Keystone
STATI UNITI
07.08.2020 - 19:090

Scintille Canada - USA, Trump rilancia la guerra dei dazi

«Il Canada se ne approfitta di noi, come sempre» ha detto il Presidente statunitense

Trump ha annunciato una tariffa del 10% sull'importazione di alluminio

WASHINGTON - In piena pandemia e a meno di un mese dall'entrata in vigore del nuovo accordo commerciale nordamericano Usmca, Donald Trump rispolvera la guerra dei dazi col Canada, annunciando la reintroduzione di una tariffa del 10% sull'importazione di alluminio a partire dal 16 agosto.

Una decisione «ingiustificata e inaccettabile», ha replicato Ottawa, che nel giro di un mese imporra' contromisure per 3,6 miliardi di dollari canadesi (2,4 miliardi di franchi svizzeri), come ha spiegato la vice premier Chrystia Freeland. Le ritorsioni, ha aggiunto, «entreranno in vigore alla fine di un mese di consultazioni del premier Justin Trudeau su una lunga lista di prodotti contenenti alluminio».

Il tycoon ha illustrato quella che sembra una mossa elettorale durante una visita a una fabbrica di lavatrici in Ohio, uno degli Stati in bilico per la sua rielezione, nel Midwest industriale in crisi.

«Ho firmato un provvedimento che difende l'industria americana reimponendo delle tariffe doganali sull'alluminio canadese. Il Canada se ne approfitta di noi, come sempre», ha spiegato. «I produttori canadesi hanno violato i loro impegni», ha proseguito, riferendosi alla loro promessa del maggio 2019 di non inondare gli Usa con le esportazioni, cresciute in un anno dell'87%. Il presidente ha invocato la minaccia alla produzione di alluminio americano e quindi alla sicurezza nazionale.

«In un periodo di pandemia mondiale e di crisi economia, l'ultima cosa di cui i lavoratori canadesi e americani hanno bisogno è l'imposizione di nuove tariffe doganali che aumenteranno i costi per i produttori e i consumatori e che nuoceranno alla libera circolazione degli scambi economici e alle economie dei due Paesi», gli aveva risposto subito dopo Freeland, contestando che l'alluminio canadese comprometta la sicurezza nazionale Usa. «Difenderemo sempre i nostri lavoratori dell'alluminio», le aveva fatto eco il premier Justin Trudeau su Twitter.

La decisione di Trump non è piaciuta neppure in patria. La Camera di commercio Usa l'ha criticata avvisando che «aumenterà i costi per i produttori americani», «in gran parte contrari», e che «causerà misure di ritorsione contro gli esportatori americani».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
cle72 1 mese fa su tio
Guerrafondaio, costruttore di muri anti umanità. Se lo rieleggono gli USA perderanno in partenza
miba 1 mese fa su tio
Elezioni più che mai urgenti. Non cambierà molto ma sarà comunque meno peggio.....
roma 1 mese fa su tio
Sarà rieletto?
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-20 00:36:02 | 91.208.130.89