Immobili
Veicoli
Screenshot video lettore Tio/20minuti
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
4 ore
Due mozioni in tema di giustizia
Maddalena Ermotti-Lepori si è concentrata sul tema della mediazione, mentre Roberta Soldati sulla conciliazione
CANTONE
5 ore
Scuole medie, bocciata la sperimentazione
Il Gran Consiglio ha affossato il credito di 237'000 franchi richiesto dal Governo.
CANTONE
9 ore
«È arrivato il momento di chiederci se possiamo convivere con il virus»
Anche Marco Chiesa invoca il "Freedom Day"
CANTONE
10 ore
Due nuovi cantieri all'orizzonte in Ticino, Governo «soddisfatto»
La Confederazione ha dato l'ok per il collegamento A2-A13 Bellinzona-Locarno e il potenziamento dell'A2 Lugano-Mendrisio
CANTONE
10 ore
Il 15 maggio si voterà (anche) su un tema cantonale
I ticinesi saranno chiamati a esprimersi sul Decreto in merito al pareggio del conto economico entro il 31 dicembre 2025
LOCARNO
11 ore
Locarno punta sul Bio
L'incentivo sarà decennale. Nei primi quattro anni verranno rimborsati i costi per la certificazione (massimo 2'000 fr.)
CANTONE
12 ore
Polizia cantonale: nominato un nuovo Ufficiale
Si chiama Pablo Biffi e dirigerà la Centrale comune d’allarme (CECAL), subordinata allo Stato Maggiore Operativo
CANTONE
14 ore
Le nuove officine FFS nel Piano settoriale dei trasporti
Il Consiglio federale ha approvato l'integrazione di diversi progetti, tra cui quello previsto ad Arbedo-Castione
CANTONE
15 ore
Galleria del San Gottardo chiusa
Fino alle 13 di oggi il tunnel non è percorribile a causa di un mezzo pesante in avaria
CANTONE
15 ore
La SUPSI ha diritto ai sussidi federali
Lo ha stabilito oggi il Consiglio federale, che ha riconosciuto la richiesta
LUGANO
29.12.2020 - 19:140
Aggiornamento : 30.12.2020 - 14:05

La versione della polizia: «Il ragazzo ha cercato lo scontro»

Le autorità comunali, con un comunicato, descrivono il discusso intervento di ieri sera al quartiere Maghetti

E sul giovane «accompagnato al suolo» precisano: «Ha riconosciuto due agenti che lo avevano già trattato in occasione di altri reati e li ha sfidati fisicamente».

LUGANO - «Questo video mostra solo una piccola parte della realtà. Non mostra né quanto accaduto prima, né quanto successo dopo». Così si è espresso Roberto Torrente, comandante della polizia comunale di Lugano, in merito al video che circola in rete da questa mattina su un intervento avvenuto ieri sera al quartiere Maghetti. Ed è per questo che in serata la polizia cittadina ha trasmesso una presa di posizione ufficiale.

Alle 23:00 del 28 dicembre la pattuglia giunta sul posto - che ha immediatamente chiesto il supporto di altri colleghi - avrebbe constatato (come da segnalazione) la presenza di «un gruppo composto da una decina di giovani che venivano meno alle attuali norme igienico-sanitarie imposte (porto della mascherina, numero massimo di persone, distanza sociale) e riproducevano musica ad alto volume con altoparlanti».

Gli animi, si sarebbero subito scaldati. «Diversi giovani si sono opposti al controllo, con un comportamento ostile, arrogante e provocatorio nei confronti degli agenti che in quel momento stavano svolgendo il loro dovere», precisa la nota. Per poi concentrarsi sul ragazzo di cui si vede il fermo a terra nel video: «Un cittadino iracheno già noto alle forze dell'ordine per svariati reati».

La polizia definisce il suo come un «comportamento aggressivo e non collaborativo»: «Nonostante le indicazioni degli agenti, e con un evidente gesto di sfida li provocava continuamente, obbligandoli a fermarlo per allontanarlo dal gruppo». Il ragazzo avrebbe «riconosciuto due agenti che lo avevano già trattato in occasione di altri reati» e per questo avrebbe «cercato lo scontro con loro, sfidandoli fisicamente».

A quel punto un agente lo avrebbe «preso per un braccio allo scopo di contenerlo». Da qui «la reazione aggressiva del cittadino iracheno che, afferrando la divisa dell'agente e strappandola, cercava di trascinarlo a terra». A questo punto, «per procedere al fermo dell'individuo, si è reso necessario accompagnarlo al suolo e procedere al suo ammanettamento - aggiunge la polizia luganese -, cosa resa difficile dalla continua reazione violenta dello stesso». Una volta ammanettato, il ragazzo sarebbe «stato rimesso in piedi e ogni tipo di coercizione sarebbe terminata».

Infine, le autorità comunicano che i presenti verranno sanzionati per infrazione alla Legge sull'Ordine Pubblico e denunciati per contravvenzione in urto all'articolo 13 dell'Ordinanza Covid 19 -  situazioni particolari.

Anche Giorgio Fonio, segretario del comitato OCST Funzionari di Polizia, ha preso posizione nei confronti dell'accaduto: «Chi aggredisce un agente, aggredisce la società».

🔴CHI AGGREDISCE UN AGENTE AGGREDISCE LA SOCIETÀ!🔴 L’offesa e il dileggio nei confronti della nostra Polizia sono lo...

Pubblicato da Giorgio Fonio su Martedì 29 dicembre 2020
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-27 03:25:04 | 91.208.130.89