Cerca e trova immobili

CANTONEL'ultimo giorno di scuola

14.06.24 - 14:24
Ecco il discorso tenuto dalla direttrice del Decs.
Deposit Photos
Fonte Decs
L'ultimo giorno di scuola
Ecco il discorso tenuto dalla direttrice del Decs.

LUGANO - L’ultimo giorno dell’anno scolastico 2023-2024 cade quest’anno il 14 giugno, giornata in cui in Svizzera si ricorda l’iscrizione nella Costituzione federale, nel 1981, del principio di uguaglianza di diritti fra donna e uomo. Per sottolineare questa ricorrenza, il Centro professionale tecnico di Lugano-Trevano – alla presenza della Consigliera di Stato Marina Carobbio Guscetti, direttrice del Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport (DECS) – ha organizzato oggi una serie di attività a tema.

Tra le attività proposte, la proiezione del film documentario “Elsa Barberis, una pioniera dimenticata”, con la partecipazione della regista Claudia Quadri; letture sulla parità di genere; un gioco da tavolo; esercizi di scrittura poetica; un concorso. Svariati i momenti di sensibilizzazione, durante l’intera giornata, sia a Lugano-Trevano che in altre sedi scolastiche del Cantone.

«L’uguaglianza di opportunità non è purtroppo ancora garantita. Molte disparità, molti stereotipi, sono profondamente radicati nel tessuto sociale, nel mondo che ci circonda, nella quotidianità», ha ricordato la direttrice del DECS rivolgendosi ad allieve, allievi e personale scolastico. «Servono sforzi a 360 gradi. Il Consiglio Stato ha da poco rinnovato il suo impegno nel promuovere le pari opportunità a livello di società tutta, in tutti gli ambiti della vita, adottando il Piano d’azione per il periodo 2024-2027. Si tratta di sensibilizzare, di innescare meccanismi virtuosi favorendo un cambiamento di paradigma a livello culturale. Pure il DECS fa la sua parte».

Rivolgendosi idealmente a tutta la comunità scolastica del Cantone, la direttrice del DECS ha voluto ringraziare «chi lavora nelle scuole, dalle e dai docenti a tutto il personale scolastico e alle direzioni, per il grande investimento dimostrato, in tempi non facili. Grazie alle allieve e agli allievi, alle apprendiste e agli apprendisti, alle studentesse e agli studenti per l’impegno. Esprimo gratitudine anche nei confronti delle famiglie e di tutti coloro che contribuiscono a rafforzare la scuola ticinese, dalle aziende formatrici, al mondo del lavoro, alle collaboratrici e a i collaboratori del DECS», ha concluso Marina Carobbio Guscetti. «Da parte mia continuerò a impegnarmi per salvaguardare e rafforzare una scuola di qualità, equa, inclusiva e accessibile, garante di pari opportunità».

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
NOTIZIE PIÙ LETTE