Tipress
Riaprono ma per poco
CANTONE
30.04.2020 - 14:190

«Ora pensate a come accudire i bambini d’estate»

Una mozione del Ppd chiede misure per aiutare i genitori che lavorano

BELLINZONA - Le scuole riaprono, ma quando da metà giugno saranno di nuovo chiuse i genitori che lavorano si ritroveranno con il problema della gestione dei figli. Da qui la mozione urgente del Gruppo Ppd con cui si chiede al Consiglio di Stato di prevedere «durante l’estate un sistema di accudimento dei ragazzi in età scolastica e pre-scolastica per quelle famiglie bisognose che, abitualmente, affidano i propri figli ai genitori o ai parenti over 65».

Durante le vacanze scolastiche estive, scrive il deputato Fiorenzo Dadò, «i genitori che lavorano, per ovvi motivi sanitari e di distanza sociale, non potranno far capo al prezioso quanto gioioso aiuto dei nonni, dei parenti in pensione e neppure, verosimilmente, delle colonie o di altre strutture di accudimento».

Lo Stato, prosegue la mozione, dovrà fare di tutto per escludere che, terminate le lezioni, le misure di accudimento organizzate attualmente nei comuni vengano sospese, con il rischio che siano poi i nonni a dover supplire a questa necessità.

Come e chi potrebbe occuparsi dei piccoli? I mozionanti immaginano misure che coinvolgano Stato, Comuni, le associazioni presenti sul territorio, come per esempio gli scout e le società sportive, così come tutti quegli enti pubblici e privati che si occupano della presa a carico dei bambini. 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-08 17:40:58 | 91.208.130.87