Immobili
Veicoli

LIBANOIl porto di Beirut prima e dopo la tremenda esplosione

06.08.20 - 11:47
L'epicentro del disastro osservato dall'occhio del satellite. Ecco tutte le foto
keystone-sda.ch (MAXAR TECHNOLOGIES HANDOUT)
Il porto di Beirut prima e dopo la tremenda esplosione
L'epicentro del disastro osservato dall'occhio del satellite. Ecco tutte le foto

BEIRUT - Le immagini della devastante esplosione avvenuta martedì pomeriggio a Beirut, al pari di quelle delle macerie delle decine di edifici dilaniati dall'onda d'urto, sono impresse a fuoco nella retina di tutti. Ma ancora più impressionante è osservare quello scenario dal cielo.

Attraverso l'occhio del satellite, che ha immortalato la zona del porto prima e dopo il disastro, il senso di desolazione è ancora più forte. La violenza dell'esplosione, alimentata da 2'750 tonnellate di nitrato d'ammonio, ha letteralmente raso al suolo tutti gli hangar presenti sulla banchina.

A rendere il quadro ancora più inquietante ci sono un altro paio di dettagli: la voragine formatasi nell'asfalto in corrispondenza dell'epicentro dell'esplosione (e già reclamata dalle acque del Mediterraneo) e la nave da crociera, ormeggiata sul lato opposto della banchina, rovesciata in mare a causa dell'onda d'urto.

Il bilancio della catastrofe fornito dal ministero libanese della Sanità conta per il momento 137 vittime e oltre 5'000 feriti. Ma si teme che il conteggio possa aumentare, considerando le numerose persone ancora disperse.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE DAL MONDO