Immobili
Veicoli

LIBANOLe star libanesi sconvolte per Beirut

05.08.20 - 10:00
Mika, Mia Khalifa e Nancy Ajram hanno manifestato sui social il loro dolore per quanto avvenuto ieri.
KEYSTONE
Le star libanesi sconvolte per Beirut
Mika, Mia Khalifa e Nancy Ajram hanno manifestato sui social il loro dolore per quanto avvenuto ieri.

BEIRUT - In queste ore varie star internazionali di origine libanese hanno espresso il proprio dolore per quanto accaduto a Beirut ieri pomeriggio.

«Quello che è successo, vite ferite o perse per sempre, mi spezza il cuore» ha scritto su Twitter la popstar Mika. Il cantautore è nato proprio a Beirut il 18 agosto del 1983 e, sebbene sia naturalizzato britannico, non ha dimenticato il suo paese natale. «La sofferenza è lancinante». 

Infine un ricordo personale: «Il mio cuore è con Beirut e il Libano. 4 anni fa proprio oggi in cui mi esibivo a Baalbek in Libano. Ho trascorso la mattinata a guardare le foto di quella sera. Concludo la giornata guardando queste terribili immagini di Beirut che mi fanno venire i brividi».

Altra star di origine libanese è Mia Khalifa. Ex pornostar ora impegnata come commentatrice sportiva e personaggio social, la 27enne ha condiviso sui social foto, video e notizie dell'esplosione, oltre a richieste di aiuto lanciate da varie organizzazioni.  

Praticamente senza parole Nancy Ajram, icona libanese del pop: «La lacrima resta», si limita a scrivere la star 37enne ai suoi quasi 29 milioni di follower su Instagram condividendo l'immagine di un occhio gonfio di pianto in cui si riflettono i colori della bandiera del suo Paese. "Pray for Lebanon" ("Pregate per il Libano") chiede il cantante Walid Toufic pubblicando l'immagine di una bandiera libanese sanguinante. «Fuoco, sii freddo. Pace su Beirut, Dio protegga il Libano e il suo popolo. Addio ai martiri del Libano», esclama la cantante Layal Abboud condividendo una foto simile.

Sconvolta e arrabbiata l'artista pop Elissa: «Ho il cuore a pezzi e sono in ansia per il mio Paese dopo quello che è successo», scriveva ancora ieri sera quando sperava che non ci fossero vittime. Col passare delle ore, la cantante 47enne ha però sfogato tutta la sua ira contro le autorità: «Questo Paese merita di meglio!», ha tuonato su Twitter. «Quelli che ci governano sono una maledizione e quelli che hanno causato quello che è successo oggi sono una maledizione nella maledizione», ha continuato.

La cantante sembra del resto essere stata colpita direttamente dallo scoppio. Sul social ha infatti condiviso le foto di un appartamento distrutto dalla deflagrazione, si suppone il suo: «Esausta, ma sono solo ferro e oggetti. Chi ci restituisce quelli che non ci sono più? Chi ci restituisce Beirut?», si chiede. E aggiunge rivolgendosi al presidente, Michel Aoun: «Liberaci da te, da tuo genero (il ministro degli Esteri Gebran Bassil, ndr) e dal tuo governo fallito: il mondo non riesce a credere a quanto è successo a Beirut».  

 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 

💔🇱🇧وبتبقى الدمعة

Un post condiviso da Nancy Ajram (@nancyajram) in data:

 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 

Un post condiviso da Walid Toufic | وليد توفيق (@walidtouficofficial) in data:

 

 

 

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE PEOPLE