REUTERS
Il commissario straordinario italiano all'emergenza Covid Figliuolo ha ribadito l'importanza di non sprecare nemmeno una dose di vaccino.
ITALIA
15.03.2021 - 08:300

«Chiunque passa va vaccinato», piuttosto che buttare dosi

Il commissario straordinario all'emergenza Covid Figliuolo punta a 500mila vaccinazioni al giorno

MILANO - Il generale Francesco Paolo Figliuolo, commissario straordinario all'emergenza Covid in Italia, ha un punto di vista ben preciso sulla questione delle dosi di vaccino buttate per mancanza di pazienti alle quali somministrarle e ai presunti "furbetti", che sono stati immunizzati nonostante non fosse il loro turno.

«Bisogna utilizzare il buonsenso: se ci sono le classi prioritarie che possono utilizzarlo bene, altrimenti si va su classi vicine o sennò su chiunque passa va vaccinato. Questo bisogna fare» ha dichiarato nel corso della trasmissione televisiva "Che Tempo che fa". Figliuolo sottolinea la gravità del momento: «Si sta capendo ora che è il momento della svolta o perderemo tutto. Noi lo dobbiamo alle nostre radici, ai nostri anziani». A tal proposito, è importante che le persone che assistono anziani e disabili siano nelle fasce prioritarie. «Devono essere vaccinati i genitori, i tutori e i caregiver, i badanti, ovvero chi si occupa di queste persone. Sarebbe delittuoso non farlo». 

Nei prossimi mesi l'Italia sarà "inondata" di vaccini, assicura il commissario nominato dal premier Mario Draghi. «A fine mese arriveremo a 15 milioni di dosi, nel prossimo trimestre ne avremo 52 milioni, nel terzo 84 milioni di dosi. C'è stata una forte azione del presidente Draghi sui vertici delle case farmaceutiche, ho sentito quasi tutti gli amministratori delegati. Ad aprile inizierà ad arrivare Johnson e Johnson, un vaccino monodose, con circa 25 milioni di dosi nel secondo trimestre, che è come averne 50 milioni». Con la campagna di massa «si potrà fare 'fuoco con tutte le polveri'. Noi satureremo tutti i centri, tutti i punti: ci si presenterà e ci si vaccina e si chiuderà la partita».

L'obiettivo di Figliuolo è «andare a regime con 500mila vaccinazioni al giorno per far sì che entro fine settembre almeno l'80% degli italiani sia vaccinato». Infine un appello alla popolazione: «Chiedo agli italiani di voler bene a tutti coloro i quali stanno dando tutti se stessi per fronteggiare l'emergenza, parlo dei nostri medici e infermieri. Poi, se ci sono sbavature, vi dico che miglioreremo. Sono sicuro però che il nostro popolo straordinario farà la sua parte, come ha sempre fatto nei momenti difficili e vinceremo questa battaglia».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-25 05:51:15 | 91.208.130.89