accettare la sconfitta patita dal Lucerna, che ha causato la fine della corsa del suo Lugano in Coppa Svizzera. 

«Nel primo tempo avremmo dovuto segnare di più - ha sottolineato l’allenatore bianconero - ci sono state molte belle occasioni con Sabbatini, Maric e Abubakar. Anche Bottani ha avuto un’occasione. Il vento li ha aiutati sulle due reti segnate; noi invece, con il palo interno colpito da Ardaiz nei supplementari, siamo stati sfortunati. Al 117’ c’è anche stata la grande parata di Müller su Maric. Peccato. Con il rigore ce la saremmo potuta giocare… ancora ai rigori. Abbiamo creato tanto… alla fine rimane l’amaro in bocca: il Lugano meritava di vincere. Il vento li ha favoriti. La stessa cosa è capitata a noi, ma non siamo stati capaci di sfruttare questa situazione anomala. Mi ripeto, abbiamo giocato una bella partita, loro ci hanno aspettato. Le occasioni ci sono state, significa che abbiamo fatto tanto per vincerla. Niente da dire alla mia squadra. Fino all’ultimo secondo eravamo vivi, vedi il rigore sbagliato al 120’. Siamo delusi, in Coppa volevamo arrivare in fondo. Il rammarico è grande. Senza il vento non avrebbero vinto. L’uscita di Bottani? Chiaro che con lui si gioca in modo diverso, lo conoscono bene: nel secondo tempo avrebbe fatto comodo. Non è più sceso in campo per un piccolo risentimento muscolare, non volevamo rischiare». 

Tanta delusione l’ha manifestata pure Jonathan Sabbatini. «La sconfitta ci fa male - ha sospirato il centrocampista - La squadra ha dimostrato di saper fare del bel calcio. In questo momento siamo molti delusi. Sappiamo come può essere crudele la Coppa e dobbiamo dimenticare subito la sconfitta. Domenica a Berna cercheremo subito la vittoria. Non ci siamo tirati indietro, ma in certi momenti loro non ci permettevano di attaccare. Abbiamo deciso di aspettarli, ma cercavamo il momento giusto per trovare la seconda rete. Questa è una sconfitta difficile da dirigere, mi ricorda quella di qualche anno fa in Coppa con il GC. Il Lucerna ha vinto creando poco e questo ci fa male. Ma non abbiamo niente da recriminare: abbiamo dato tutto. Riconosco la bravura di Müller. Il portiere ha fatto miracoli. Complimenti a loro per il passaggio del turno. Adesso pensiamo subito all’YB». 

CALCIO: Risultati e classifiche

Ti-press (Pablo Gianinazzi)
Guarda tutte le 12 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-07-30 08:54:03 | 91.208.130.86