Immobili
Veicoli

SVIZZERAAlpiq riduce la perdita netta nel primo semestre

24.08.20 - 08:22
Il deficit è passato dal 206 milioni di franchi a 84.
Keystone
SVIZZERA
24.08.20 - 08:22
Alpiq riduce la perdita netta nel primo semestre
Il deficit è passato dal 206 milioni di franchi a 84.

ZURIGO - Nei primi sei mesi dell'anno Alpiq ha ridotto il deficit: la perdita netta si attesta a 84 milioni di franchi, contro 206 milioni nello stesso periodo dell'anno scorso. Il fatturato è sceso del 18% a 1,83 miliardi di franchi, ma gli ammortamenti sono diminuiti da 324 milioni di franchi a 65 milioni.

Il deficit al lordo d'interessi e tasse (Ebit) si è così ridotto a 70 milioni, rispetto ai 206 milioni del primo semestre 2019, secondo il rapporto intermedio pubblicato oggi.

Il margine operativo lordo (Ebitda), esclusi gli ammortamenti, è più che raddoppiato a 116 milioni.

L'utile lordo rettificato della produzione di energia elettrica in Svizzera è risultato positivo per 37 milioni, contro una perdita di 56 milioni nel 2019. La produzione non indigena ha generato un risultato più che dimezzato a 24 milioni, principalmente a causa dell'abbandono del carbone. Il commercio internazionale di energia ha generato un maggiore EBITDA rettificato di 5 milioni franchi a 58 milioni.

Il gruppo sottolinea che vi è stato un massiccio calo della domanda di energia elettrica durante il lockdown in aprile e maggio in particolare, che si è tradotto in una riduzione dei prezzi. Tuttavia, la copertura della produzione del gruppo per due o tre anni ha permesso di proteggerlo da questi effetti negativi.

Grazie in particolare al miglioramento del cash flow operativo da 100 milioni a 180 milioni, l'azienda energetica è riuscita a ridurre l'indebitamento netto a 64 milioni di franchi, contro i 206 milioni di sei mesi prima.

Per l'intero esercizio la direzione prevede di rimanere al di sopra della soglia di redditività operativa in termini rettificati.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE ECONOMIA