ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
STATI UNITI
9 min
Microsoft investe 1 miliardo nella OpenAI di Elon Musk
STATI UNITI
21 min
«Huawei ha aiutato la Corea del Nord con la rete 3G»
INDIA
1 ora
Quattro anziani linciati a morte: pensavano fossero stregoni
STATI UNITI
1 ora
Google, Intel e Qualcomm alla Casa Bianca per parlare di Huawei
SPAGNA
1 ora
Pedro Sánchez tende la mano a Podemos e non cita la Catalogna
STATI UNITI
2 ore
Tweet «offensivi» verso persone di colore e musulmani: Miss Michigan detronizzata
STATI UNITI
2 ore
Attacco hacker, Equifax patteggia 700 milioni di dollari
STATI UNITI
4 ore
Crollano gli investimenti cinesi negli Usa
ITALIA
4 ore
Caos treni, gli anarchici: «È bastata una sigaretta»
ISLANDA / STATI UNITI
4 ore
In Islanda una lapide per il ghiacciaio scomparso e un messaggio ai posteri
REGNO UNITO
4 ore
Aggressioni sessuali, incriminato deputato conservatore
REGNO UNITO
4 ore
La Stena Impero deve essere «rilasciata immediatamente»
GERMANIA
4 ore
Falso allarme bomba, evacuata sede della Linke
FRANCIA
6 ore
Greta Thunberg al parlamento francese: da destra si invita a boicottarla
INDIA
6 ore
L'India verso la Luna: partito il razzo della missione Chandrayaan 2
ITALIA
29.11.2016 - 16:160
Aggiornamento : 17:04

Processo Eternit: omicidio colposo per Schmidheiny

Il giudice dell'udienza preliminare di Torino ha derubricato per il magnate svizzero l'accusa da omicidio volontario a omicidio colposo

TORINO - Omicidio colposo e non volontario: così è stata modificata l'accusa per l'imprenditore svizzero Stephan Schmidheiny, imputato per la morte da amianto di 258 persone al processo Eternit bis.

Il giudice dell'udienza preliminare ha dichiarato prescritti un centinaio di casi e, quanto agli altri, ne ha ordinato la trasmissione per competenza territoriale alle procure di Reggio Emilia, Vercelli e Napoli. A Torino restano soltanto due casi per i quali il processo si aprirà il 14 giugno.

«Grande vittoria» - «Una grossa vittoria»: così l'avvocato difensore di Stephan Schmidheiny, Astolfo Di Amato, ha commentato la sentenza Eternit lasciando il Palazzo di Giustizia di Torino.

Parti civili deluse - «È un fallimento per l'amministrazione della giustizia». Lo ha detto l'avvocato Sergio Bonetto, uno dei legali di parte civile del processo Eternit. Il penalista, in particolare, ha fatto riferimento alla parte della sentenza in cui si dispone la trasmissione degli atti ad altre tre procure: «Si allontana così il momento in cui per queste morti si potranno finalmente accertare cause e responsabilità».

L'amarezza dei famigliari - «Amarezza, profonda amarezza, per ciò che è venuto fuori dal tribunale di Torino. Nonostante tutto credo ancora nella Giustizia e posso affermare che ci batteremo per coloro che nel Processo ci sono rimasti, per cercare di includere tutte le parti lese dal 2000 in poi». È il primo commento a caldo di Giuliana Busto, presidente e portavoce di Afeva, l'Associazione familiari e vittime amianto di Casale Monferrato, dopo l'udienza preliminare all'Eternit bis.


 
 

Commenti
 
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-07-22 18:29:04 | 91.208.130.85