Twitter/Keystone
+8
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
UNIONE EUROPEA
24 sec
Il giuramento di Lukashenko è «illegittimo»
L'Alto rappresentante per la politica estera UE è tornato a sottolineare la necessità di nuove elezioni in Bielorussia.
MONDO
31 min
Clima in agenda per il 12 dicembre
I leader mondiali si riuniranno nel giorno del quinto anniversario dell'accordo di Parigi
MESSICO
41 min
L'ex "uomo più grasso del mondo" ha sconfitto il Covid-19
Nel 2017 pesava 595 chili, a 33 anni, ed era finito nel Guinness. Ora ne pesa 208, ma ha rischiato molto
STATI UNITI
1 ora
L'immondizia spaziale sta cominciando a diventare un problema
Parola della NASA, giusto martedì la Stazione Spaziale Internazionale ha evitato la sua terza collisione quest'anno
ITALIA
10 ore
Tu chiamalo, se vuoi, karma: mendicante vince 300mila euro al gratta e vinci
È successo a Jesi a Tiziano, 60enne benvoluto da tutti. Indovinate qual è stato il suo primo acquisto?
STATI UNITI
10 ore
La California non venderà più auto a benzina a partire dal 2035
Svolta ecologista che potrebbe fare proseliti quella dello Stato americano, per il 2045 sarà estesa anche ai tir
FOTO
STATI UNITI
11 ore
Incriminato l'agente che uccise Breonna Taylor, ma scatta la protesta
La donna, una delle icone dei recenti moti di #blacklivesmatter, era stata uccisa durante un fallimentare raid antidroga
BULGARIA
11 ore
Espulsi due diplomatici russi, l'accusa è di spionaggio
Dal 2016 raccoglievano e trasmettevano informazioni militari a Mosca
MONDO
12 ore
Da Fauci a Bolsonaro: le 100 persone più influenti secondo Time
Un'edizione fortemente influenzata dalla pandemia
MONDO
12 ore
Quando al Covid si aggiunge il clima: 51 milioni le persone colpite
La pandemia ha aggravato le vulnerabilità delle persone che soffrono per disastri legati al clima
STATI UNITI
13 ore
«Molto presto vedremo una Cuba libera»
Gli Usa vieteranno l'importazione di sigari e rum, ha spiegato Trump
LIBANO
04.08.2020 - 18:060
Aggiornamento : 23:29

Colossali esplosioni sconquassano Beirut: almeno 70 morti e 2'750 feriti

Danni ingenti per diversi chilometri, la causa parrebbe essere lo scoppio di un deposito di fuochi d'artificio

È rimasta leggermente ferita anche l'ambasciatrice svizzera, come ha fatto sapere il DFAE

BEIRUT - Due scoppi devastanti hanno fatto tremare Beirut oggi pomeriggio. Stando ai media locali, si sono verificati nell'area portuale della capitale libanese.

Il botto colossale sarebbe originato da uno stabile o un imbarcazione che conteneva fuochi d'artificio, causando danni alle abitazioni per diversi chilometri. Le autorità hanno spiegato che l'esplosione sarebbe dovuta anche a materiali «altamente esplosivi» (si parla di tonnellate di nitrato) che erano stati sequestrati in passato e poi stoccati nell'area in questione.

In serata il primo ministro libanese, Hassan Diab, ha detto che «i responsabili pagheranno per quanto accaduto». E ha affermato - come riportano vari media - che è stata avviata un'indagine sulla presenza di un magazzino «pericoloso» che si trova nell'area dal 2014. Non ha però fornito ulteriori dettagli.

Almeno 50 morti e 2'750 di feriti - La conta delle vittime è ancora in corso. Ma nel frattempo si parla già di almeno 70 morti e 2'750 feriti, come ha fatto sapere il ministro della salute Hamad Hassan.

Le esplosioni hanno fatto anche crollare un edificio di tre piani e si cercano persone intrappolate sotto le macerie, come riferiscono fonti mediche locali.

La colonna di fuoco, stranamente rosa, è visibile da tutta la città. Gli spaventosi video della deflagrazione sono diventati virali, girando su WhatsApp e Twitter. Per ora non si sa se si tratti di una sfortunato incidente, di un attentato o di un attacco.

Feriti respinti dagli ospedali - «Stavo camminando, all'improvviso mi sono ritrovata a terra», racconta la reporter di Al Jazeera Zeina Khodr che si trova sul posto, «c'è il panico, il caos e ci sono vetri rotti ovunque».

«Tutta la mia casa ha tremato ed è crollato tutto, sono qui nella mia abitazione distrutta con la testa e il collo tagliati e insanguinati», racconta in lacrime in diretta all'emittente una libanese.

Stando alla reporter dell'AFP Maya Gebeily, che si trova anche lei sul posto, gli ospedali starebbero mandando via i cittadini con ferite al capo e al viso perché sono troppo oberati, oppure sono troppo danneggiati per prendersene cura.

«Sembrava Hiroshima» - «Beirut è una città distrutta», e le esplosioni di oggi «sembravano Hiroshima»: lo ha detto a un'emittente libanese, trattenendo a stento le lacrime, il governatore della capitale libanese, Marwan Aboud, definendo quanto accaduto «un disastro nazionale senza precedenti».

Aboud si è recato sul luogo dell'esplosione, al porto di Beirut, rivelando che tra i dispersi vi sarebbero numerosi vigili del fuoco accorsi sul posto per spegnere l'incendio conseguente alla prima esplosione.

Ferita l'ambasciatrice elvetica a Beirut - L'enorme onda d'urto ha colpito anche l'Ambasciata elvetica e la residenza dell'ambasciatore svizzero. L'ambasciatrice Monika Schmutz - come fa sapere il Dipartimento federale degli affari esteri - è rimasta leggermente ferita e si è recata in ospedale per ulteriori accertamenti. Il resto del personale dell'ambasciata è in buona salute, ma non è stato ancora raggiunto un membro del personale locale. La rappresentanza svizzera sta verificando il coinvolgimento di altri cittadini svizzeri nell'esplosione. Finora non ci sono indicazioni in merito.

 

 

keystone-sda.ch (WAEL HAMZEH)
Guarda tutte le 12 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-24 08:09:22 | 91.208.130.87