Cerca e trova immobili

GIAPPONEFermati altri due "sushi tero". Volevano «far divertire» il loro pubblico

05.04.23 - 17:50
Un 34enne e un 35enne sono stati accusati di turbativa nell'esercizio dell'attività e di distruzione della proprietà altrui
Imago
Fermati altri due "sushi tero". Volevano «far divertire» il loro pubblico
Un 34enne e un 35enne sono stati accusati di turbativa nell'esercizio dell'attività e di distruzione della proprietà altrui

TOKYO - Un altro "scherzo", un altro arresto. La polizia giapponese ha arrestato due giovani che lo scorso settembre in un ristorante dedicato al sushi hanno contaminato con le proprie bacchette, e quindi con la propria saliva, le pietanze destinate anche ad altri clienti.

I giovani, l'uno di 34 e l'altro di 35 anni, sono accusati di turbativa nell'esercizio dell'attività e di distruzione della proprietà altrui. Alcuni mesi fa, ben prima che si verificasse una vera e propria ondata sui social, avevano pubblicato un video in cui usando le bacchette con cui stavano mangiando avevano preso da una ciotola dedicata a tutti i clienti dei pezzi di zenzero, senza quindi usare le posate dedicate e contaminando in questo modo il cibo. Il fatto è avvenuto in un ristorante della catena Yoshinoya. Il video è emerso solo negli ultimi mesi, quando il trend dei "sushi tero" si è affermato sui social.

La polizia ha dichiarato alla Kyodo news agency che l'intenzione dei due fosse di «far divertire». Ma per una risata il ristorante, che si trova a Osaka, ha dovuto temporaneamente chiudere per sanificare tutti i suoi ambienti, disinfettare tutti i contenitori e rimpiazzare le loro forniture di zenzero in salamoia.

Già alcuni giorni fa alcuni giovani osno stati fermati per aver contaminato in un ristorante di sushi i piatti destinati ad altre persone. Il trend social ha causato alle grandi catene un tonfo in borsa, un enorme calo della clientela e della fiducia, nonché un'enormità di costi aggiuntivi per garantire ai clienti un ambiente protetto in cui consumare il proprio cibo.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

volabas56 1 anno fa su tio
Sicuramente le condanne in Giappone non saranno come qui da noi. Quello che meritano questi 2 i..i.

angie2020 1 anno fa su tio
idio......ti

Mat78 1 anno fa su tio
Anti-social

Meganoide 1 anno fa su tio
Ah, ecco l'apoteosi dell'intelligenza umana e della sensibilità sociale, i grandi maestri dell'umorismo del XXI secolo
NOTIZIE PIÙ LETTE