Immobili
Veicoli

CINAWeChat ha bannato degli account LGBT+

07.07.21 - 17:06
I membri della comunità LGBT+ hanno denunciato l'accaduto
keystone-sda.ch / STF (Mark Schiefelbein)
WeChat ha bannato degli account LGBT+
I membri della comunità LGBT+ hanno denunciato l'accaduto

PECHINO - WeChat, il servizio di social media e chat più popolare della Cina, ha rimosso martedì sera determinati account LGBT+, suscitando inquietudine tra i membri della comunità, preoccupati che il Governo stia rafforzando il controllo sui loro contenuti.

Come informa l'agenzia di stampa AP, ai titolari degli account è giunto un avviso di «violazione delle regole», ma senza ulteriori dettagli o spiegazioni.

Non è chiaro se la decisione sia stata presa dalle autorità cinesi. L'operatore di WeChat, Tencent Holding Ltd., non ha risposto a una richiesta di commento.

Il Partito Comunista Cinese (Pcc), lo ricordiamo, ha depenalizzato l'omosessualità nel 1997, ma gay, lesbiche, bisessuali, transessuali e altre minoranze «devono ancora affrontare una certa discriminazione perenne», denunciano diverse ONG, con l'atteggiamento delle autorità «sempre più rigido».

I contenuti degli account WeChat, che includevano storie personali e foto di eventi di gruppo, erano gestiti in particolare da alcuni studenti universitari.

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE ECONOMIA