APPLENuovi MacMini e MacBook Pro, il segreto è l'M2

17.01.23 - 19:51
Apple ha presentato i nuovi processori M2 Pro e M2 Max e i nuovi MacMini e MacBook Pro
Apple
Nuovi MacMini e MacBook Pro, il segreto è l'M2
Apple ha presentato i nuovi processori M2 Pro e M2 Max e i nuovi MacMini e MacBook Pro

SAVOSA - Apple ha svelato oggi sul suo sito e con dei comunicati alla stampa i nuovi processori M2 potenziati, si chiamano M2 Pro e M2 Max e saranno i motori che permetteranno ai nuovi Mac mini e MacBook Pro (da 14 e 16 pollici) di spingere ancora più in là i propri limiti. 

Il nuovo M2 Pro è stato costruito con un processo a 5 nanometri di seconda generazione capace di inserire 48 miliardi di transistor in un processore grande quanto un’impronta digitale. Raddoppia quindi il numero di transistor rispetto al precedente M2 (presentato circa 7 mesi fa) che, di suo, presentava il 20% in più di transistor rispetto ai processori M1 Pro. I nuovi MacBook Pro avranno 12 cuori, 8 ad altre prestazioni e 4 ad alta efficienza, che garantiranno il 20% di prestazioni in più rispetto agli M1 Pro. Si rinnova anche la nuova GPU, il processore grafico, che avrà 19 cuori capaci di prestazioni del 30% superiori a quelle dei “vecchi” M1 Pro e quindi anche il Neural Engine, con 16 cuori, migliorerà le prestazioni di Machine learning, come per esempio il rendering video, del 40%. 

L’M2 Max unisce le prestazioni della CPU e del Neural Engine del nuovo M2 Pro con una GPU ancor più performante in un contesto di efficienza energetica che, spiega Apple, non penalizza la durata della batteria che Apple promette di ben 22 ore. Il numero di transistor sale a 67 miliardi superando di 10 miliardi il precedente M1 Max e ben tre volte più di quanti ve ne siano nel M2 di base. Rispetto al nuovissimo M2 Pro raddoppia la larghezza di banda (400 GB/2) triplica la memoria presente sul processore (salirà fino a 96GB) e raddoppia il numero di cuori presenti nella GPU: ben 38. Rispetto al precedente M1 Max i balzi di prestazione sono del 20% per la CPU, e del 30% per quanto riguarda la GPU.

Se vi siete persi nei numeri non vi preoccupate, sin dai primissimi Apple Silicon, i processori che Apple realizza in casa, Apple in tutte le sue linee di prodotti sta puntando forte sulle prestazioni pure per tenere a distanza la concorrenza. Spesso il risultato è quello di offrire molta potenza in eccesso, ma per quanto riguarda i prodotti presentati oggi il target, come è stato spiegato da Apple in modo chiara, sono i professionisti, sviluppatori, scienziati e artisti che, davvero, traggono vantaggi da queste specifiche da capogiro. Tutta questa potenza avrà sostanzialmente tre nuove “case”: il nuovissimo MacMini e due MacBook Pro (da 14 e 16 pollici).

MacBook Pro - La potenza di calcolo è fondamentale per prodotti definiti Pro, ma senza il giusto hardware tutta questa potenza potrebbe venire sprecata. I due nuovi MacBook Pro avranno entrambi schermi XDR Liquid retina, Wi-Fi 6E, porte HDMI, Thunderbolt 4 e anche SDXC. Come dicevamo la memoria RAM potrà arrivare a 96GB nei modelli di punta, mentre la memoria solida potrà raggiungere gli 8 TB.


I prezzi sono altamente variabili e li trovate riassunti qui sotto (in grassetto quelli con i nuovi processori):

MacBook Pro 14 10C CPU/16C GPU/16GB/512GB: CHF 2.199
MacBook Pro 14 12C CPU/19C GPU/16GB/1TB: CHF 2.749
MacBook Pro 14 12C CPU/30C GPU/32GB/1TB: CHF 3.399

MacBook Pro 16 12C CPU/19C GPU/16GB/512GB: CHF 2.749
MacBook Pro 16 12C CPU/19C GPU/16GB/1TB: CHF 2.969
MacBook Pro 16 12C CPU/38C GPU/32GM/1TB: CHF 3.849

Mac mini 8C CPU/10C GPU/8GB/256GB: CHF 649
Mac mini 8C CPU/10C GPU/8GB/512GB: CHF 869
Mac mini 10C CPU/16C GPU/16GB/512GB: CHF 1.399

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE