Deposit
CANTONE / SVIZZERA
26.05.2021 - 10:240

Nel 2021 aumentano di netto i fallimenti aziendali in Ticino

+19% di bancarotte rispetto allo stesso periodo del 2020, però anche tante nuove "nascite"

I settori più colpiti quelli degli artigiani, della ristorazione e del commercio all'ingrosso

BELLINZONA / BERNA - Le aziende costrette a chiudere i battenti causa bancarotta sono nettamente aumentate in Ticino in questi primi mesi del 2021.

Lo indicano i dati pubblicati oggi dalla società di informazioni economiche Bisnode D&B, che mette in luce anche un boom di nascite di nuove imprese, salite a un livello record.

Nel periodo gennaio-aprile le ditte che hanno dovuto chiudere per insolvenza sono state 1'261 a livello elvetico, l'1% in più dello stesso periodo del 2020. In Ticino la progressione è stata invece netta: del 19% (a 94), una crescita superata solo da Zugo (+31%), Ginevra (+30%), Vallese (+28%) e - con numeri assoluti però ridottissimi - Uri e Obvaldo. In contro tendenza sono invece i motori economici del paese quali Zurigo (-22%) e Basilea Città (-38%), come pure i Grigioni (-10% a 19).

Ristorazione, ma non solo

Dopo un lungo periodo di calo - causato dai provvedimenti adottati per contrastare la pandemia - le bancarotte sono quindi tornate ad aumentare, riferiscono gli specialisti di Bisnode D&B. In termini assoluti i comparti più interessati dalle saracinesche abbassate sono stati quelli degli artigiani (-15% a 201), della ristorazione (+7% a 159) e del commercio all'ingrosso (+10% a 118).

Ai fallimenti per insolvenza vanno poi aggiunti quelli per lacune nell'organizzazione (articolo 731b del Codice delle obbligazioni): il numero complessivo nei primi quattro mesi sale così a 1'930 (+2%) a livello svizzero, a 207 in Ticino (+13%) e a 26 nei Grigioni (-13%).

Alcune aziende chiudono, altre aprono i battenti

Le nuove iscrizioni nella Confederazione sono state invece 17'545 nei primi quattro mesi del 2021, valore da primato e in progressione del 24% su base annua.

Ancora più marcato (+25%) è il balzo del Ticino, che vede 789 nuove realtà d'impresa, mentre i Grigioni (+24% a 374) si muovono perfettamente in linea con la media nazionale.

Il maggior numero di nuove iscrizioni ha avuto luogo nell'ambito di società di consulenza aziendale e fiscale (1'801 , +21%), di fornitori di servizi aziendali (1'758 nuove registrazioni, +12%) e infine nel commercio al dettaglio (1'584 nuove registrazioni, +56%).

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
F/A-19 2 sett fa su tio
Il bello verrà fuori più tardi, quando cominceranno i piani di rimborso credito COVID ben programmato dalle banche, ecco, li comincerà l’ecatombe.
Ro 3 sett fa su tio
Ma .... scusate la mia ignoranza ..... “ non hanno ricevuto gli aiuti ? “ Devo essere troppo ingenuo per non riuscire a capire Chissà a chi sono andati tutti i miliardi? Mah !
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-16 13:11:39 | 91.208.130.89