MESSICOMetro collassata sulla strada, si aggrava il bilancio

04.05.21 - 20:30
Le vittime del terribile incidente di Città del Messico sono almeno 24, mentre i feriti sono ormai 79.
keystone-sda.ch (Sashenka Gutierrez)
Fonte Ansa, Maurizio Salvi
Metro collassata sulla strada, si aggrava il bilancio
Le vittime del terribile incidente di Città del Messico sono almeno 24, mentre i feriti sono ormai 79.
La tragedia, forse, avrebbe potuto essere evitata. Quel tratto di metropolitana era infatti già conosciuto per i suoi malfunzionamenti. La sindaca: «Faremo realizzare una perizia tecnica anche da una società internazionale specializzata».

CITTÀ DEL MESSICO - Si è ulteriormente aggravato il bilancio (ancora provvisorio) del terribile incidente avvenuto a Città del Messico che è stato provocato dal cedimento improvviso del sostegno in cemento armato di un ponte della metropolitana. Le persone morte nel terribile schianto sono almeno 24, mentre i feriti sono ormai 79, tra le vittime anche bambini.

L'incidente, accompagnato da un sordo boato e dalle grida di dolore e disperazione delle persone rimaste intrappolate nelle lamiere, è avvenuto a tarda sera lungo il percorso della linea 12, nel quartiere orientale di Tlahuac, uno dei più poveri della capitale messicana. Non appena si è diradata la nuvola di polvere causata dal crollo della struttura, le prime testimonianze dell'accaduto attraverso i social network hanno subito confermato le dimensioni del dramma.

Ancora prima dell'arrivo dei soccorritori video amatoriali hanno mostrato persone ferite che si allontanavano barcollando e sotto shock, mentre a terra giacevano alcuni cadaveri espulsi dai vagoni per la violenza dell'impatto con il suolo. «All'improvviso mi sono trovato disteso sul soffitto del vagone, poi sono ripiombato giù, mentre altri viaggiatori mi cadevano addosso», è stata la testimonianza di un ferito a una tv, mentre veniva trasportato verso un'autombulanza.

I media messicani hanno sottolineato che questo incidente è stato una sorta di "cronaca di una morte annunciata". Perché dalla sua inaugurazione nel 2012, la linea 12 della metropolitana della capitale ha avuto ben 66 interruzioni per guasti di varia entità, dovuti anche alla struttura particolarmente tortuosa del suo percorso. Due sospensioni del servizio sono state particolarmente lunghe e gravi: nel 2014 per correggere guasti rilevati nell'infrastruttura proprio dei viadotti di passaggio, e nel 2017 per il consolidamento delle strutture dopo i danni causati dal terremoto con epicentro nella città di Puebla.

Costruita con la partecipazione di compagnie messicane e francesi, la linea 12 è stata fra le più controverse opere infrastrutturali di Città del Messico, per i ritardi nella realizzazione dell'opera, e per le accuse di corruzione, con un costo che alla fine dei lavori si è rivelato del 70% più alto di quanto preventivato all'inizio. Per tutto questo, l'allora sindaco della capitale e attuale ministro degli Esteri, Marcelo Ebrard, fu denunciato alla magistratura, ma fu assolto alla fine del processo.

In una conferenza stampa, il presidente Andrés Manuel López Obrador ha affermato che «assolutamente nulla sarà nascosto» sulle circostanze del crollo, chiedendo di «non cadere nella trappola di precipitose speculazioni» incolpando persone senza prove.

Da parte sua l'attuale sindaca di Città del Messico, Claudia Sheinbaum, ha annunciato che «oltre all'inchiesta della Procura della repubblica, sarà realizzata una perizia tecnica sull'incidente anche da parte di una società internazionale specializzata».

Nei suoi 50 anni di vita la metropolitana della capitale messicana è stata al centro di vari incidenti. Il più grave dei quali, il 20 ottobre 1975 sulla linea due. Lo scontro di due treni costò la vita a 31 persone e il ferimento di altre 70.

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE