keystone-sda.ch / STR (IBRAHIM DIRANI / DAR AL MUSSAWIR)
Esplosione a Beirut, i morti sono almeno 137 e i feriti 5000.
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
STATI UNITI
22 min
Google verserà 1 miliardo agli editori per le notizie
Nell'ambito del suo nuovo prodotto di news "Google News Showcase" lanciato da oggi in Germania e Brasile
STATI UNITI
42 min
Panne per la posta elettronica Outlook
Microsoft ha riconosciuto il problema, che dovrebbe essere stato risolto nel corso della giornata
STATI UNITI
1 ora
Arrestato e incriminato l'uomo che sparò a sangue freddo a due poliziotti a Los Angeles
Il 36enne aveva teso un'imboscata agli agenti ignari, ferendoli gravemente. Il video dell'attacco era diventato virale
MONDO
1 ora
Coronavirus: l'8% degli infetti è responsabile del 60% dei contagi
Lo rivela uno studio basato sul contact tracing di oltre 600mila persone, in India
INDIA
1 ora
Un'altra vittima di stupro scuote il paese
È in corso un'ondata di proteste e manifestazioni, per far cessare la reiterata violenza contro le donne
REGNO UNITO
2 ore
Lockdown locale anche a Liverpool
Sono circa venti milioni i britannici che stanno affrontando misure aggiuntive anti-contagio
REGNO UNITO
2 ore
Brexit: azione legale contro Londra (che tirerà diritto)
«Risponderemo alla lettera a tempo debito», ha tagliato corto un portavoce di Boris Johnson
FOTO
BELGIO
3 ore
Il Belgio ha il suo nuovo governo
La coalizione alla quale è stato affidato l'incarico ha preso il nome di 'Vivaldi', come il musicista
TURCHIA
3 ore
Nuovo coronavirus: la Turchia non conteggia gli asintomatici
Lo ha confermato il ministro della Sanità di Ankara nel corso di una conferenza stampa.
ITALIA
4 ore
Il killer di Lecce «avrebbe potuto uccidere ancora»
Il pubblico ministero, nel decreto di fermo, sottolinea «l'estrema pericolosità dell'indagato»
LIBANO
06.08.2020 - 08:570
Aggiornamento : 12:39

Nuovo bilancio dell'esplosione a Beirut: almeno 137 morti e 5000 feriti

Stanno arrivando in Libano i primi contingenti internazionali con aiuti, personale tecnico e medico

BEIRUT - In Libano stanno arrivando gli aiuti internazionali promessi all'indomani dell'esplosione di martedì, che ha distrutto il porto di Beirut e danneggiato gravemente una larga parte della città. Il nuovo bilancio, comunicato dal ministero libanese della Sanità, parla di almeno 137 morti e 5000 feriti.

Contingenti dalla Russia, dalla Turchia, dagli Stati Uniti, dall'Australia, dall'Indonesia e da altre nazioni stanno giungendo in queste ore nella capitale. La protezione civile dell'Unione europea ha inviato a sua volta medicinali, attrezzature e uomini per la ricerca dei dispersi e l'assistenza dei feriti.

Arriva Macron - Alle 12 ora locale (le 11 in Svizzera) atterrerà anche il presidente francese Emmanuel Macron, che sarà accolto all'aeroporto dal suo omologo Michel Aoun e poi si recherà al porto, per rendersi conto di persona dell'enormità della devastazione. L'esplosione ha provocato un morto e 24 feriti tra i francesi che risiedono in Libano, hanno confermato fonti governative. Il ministro della Cultura Roselyne Bachelot ha reso omaggio su Twitter alla vittima, l'architetto Jean-Marc Bonfils, e alla sua opera principale, «il restauro degli edifici storici distrutti nel corso della guerra in Libano».

Una vittima tedesca - Il ministero degli Esteri tedesco ha riferito che una dipendente dell'ambasciata è morta. La donna si trovava nella sua abitazione.

Un morto americano - L'ambasciata Usa a Beirut ha reso noto che almeno un cittadino statunitense è deceduto in seguito all'esplosione. Ci sono anche svariati feriti. Nessun membro del personale dell'ambasciata ha subito conseguenze fisiche.

Trump: «Nessuno conosce la causa delle esplosioni» - «Nessuno sa la causa delle esplosioni Beirut», ha affermato il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, spiegando che la sua amministrazione lavora al fianco delle autorità libanesi. In precedenza Trump aveva parlato di «terribile attentato», ma il Pentagono si è affrettato a smentire spiegando che non ci sono indicazioni che si sia trattato di un attacco terroristico. 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-01 15:27:59 | 91.208.130.85