tipress
BELLINZONA
02.07.2020 - 07:090

Casa anziani: parte l'indagine, ma direttore e municipale restano

Il Municipio ha deciso di fare chiarezza sulle morti per Covid

Per il momento non "saltano teste". L'Esecutivo: «Non si può fare giustizia sommaria»

SEMENTINA - L'esecutivo bellinzonese ha deciso per la non sospensione del direttore Silvano Morisoli e il municipale Giorgio Soldini. Come spiegato dal sindaco Mario Branda, in risposta ieri sera in Consiglio comunale alle interpellanze dell’Mps, «non si può fare giustizia sommaria senza avere riscontri che supportino determinate affermazioni fatte in modo anonimo da parte di collaboratori e familiari di ospiti deceduti, secondo cui il problema è stato originato da colpe e incompetenze». «Dietro l’anonimato - si legge oggi su La Regione - possono nascondersi persone in buona fede ma anche persone che possono avere ragioni recondite non verificabili. E in effetti molti nostri collaboratori che hanno mostrato la faccia, espongono i fatti in modo ben diverso».

Il tema è ovviamente quello delle 21 vittime, decedute per Covid, nella casa anziani di Sementina. Il Municipio, intanto, ha «aperto un’inchiesta amministrativa: sono stati interrogati tutti i collaboratori dei due piani Covid di Sementina».

Gli esiti delle indagini, una volta noti, saranno messi a disposizione delle autorità penali e amministrative cantonali. L'Esecutivo cittadino si è pure detto pronto a collaborare, qualora ve ne fosse bisogno, con il medico cantonale e la Commissione di vigilanza sanitaria.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-11 12:52:10 | 91.208.130.87