Cerca e trova immobili

ITALIASalvini pensa a una centrale nucleare a Milano nel 2032

11.10.23 - 11:02
«Io da milanese lo vorrei un reattore di ultima generazione nella mia città, perché sono sicuro che sia energia pulita, sicura e costante»
keystone-sda.ch (EXPA/JOHANN GRODER)
Fonte Ats ans
Salvini pensa a una centrale nucleare a Milano nel 2032
«Io da milanese lo vorrei un reattore di ultima generazione nella mia città, perché sono sicuro che sia energia pulita, sicura e costante»

MILANO - Il vicepresidente del consiglio italiano Matteo Salvini ipotizza una centrale nucleare italiana nel 2032 e vorrebbe vederla nascere a Milano.

Sulla possibilità di rendere operativo l'impianto «ho chiesto ad alcuni tecnici: se noi domani, nel 2024, superando il dibattito ideologico su "referendum sì, referendum no" partissimo con i lavori quanto ci vorrebbe. Ci vogliono 7-8 anni, quindi significa che nel 2032 si può accendere il primo interruttore», ha affermato oggi il ministro delle infrastrutture e dei trasporti.

«Il difficile è passare dalle parole alla pratica», ha proseguito il 50enne durante un evento intitolato "Nucleare. Si può fare" organizzato a Roma da Banca Finnat. «Bisogna coinvolgere almeno quattro ministeri, magari coinvolgendo anche il comitato tecnico per il coordinamento economico. Bisogna coordinarsi, e a livello europeo non bisogna ragionare ideologicamente».

«Io da milanese lo vorrei un reattore di ultima generazione nella mia città, perché sono sicuro che sia energia pulita, sicura e costante», ha insistito il segretario federale della Lega. «Io l'ho detto 2-3 anni fa, la prima centrale la vorrei a Milano», aggiunge Salvini. «Apriti cielo. Io lancio un segnale politico è facile dire sì al nucleare ma nella provincia affianco».

«Ci tengo a portarvi il convinto sostegno non solo della mia forza politica ma dell'intero governo», ha aggiunto Salvini nel suo intervento. «A questo convegno partecipano tre ministri: io della Lega, Pichetto di Forza Italia e Urso di Fratelli d'Italia. C'è un'idea complessiva di sintesi. Ora cerchiamo di pianificare».

«L'ideologia l'anno scorso ci ha portato a un aumento dell'8% di consumo del carbone. Tutti con la Tesla e i monopattini, se non sei elettrico sei out. E questo ci ha portato ad aumentare i consumi di carbone», ha osservato l'ex ministro dell'interno. «Mentre eravamo qui a pensare a come ricaricare l'auto elettrica, gli amici tedeschi chiudevano le centrali nucleari e aprivano quelle a carbone. Qualcuno più a est fa centrali a carbone per darci l'auto elettrica».

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Nikooo777 8 mesi fa su tio
Il nucleare e' l'unica soluzione vera e propria al futuro energetico. Volenti o nolenti e' cosi'. Vi invito ad informarvi, anche semplicemente su youtube.

Tirasass 8 mesi fa su tio
Risposta a Nikooo777
Gestione delle scorie altamente problematica + estrema instabilità geopolitica mondiale = no

Tirasass 8 mesi fa su tio
Che i m be ci lle

Princi 8 mesi fa su tio
bravo Matteo il nucleare è la soluzione giusta

Sig der sauer 8 mesi fa su tio
Perché a Milano? Potrebbe fare un cantiere unico e costruirla sotto il ponte sullo stretto di Messina…😂😂😂

Disà 8 mesi fa su tio
volenti o nolenti il problema dell' energia sarà sempre più pressante

Voilà 8 mesi fa su tio
Superando questo e quello, coinvolgendo questo e quello, referendum si o no, ragionamento ideologico europeo... nel 2100 il suo pensiero potrà forse diventare realtà.

Lello 8 mesi fa su tio
bene,almeno quando noi saremo senza,potremo acquistare la corrente da lì,mantenendo la nostra coscienza pulita

Righe76 8 mesi fa su tio
Salvini da quando il cavaliere non c’è più ha perso il senso della ragione!

pag 8 mesi fa su tio
Risposta a Righe76
ma quando mai l'ha avuto? questo e' sempre stato un babbeo

Blobloblo 8 mesi fa su tio
Fidass, se la manutenzione è poi come quella per i ponti anche no, grazie!

vox_scriptum 8 mesi fa su tio
Risposta a Blobloblo
i soliti st up idi discorsi, ticino zona perfetta….

Nikooo777 8 mesi fa su tio
Risposta a Blobloblo
il nucleare in tutto il mondo e' sorvegliato da un ente internazionale. Sarebbe una delle poche cose che sarebbe perfettamente sicura anche in Italia.
NOTIZIE PIÙ LETTE