Keystone
ITALIA
18.07.2021 - 10:450
Aggiornamento : 13:03

"Certificazione verde": l'Italia va verso l'obbligo anche per mangiare al ristorante (al chiuso)

Il governo italiano avrebbe trovato un accordo per evitare chiusure. Locatelli: «Rassicurerebbe i clienti».

ROMA - Una trasferta in Italia per una cena al ristorante, anche nella fascia di confine, potrebbe presto richiedere un'accortezza in più. La vicina penisola va infatti verso l'introduzione dell'obbligo di presentare una "certificazione verde Covid-19" per mangiare nei locali al chiuso. I clienti, quindi, dovranno essere tutti vaccinati, guariti dalla malattia o testati di recente. 

Come riferisce il Corriere della Sera, la misura potrebbe entrare in vigore già a partire dal 26 luglio prossimo. A decidere sul provvedimento sarà, martedì, la "cabina di regia" dell'esecutivo che si occupa di coronavirus.  L'obiettivo: evitare chiusure, che spaventano le principali associazioni di categoria dei ristoratori.

«Credo che vadano fatte scelte per contrastare la ripresa della circolazione virale. Dare accesso a determinate attività a chi è stato vaccinato, o comunque ha il certificato verde, è una strategia inevitabile», ha dichiarato a Repubblica il coordinatore del Comitato tecnico-scientifico Covid-19 (Cts), Franco Locatelli. Oltre a «concerti, grandi eventi, stadi, cinema, teatri, piscine e palestre», per i quali la necessità di un controllo di chi entra è «fuori discussione», «a titolo personale» Locatelli caldeggia verifiche anche per i ristoranti: «Va considerato seriamente anche il "Green Pass" per mangiare al chiuso nei ristoranti - afferma -. Peraltro, chi esita a tornare nei ristoranti credo che lo farebbe con più tranquillità sapendo che vi hanno accesso persone con il certificato».

L'obbligo sarebbe frutto di una mediazione tra chi chiedeva una riapertura immediata delle discoteche e chi avrebbe preferito aspettare. I locali da ballo dovrebbero così riaprire - sempre con certificazione verde - a patto che anche i ristoranti siano sottoposti alla misura.

La certificazione verde Covid-19 è ottenibile da chi sia stato vaccinato, chi abbia fatto un tampone negativo nelle 48 precedenti o sia guarito dalla malattia. Il certificato Covid svizzero è compatibile

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-11-27 22:43:36 | 91.208.130.89