Immobili
Veicoli

BELLINZONA«Basta chiusura, tutte le persone hanno eguali diritti»

14.10.17 - 16:36
Si è svolta a Bellinzona la manifestazione “Insieme per i diritti di tutti e di tutte”
Ti Press
«Basta chiusura, tutte le persone hanno eguali diritti»
Si è svolta a Bellinzona la manifestazione “Insieme per i diritti di tutti e di tutte”

BELLINZONA - «Rompere il silenzio contro le politiche che criminalizzano lo straniero, lo respingono, lo ricattano, lo privano dei suoi diritti civili per costringerlo a subire passivamente la precarietà professionale ed esistenziale. Perché colpire l’anello più debole, serve a colpire tutti per il profitto di pochi». È contro queste politiche che più di cinquecento persone sono oggi scese in piazza a Bellinzona rispondendo all’invito del Comitato unitario per una nuova politica migratoria. «Lottare per i diritti dei migranti vuol dire lottare per i diritti di tutte le lavoratrici e i lavoratori perché le politiche escludenti colpiscono l’intera popolazione» ha spiegato Vania Alleva, presidente di Unia, la più grande organizzazione dei lavoratori del paese, durante il suo intervento al corteo. «Non possiamo permettere che i lavoratori siano divisi sul terreno dei diritti. La spirale della precarizzazione colpisce indistintamente. Per questo la lotta di migranti è la lotta di tutti i lavoratori» ha concluso Alleva.

«La democrazia e la libertà o sono uguali per tutti o non sono niente, solo carta bagnata, un conetto vuoto e privo di valore» gli ha fatto eco un migrante, intervenuto dal palco. «In questo paese, come negli altri, esistono solo due nazionalità. Quella di chi vive nel paese dello sforzo, del lavoro, della quotidianità. Dall’altra parte c’è il paese dei soldi e della mancanza di vergogna. Loro sono gli sfruttatori che non hanno patria, ma agitano una bandiera per i loro interessi di sfruttatori».

Insieme per i diritti di tutti è la risposta data dalla piazza e dal coordinamento unitario. «Quando a una parte della popolazione vengono negati dei diritti, ciò vuol dire che anche l’altra parte, che questi diritti li ha, non sta bene» ha spiegato un membro del comitato unitario.

«Anche le fasce più deboli della popolazione, i bambini e i minorenni, non esiste la dovuta attenzione. I rifugiati minorenni non accompagnati vengono rinviati, mentre bambini e ragazzi stranieri che frequentano le scuole qui, rischiano o sono costretti a lasciare tutto per un permesso non rinnovato».

Nell’ultimo intervento, una rifugiata cilena «approdata in questo bellissimo paese assieme alla mia famiglia, molti decenni fa», ha invitato le persone ad appellarsi alla propria coscienza «combattendo tutti insieme il capitalismo che crea solo guerra, sofferenza, disuguaglianze e il conseguente spostamento di donne, uomini, anziani e bambini alla ricerca di un mondo migliore che è un diritto di ogni umano».

Le note folk-rock ribelle della band Fleischkäse e l’aperitivo di Casa Astra di Mendrisio hanno chiuso la manifestazione di Bellinzona.

COMMENTI
 
vulpus 5 anni fa su tio
In primis non si capisce come mai hanno gli striscioni in tedesco. che sia gente d'oltralpe che non può manifestare a casa sua e scendono in Ticino approffitando delle belle giornate? In seconda battuta , bisognerebbe smetterla con queste declamazioni ad arte. Per noi che siamo qui, sappiamo benissimo che non rispecchiano il vero. Ma per chi dalla Libia segue queste manifestazioni è un invito a partire, una istigazioni ai passatori a organuzzarsi per farli arrivare in Europa. Ma non si integreranno mai, sia per cultura, per lingua e carattere. Biogna andare nei loro paesi ad aiutarli ad amare la loro terra e impegnarsi per migliorarla, istruirli una buona volta. Qui li vorrebbero far arrivare per poi piazzarli a destra e a manca senza arte nè parte, abbandonati a sè stassi.Ma quale futuro avranno queste persone??
falcodellarupe 5 anni fa su tio
beh direi che in linea di principio hai perfettamente ragione e vi sono tantissimi casi dove si è operato in casa loro nel senso che dici, purtroppo c'è ancora tantissima Africa in mano a pazzi che si fanno la guerra e che decimano le loro stesse popolazioni. Come fai ad impedire loro di fuggire?? E' questo il grosso problema che dovremo affrontare in futuro, alla faccia di tutti quei beceri che credono che chiudere le frontiere sia la soluzione. Domandiamoci però anche cosa hanno fatto in Africa gli europei colonialisti negli ultimi 300 anni??? Hanno sfruttato e desertificato tutto quello che hanno potuto, compreso la fauna e le ricchezze naturali, poi se ne sono andati lasciandoli in miseria e alla mercè di pazzi e debosciati dittatorelli foraggiati ed armati ancora da loro. Credo che un esame di coscienza dovremma farlo tutti, perchè chi più, chi meno siamo in parte responsabili.
GIGETTO 5 anni fa su tio
La solita pagliacciata del club dei $inistroidi e accoliti, ma perché non li accogliete a casa vostra i richiedenti pagando loro vitto e alloggio? Forza dai....non solo scendere il Viale Stazione di Bellinzona come delle belle statuine.....
F.Netri 5 anni fa su tio
Ma questi sindacati inutili, cos'hanno a che vedere con la politica migratoria? O meglio, che interessi hanno nella politica migratoria? Non sarà che stanno preparando una tessera sindacale "speciale" da vendere ai migranti?
tazmaniac 5 anni fa su tio
Con la tessera sindacale incrementerebbero ancora di più la cresta che già si stanno facendo con tutto quello che gravita attorno alla migrazione... del resto, se si sono spinti a farli entrare loro direttamente, un motivo ci sarà. E ad oggi, neanche il cane muove la coda per niente...
Zico 5 anni fa su tio
vendere è una parola grossa: diciamo che gliela danno e se la faranno pagare dal Cantone; cioè da noi contribuenti. l'importante è incassare
MIM 5 anni fa su tio
Tutte le persone hanno eguali diritti. Esatto, come è anche vero che avete il diritto di andarvene se non state bene. Avere uguali diritti non significa essere mantenuta a vita da altri. Da una parte sono contento di queste manifestazioni, perché il risultato è sempre una perdita di consensi alle votazioni :-)
Monello 5 anni fa su tio
...Sicuramente una buonaparte di impiegeti Statali ,Cantonali che hanno i piedi al caldo e si permettono di giudicare ,presumo sia gente che non deve arrampicarsi sui vetri per tirare la famiglia alla fine del mese ,tutti buonisti ma con il cuxx degli altri ,sempre ho piu l impressione che per poter vivere bene in Svizzera non devi essere Svizzero..cari dimostranti perchè non andate e vivere nei loro paesi ,con le vostre buone maniere ed il vostro buonismo sarete sensaltro ben accolti !,
Monello 5 anni fa su tio
..scusatemi per errori di ortografia ma ho scritto sotto influsso della rabbia !!
shooter01 5 anni fa su tio
"Le note folk-rock ribelle della band Fleischkäse e l’aperitivo di Casa Astra di Mendrisio hanno chiuso la manifestazione di Bellinzona." Ecco quindi i profondi ideali che erano alla base di tanta sensibilità. L'ennesima buffonata
mambo 5 anni fa su tio
E i diritti degli Svizzeri ????????? fra un po non sapremo nemmeno più se avremo ancora dei diritti !
tazmaniac 5 anni fa su tio
i diritti qui se li sono costruiti i nostri avi con sangue e sudore. E ora, arrivano questi che vogliono distruggere tutto quanto faticosamente costruito negli anni, in un amen. Che pena.
Sarà 5 anni fa su tio
E' vero che un richiedente l'asilo non ha gli stessi miei diritti, ma ha dei diritti che io non ho... Ha ad esempio un accesso gratuito alle cure...
Mattiatr 5 anni fa su tio
Eppure essendo te un contribuente non dovresti avere più diritti visto che hai anche più doveri?
87 5 anni fa su tio
Queste manifestazioni servono solamente a fare pubblicità a Unia. Gli interessi dei lavoratori non contano nulla, i sindacati si fanno vedere solo se sono casi semplici o se possono creare pubblicità diffusa a "basso" costo.
splugen 5 anni fa su tio
ma si apriamo tutto e facciamoli entrare tutti ma tutti, che vadano anche a cercare il su Italia, li portino dalla Grecia, saranno contenti ? non credo che questi pseudo "sceriffi" buonisti (per loro) saranno i primi a emigrare non so dove. 4 gatti per i diritti ????? ma e i doveri ? il rispetto delle leggi ? a ma già di sicuro la Bosia ci sarà stata di sicuro con qualche pseudo sostenitore molinaro figlio di papà e qualcuno che ci guadagna con pseudo aiuto umanitario. il dessert sarà a carico del contribuente o se lo pagano poro ? bhe se fanno tutto loro noi possiamo andare tranquillamente i assistenza e fare quello fanno quelli che già sono sul territorio. cioè un ca@@@.
Mattiatr 5 anni fa su tio
Tipo il rispetto della legge contro la dissimulazione del volto? A me sembra che siano bravissimi a rispettarla.
gigipippa 5 anni fa su tio
Giusto, noi che contribuiamo a far funzionare questo paese dovremmo essere obbligati a lavorare meno, meno responsabilità, meno impegno, meno istruzione. Perché faticare ? Lasciamo lavorare anche i migranti, lasciamoli contribuire al finanziamento delle nostre istituzioni, lasciamoli in azienda fino a tardi per risolvere i nostri di problemi !
moma 5 anni fa su tio
Questa è gente, che si li prendi ad uno ad uno, non tirerebbero fuori nemmeno centesimo in beneficienza. Banda di ipocriti.
Tarok 5 anni fa su tio
E di sicuro la maggioranza dipendenti statali a stipendio garantito
Moga 5 anni fa su tio
Complimenti, importiamo disoccupazione e dumping salariale! O come in Germania: un milione di schiavi per le loro industrie.
gigipippa 5 anni fa su tio
Schiavi ?? Hanno tutti i dritti dei Tedeschi compresi gli aiuti sociali, possono guadagnarsi uno stipendio e far studiare i figli, possono finalmente guardarsi il fondo schiena delle signore, mi chiedo come possono essere definiti schiavi ? Forse perché viene chiesto loro di lavorare al ritmo dei Tedeschi ?
Tato50 5 anni fa su tio
E allora perché l'Angelina si è accorta di averne accolto troppi e adesso ce li rimanda da noi ? Ci rinvia solo quelli che non tengono il ritmo dei Tedeschi ? E noi dovremo rimandarli a Sud perché è il primo Paese dove hanno toccato terra e chiesto asilo !! Certi accorti vengono interpretati a dipendenza di come uno(a) si alza.
Moga 5 anni fa su tio
Esatto, gli aiuti sociali a vita e vedrai che le grandi città tedesche diventeranno come le banlieue di Parigi, dove è impossibile uscire di casa dopo cena!
leopoldo 5 anni fa su tio
se vuoi far rispettare i loro diritti vai nei paesi loro che non li rispettano e non rompere piu le palle.
OCP 5 anni fa su tio
Più vedo la sinistra e più divento di destra.
Tarok 5 anni fa su tio
i soliti Quattro gatti pari allo zero per cento della popolazione che godono di ampia copertura mediatica
robyk 5 anni fa su tio
Bene,abbiamo trovato molte persone presso le quali piazzare gli emigranti !!
chamois 5 anni fa su tio
Danny50, dimi un po, chi era la consigliera di stato che ha dovuto rinunciare, perchè i sui direttori non facevano pagare ai RICCHI tutte le imposte dovute? E chi deve pagare più tasse per compensare le stime immobiliare tarrocate? vedi che sai fuori tema.
fakocer 5 anni fa su tio
Non ho letto il testo, mi sono bastati i cartelloni dai quali mi risulta che per una svista del fotografo o della redazione non appaiono citazioni ai doveri. Solo diritti.
Danny50 5 anni fa su tio
Quanti erano ? E quanti di questi pagano tasse ? Meritano che i falsi profughi siano meglio trattati di loro.
NOTIZIE PIÙ LETTE