Mohammed-Ali Najafi/Facebook
IRAN
30.07.2019 - 11:430
Aggiornamento : 12:19

L'ex-sindaco di Teheran è stato condannato a morte per uxoricidio

Mohamad-Ali Najafi, che era stato anche vicepresidente, aveva ucciso la sua consorte a fine maggio

ISTANBUL - L'ex sindaco di Teheran ed ex vicepresidente iraniano Mohamad-Ali Najafi è stato condannato a morte in primo grado per l'omicidio della moglie, l'attrice Mitra Ostad, avvenuto a fine maggio.

Lo ha reso noto il portavoce della magistratura della Repubblica islamica, Gholamhossein Esmaili, citato dalla tv di Stato. Najafi aveva confessato il delitto in diretta tv.

La condanna è stata decisa per omicidio premeditato, mentre due anni aggiuntivi di prigione gli sono stati comminati per "possesso illegale di arma da fuoco. Najafi, 67 anni, potrà fare appello contro la sentenza alla Corte suprema entro 20 giorni.

Durante il processo, iniziato questo mese, aveva confessato il delitto, dicendo di aver agito dopo aver scoperto una relazione extraconiugale della moglie, sposata in seconde nozze senza divorziare dalla prima moglie. Pur essendo legale, in Iran la poligamia è socialmente criticata. Il caso ha avuto grande eco sui media locali dopo la trasmissione shock in tv della sua confessione, apparsa a molti anomala anche per il trattamento deferente ricevuto dalla polizia.

Politico riformista vicino al presidente Hassan Rohani, di cui è stato anche consigliere economico e ministro dell'Educazione, Najafi ha ricoperto l'incarico di sindaco della capitale iraniana per poco più di sei mesi, durante i quali è stato fortemente osteggiato dai fondamentalisti. Nell'aprile 2018 fu costretto alle dimissioni dopo una dura campagna contro di lui per aver partecipato a una cerimonia pubblica in cui alcune studentesse di scuola avevano danzato.

Mohammed-Ali Najafi/Facebook
Ingrandisci l'immagine
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-23 20:33:50 | 91.208.130.87