keystone-sda.ch
Derek Chauvin, l'ex agente di polizia di Minneapolis giudicato colpevole per l'omicidio di George Floyd.
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
FRANCIA
2 min
Crolla un palazzo, si temono «almeno cinque persone» sotto le macerie
All'origine del crollo, informano i pompieri, sembrerebbe esserci stata un'«esplosione»
CINA
17 min
«Che veniate o no, i Giochi ci saranno e saranno un successo»
Gli Stati Uniti hanno annunciato ieri un «boicottaggio diplomatico» dei Giochi Olimpici di Pechino, del 2022
MONDO
2 ore
Covid, l'Oms "boccia" il plasma dei convalescenti
La terapia «non incrementa le chance di sopravvivenza né riduce la necessità di ricorrere alla ventilazione meccanica»
REGNO UNITO
11 ore
«Facebook ha lucrato sul genocidio dei Rohingya»
Lo sostiene una doppia class action che chiede al social di Zuckerberg 150 miliardi di dollari
Francia
12 ore
Ordinano stupri online, è la nuova frontiera del turismo sessuale
Chi paga questo "servizio" è nel 100 per cento dei casi un uomo e non è escluso che sia un padre di famiglia
STATI UNITI
13 ore
Harvard aggiunge la casta tra le categorie protette
Molti gli studenti di origine indiana che hanno dichiarato di aver subito discriminazioni all'interno dell'ateneo
GERMANIA
14 ore
Il nuovo governo di Scholz non si dimentica le donne
Presentato oggi il nuovo esecutivo dell'alleanza “semaforo” ha 8 ministre e 8 ministri
ITALIA
15 ore
Brevettato il "trucco" per ingannare il coronavirus
I risultati di uno studio italiano. Basato sull'uso di aptameri, potrebbe essere il primo tassello di un nuovo farmaco.
ITALIA
16 ore
Minacce dai "No vax", il Governatore Fedriga è sotto scorta
Il Presidente della Conferenza delle Regioni Italiane: «Spero la situazione si risolva presto»
LA FOTO
STATI UNITI
17 ore
La foto di Natale con i fucili d'assalto che fa discutere gli USA
L'albero addobbato, la famiglia riunita, e i... fucili d'assalto. Un'immagine che ha provocato una marea di polemiche
LE IMMAGINI
AUSTRIA
17 ore
Nehammer ha giurato, è il nuovo Cancelliere
La breve parentesi di Schallenberg si è conclusa: torna a ricoprire il ruolo di Ministro degli Esteri
ITALIA
19 ore
Uccise una bimba di 18 mesi, condannato all'ergastolo
Il 26enne è stato incriminato per l'omicidio della figlia della compagna
ITALIA
20 ore
Incastrati da un festino gli stupratori del Varesotto
I due avevano violentato una 21enne su un convoglio delle Nord e assalito un'altra giovane alla stazione di Venegono
STATI UNITI
21 ore
In 900 licenziati via Zoom
Un taglio del personale improvviso, prima delle festività, che non è passato inosservato
MONDO
LIVE
La Polonia annuncia la stretta: «Ci sono troppi morti»
Il premier polacco: «Discuteremo restrizioni per i non vaccinati». Air France vola di nuovo in Sudafrica, con quarantena
LE FOTO
TAIWAN
23 ore
Quei rospi giganti che preoccupano Taiwan
Si tratta di una specie invasiva e particolarmente tossica, finora mai individuata sull'isola
MYANMAR
1 gior
Aung San Suu Kyi condannata a 4 anni
La leader birmana, processata dopo il golpe, è stata accusata di incitamento al dissenso contro la giunta militare
ITALIA
1 gior
È il giorno del "super Green Pass" italiano
A partire da oggi sarà necessario - per alcune attività - il nuovo Certificato Covid italiano, basato sul modello 2G
VIDEO
ITALIA
1 gior
Rocciatore travolto da onda: finisce in mare e muore
L'incidente è avvenuto a Moneglia, in provincia di Genova
ITALIA
1 gior
Violenza sessuale sul treno e in stazione: due arresti
Si tratta di due giovani, un italiano e un nordafricano
STATI UNITI
05.05.2021 - 12:150

Caso Floyd, l'ex agente chiede un nuovo processo

Per i legali di Chauvin il procedimento non è stato equo in quanto viziato dalla pubblicità negativa attorno al caso

Derek Chauvin è stato condannato lo scorso 20 aprile per l'omicidio di George Floyd. La giuria lo ha dichiarato colpevole di tutti e tre i capi d'accusa: omicidio preterintenzionale di secondo grado, omicidio di terzo grado e omicidio colposo di secondo grado.

MINNEAPOLIS - Derek Chauvin, l'ex agente di polizia condannato lo scorso 20 aprile per l'omicidio di George Floyd, vuole un nuovo processo. Uno dei suoi legali, Eric Nelson, ha presentato ieri una mozione di quattro pagine in cui vengono elencati una serie di errori - attribuiti sia al giudice Peter Cahill che ai giurati - che avrebbero impedito al suo assistito di avere un processo equo.

Non solo. Come viene riportato dalla stampa d'oltreoceano, il legale di Chauvin ha fatto riferimento nelle pagine del documento anche al "battage pubblicitario" che ha anticipato (e incorniciato) quello che era di fatto uno dei processi più attesi di sempre negli Stati Uniti. Prendendo in prestito le sue parole, l'ha definita una narrazione «tanto pervasiva e pregiudiziale» da generare «difetti strutturali nell'intero procedimento legale». Ai giurati viene invece rimproverata una «cattiva condotta» così come il fatto di essersi lasciati «intimidire» dalle «pressioni dovute alla questione razziale» durante il processo.

Un giurato "nel mirino"
A dare il proverbiale "la" alla mozione presentata ieri sarebbe stato un giurato in particolare: Brandon Mitchell, l'unico ad aver parlato pubblicamente dopo la condanna dell'ex agente. La controversia nasce dal fatto che Mitchell, nell'agosto del 2020, partecipò alla commemorazione della Marcia su Washington - rimasta nella storia anche attraverso le parole di Martin Luther King Jr., che quel giorno (era il 28 agosto del 1963) pronuncio davanti al Lincoln Memorial il suo discorso "I have a dream" -, durante la quale trovò spazio anche un momento di protesta intitolato "Get Your Knee Off Our Necks" (letteralmente: levate il vostro ginocchio dai nostri colli).

Dove sta il nodo? Sta nel fatto che prima del processo fu chiesto a tutti i membri della giuria di compilare un questionario in cui veniva chiesto anche se avessero preso parte - o se conoscevano bene qualcuno che lo aveva fatto - a proteste contro «gli abusi di potere della polizia o la brutalità poliziesca». Mitchell disse di no. E in seguito spiegò che la sua partecipazione fu unicamente motivata dal voler commemorare il movimento per i diritti civili e che «l'opportunità di stare con migliaia e migliaia di persone nere» fosse «una bella opportunità per essere parte di qualcosa».

Una mossa che non sorprende
Detto questo, la mossa di Chauvin e del suo entourage non è stata un "coup de théâtre". Anzi, era attesa ed è una prassi piuttosto comune nel caso di processi che si concludono con una condanna. Tuttavia - come spiegano alcuni esperti legali, citati dal New York Times - è molto difficile che la decisione della giuria possa essere ribaltata dato il peso delle prove del caso. Una su tutte il filmato virale che mostra l'ex agente premere il ginocchio sul collo di George Floyd per 9 minuti e 29 secondi.

Derek Chauvin, lo ricordiamo, è stato dichiarato colpevole di tutti e tre i capi d'accusa formulati nei suoi confronti: omicidio preterintenzionale di secondo grado, omicidio di terzo grado e omicidio colposo di secondo grado. Un verdetto che, in attesa della sentenza sulla pena, è già considerato come una pietra miliare nella storia "razziale" degli Stati Uniti. I tre reati prevedono, rispettivamente, pene fino a 40, 25 e 10 anni di carcere. La sentenza è attesa per il mese prossimo.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
don lurio 7 mesi fa su tio
In merito al commento di joe69: Floyd conosciuto come persona nota agli agenti di Polizia. L'agente ha reagito in merito al pedigree del Floyd.Se la polizia o polizziotto ha sbagliato é giusto che paghi, ed ha il diritto di ricorrere pagando .Il criminale ha l'avvocato d'ufficio e tutta la popolazione che protestano a favore del cirminale .Leggi i media americani .Domanda il parere alla donna in cinta .....
joe69 7 mesi fa su tio
@don lurio Si ok, ma si dimentica che, per gli altri crimini, era stato processato ed aveva già scontato la pena... pertanto aveva già pagato!! I pregiudizi nn possono essere solo a senso unico... b giornata 🙂✋
don lurio 7 mesi fa su tio
Ricordiamoci che Goerge Floyd ha subito: 1998 10 mesi x rapina. 2002 8 mesi x spaccio cocaina 2004 10 mesi x cocaina 2005 10 mesi x cocaina 2007 5 anni x rapina con armi ai danni di una donna in cinta Ormai é morto che deve pagare il polizziotto....???
joe69 7 mesi fa su tio
@don lurio Ahhhh allora si poteva uccidere impunemente.... esecuzione sommaria, senza processo, visto i precedenti...senza nessun diritto di difesa e con tanto di premio... vero??? Che modo di ragionare... spero che lei nn lavori nell'ambito della giustizia...
Mattiatr 7 mesi fa su tio
In quel periodo era scoppiato il putiferio dovuto a questo tragico fatto. La giuria ha il dovere di analizzare il caso ed esprimersi a riguardo solamente una volta analizzati tutti i dati a disposizione. Questo qualsiasi cosa abbia fatto (o magari non fatto) l'imputato. Trovo giusto che la difesa richieda un nuovo processo se ha dei dubbi a riguardo (ovviamente realistici non cavolate). Effettivamente la situazione di protesta andatasi a creare potrebbe aver modificato le sorti del processo creando dei pregiudizi in alcuni elementi della giuria. In ogni caso se è colpevole resterà colpevole, se non lo è pagherà per quello che ha fatto.
seo56 7 mesi fa su tio
E ha ragione!!
Peter Parker 7 mesi fa su tio
Tra l‘altro vi siete dimenticati di dire che il procuratore generale dello Stato del Minnesota non ha ritenuto Chauvin colpevole di crimine razziale..... Un dettaglio che l‘opinione pubblica di massa non e‘ ritenuta idonea a sapere.
Peter Parker 7 mesi fa su tio
Conseguenza ovvia, scaturita dalla pressione dell‘opinione pubblica e dai media, sempre a buttar benzina sul fuoco. Che non sia stato un processo equo lo si è capito già 2 secondi dopo la sentenza. La giuria non avrebbe mai potuto deliberare in completa serenità, la pressione era troppa ed il giudice non ha di certo aiutato la situazione. Questo giurato e‘ ovviamente di parte e prevenuto e come lui chissà quanti altri. Il processo e‘ stato solo uno show per il pubblico, un pro forma giusto per dare una parvenza di giustizia. Il verdetto era già stato scritto da tempo, sotto la pressione di 1 anno di manifestazioni violente, saccheggi ed anarchia in diverse città USA.
joe69 7 mesi fa su tio
@Peter Parker Adesso veramente esageri.... la giuria nn ha potuto fare altro che accettare l'ovvietà della cosa... ma più che un video che dimostra la violenza.... che serve?? Pro Trump, pro polizia con metodi violenti... ma scusa, visto che ami tanto gli USA... perché nn ti trasferisci??? Scusa lo sfogo ma... veramente, difendere l'indifendibile mi fa girare le 🥎🥎 di processi nn equi ce ne sono stati tanti prima... sempre e solo pro forze dell'ordine.... infatti si sono sentiti spesso superiori alla legge, sicuri di nn essere puniti... ma la pacchia è finita!!! ... almeno si spera... cmq questo è stato un segnale forte....
Peter Parker 7 mesi fa su tio
@joe69 Se era tanto ovvio e scontato, allora il processo lo potevano fare in un giorno, tanto era ovvio. Oppure anche lui (come anche il peggiore dei criminali) ha diritto ad un processo equo? Io pro Trump? No, solo pro costituzione e 1. emendamento. Io pro polizia con metodi violenti? E quando mai l’ho sostenuto? Dici bene, processi non equi ce ne sono stati, motivo per cui almeno questo potevano farlo correttamente. A proposito mi dici il nome del poliziotto e quando ci sarà il processo per aver ucciso una donna disarmata durante l’attacco del 6 gennaio del Campidoglio? I processi devono essere sempre giusti, non devono essere fatti per dare un segnale o per calmare dei terroristi che manifestano in modo violento. Ti è andata male, io negli USA ci vivo, riprova.
joe69 7 mesi fa su tio
@Peter Parker Ok riprovo 😉😊 Beh ho un sacco di amici che vivono negli USA, e io ci sono stato più volte... pertanto pure io ho un po' di conoscenza del luogo😊 specialmente del Texas, Florida e Utah... Cmq che le forze dell'ordine, fino ad ora, hanno goduto di una certa impunità (lo ammetti pure te nel tuo discorso menzionando il poliziotto che ha sparato alla donna disarmata al campidoglio) .... Visto che vivi in USA, nn lo puoi negare... per quanto riguarda i terroristi del cqmpidoglio anche loro pagheranno le loro colpe.... almeno si spera 😉✋
Peter Parker 7 mesi fa su tio
@joe69 Si che lo ammetto, e lo riconfermo.il problema con questo processo e‘ che non è stato equo, questo perché le emozioni hanno prevalso sui fatti. Chauvin ha sbagliato e dovrà pagare, ma il giusto e non quello che decide l‘opinione pubblica. Il poliziotto del Campidoglio che ha ucciso la donna disarmata non sarà processato. Il nome del poliziotto non è mai stato reso pubblico ed il dipartimento di giustizia ha deciso di non procedere. Tutto normale, la vittima era bianca e per di più sostenitrice di Trump, quindi.... Ci sono e ci saranno sempre 2 pesi e 2 misure e con questo Governo e‘ ancora peggio.
Booble63 7 mesi fa su tio
Beh.. la pubblicità negativa se l’è fatta da solo. È così a fare u bulli. Poi ci scappa il morto e chiedono clemenza. Doveva pensarci quando ha visto la situazione. Gli è pure stato detto da chi gli stava attorno. Dunque che voli basso e accetti le conseguenze dei suoi atti.
seo56 7 mesi fa su tio
@Booble63 E perché mai? É un suo diritto.
joe69 7 mesi fa su tio
@Booble63 Ma guarda che, per quanto riguarda il fatto dei 2 pesi e 2 misure... è sempre stato il leitmotiv americano... ma spesdo è volentieri dalla parte dei bianchi però.. visto che vivi in USA, saprai benissimo cosa vuol significhi nascere, essere afro americano o ispanico dalle tue parti.... ti sembra normale che un ragazzo, solo per il fatto che sia afroamericano o ispanico, deve temere di andare in giro, avere paura di incontrare una pattuglia e magari essere ucciso....e questo solo perché sbaglia a muovere una mano??? A me no.... e succede spesso putroppo... ci sono persone di valore in tutte le razze!! Come persone cattive ... Ma guarda un po... le peggiori stragi americane sono state perpetrate quasi tutte da uomini bianchi.... ma si sa che.... i pregiudizi sono duri a morire!!!... il succo è che, chi sbaglia deve pagare!!! , bianco, nero, giallo che sia.... senza sconti!!
joe69 7 mesi fa su tio
Ma per favore.... ma quale pubblicità negativa??? Colpevole senza nessun dubbio!! Le immagini video parlano da sé....
seo56 7 mesi fa su tio
@joe69 Se lo dice lei!!!
Peter Parker 7 mesi fa su tio
@joe69 Quindi la procura si è divertita a chiamare tutti quei testimoni così per passatempo? Tanto il video era chiarissimo, no? Ah, la giustizia e diritto di processo, questi strani concetti
joe69 7 mesi fa su tio
@Peter Parker Mq non lo sai sai che per prassi, in un processo, (anche con prove schiaccianti!!!) bisogna chiamare tutti i testimoni a disposizione??? Appunto per avere un processo più equo possibile, anche avendo evidenze palesi...
Peter Parker 7 mesi fa su tio
@joe69 Evidenze palesi mica tanto, visto che il medico della difesa ha detto che la morte non era stata necessariamente da attribuire a Chauvin. La giuria (ora ufficialmente non equa) ha deciso per tutti i casi d‘imputazione. Si sono salvati la pelle ed ora sono a casa tranquilli. Ed ora hanno servito su un piatto d‘argento il ricorso. Bravi.
joe69 7 mesi fa su tio
@seo56 Non lo dico io... lo dicono I video!! tra l'altro anche video girati da le stesse forze dell'ordine... grazie alle famose body cam!!! Ma "capisco" che per molti, negare anche l'evidenza è lo "sport" prediletto ... non c'è peggior sordo di chi nn vuol sentire...
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-07 08:02:31 | 91.208.130.86