keystone-sda.ch / STF (Michael Sohn)
La Cop26 è «ad alto rischio di fallimento», prevede il segretario generale dell'Onu Guterres.
STATI UNITI
17.09.2021 - 16:510

Il segretario generale dell'Onu Guterres prevede un «alto rischio di fallimento» per la Cop26

Il presidente Usa Biden considera il rapporto sul clima un «codice rosso per l'umanità»

NEW YORK - «Il mondo è su un percorso catastrofico verso 2,7 gradi di riscaldamento globale. C'è un alto rischio di fallimento della Cop26. È chiaro che ognuno deve assumersi le proprie responsabilità, abbiamo bisogno di più ambizione in materia finanziaria, di adattamento e mitigazione». Lo ha detto il segretario generale dell'Onu, Antonio Guterres, al Major Economies Forum on Energy and Climate (Mef) organizzato dal presidente Usa Joe Biden.

«I Paesi sviluppati devono mantenere l'impegno di mobilitare 100 miliardi di dollari l'anno per sostenere l'azione per il clima nelle nazioni in via di sviluppo», ha aggiunto, sottolineando che il rapporto annuale dell'Ocse rivela un gap di almeno 20 miliardi di dollari.

«La lotta al cambiamento climatico avrà successo solo se tutti in questa stanza si uniranno per promuovere più ambizione, più cooperazione e più credibilità - ha affermato ancora Guterres -. Il mondo richiede che tutti noi, ma essenzialmente voi, in quanto principali economie del mondo, agiate immediatamente per condurci verso un futuro sostenibile».

«Codice rosso per l'umanità» - Aprendo i lavori del Mef, il presidente Usa Joe Biden ha affermato: «Dobbiamo agire e dobbiamo agire ora contro il cambiamento climatico». Biden ha citato il recente rapporto Onu sul clima, sottolineando che esso «rappresenta un codice rosso per l'umanità».

Nelle ultime due settimane, ha ricordato, «ho girato per gli Stati Uniti e ho visto i disastri creati dagli uragani, dalle inondazioni e dagli incendi, tutti fenomeni che si sono verificati in molte altre aree del mondo». Biden ha poi rivendicato il nuovo ruolo degli Usa nella battaglia per il clima: «Gli Stati Uniti sono tornati protagonisti per affrontare la crisi climatica. Il tempo per agire è poco e siamo vicini a un punto di non ritorno».

Il presidente Usa ha inoltre spiegato che «la crisi climatica rappresenta anche una grande opportunità per creare lavoro». 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-19 02:44:51 | 91.208.130.86