Cerca e trova immobili
Tagli e misure, il video: «Ultima occasione per cambiare idea»

BELLINZONATagli e misure, il video: «Ultima occasione per cambiare idea»

05.02.24 - 13:16
Statali e sociosanitari: Parlamento al bivio. I sindacati fanno volantinaggio in Piazza. E alcuni granconsiglieri entrano dal retro.
Foto Tio/20Minuti
Tagli e misure, il video: «Ultima occasione per cambiare idea»
Statali e sociosanitari: Parlamento al bivio. I sindacati fanno volantinaggio in Piazza. E alcuni granconsiglieri entrano dal retro.

BELLINZONA - «Siamo qui ancora per manifestare il nostro dissenso verso le misure di risparmio volute dal Governo nel settore pubblico. Il Parlamento sarà chiamato ad approvarle in questi giorni». Mattia Bosco, segretario cantonale dei Sindacati Indipendenti Ticinesi, si trova a Bellinzona. Davanti a lui, la Foca simbolo della Piazza. Alle sue spalle, invece, il Palazzo delle Orsoline. Luogo in cui il Gran Consiglio nelle prossime ore prenderà decisioni importanti.

Temi caldi – «Ad esempio – riprende Bosco – in merito ai tagli di salario del 2% per i dipendenti pubblici che guadagnano più di 60.000 franchi all'anno. Oppure sulla mancata concessione del carovita dell'1,4%: è una questione che avrà un effetto non solo sull'impiego pubblico, ma anche sul settore parapubblico e sul sociosanitario».

«La politica sta per prendersi le sue responsabilità» – In Piazza a occhio e croce ci sono circa duecento persone. Striscioni (con scritte lapidarie come "Niente sussidi, servizio e rincaro? Ci avete rotto le tasche"). Bandiere. E anche volantini: i destinatari sono in particolare i parlamentari. Xavier Daniel, vice segretario cantonale dell'OCST, spiega: «È l'ultimo volantinaggio prima che la politica si prenda le sue responsabilità. Deve decidere se accettare o meno il preventivo e le misure ipotizzate. I sindacati chiedono ai politici di pensare bene. Il servizio pubblico e il servizio sociosanitario non devono subire tagli».

«Sciopero il 29 febbraio» – E se il Parlamento dovesse invece approvare le idee del Governo? Cosa accadrà? Raoul Ghisletta, segretario cantonale del VPOD, illustra la situazione: «In ogni caso abbiamo già previsto una giornata di sciopero generale e di mobilitazione. Sarà il 29 febbraio. Tutto il personale toccato da queste misure sarà chiamato a mobilitarsi. C'è in ballo anche la questione del carovita. Non molliamo. Ne stiamo discutendo col Consiglio di Stato».

Alcuni entrano dal retro – I primi destinatari del volantinaggio sono i parlamentari, si diceva. Per sensibilizzarli in un momento cruciale. O forse per cercare di fargli cambiare idea in zona Cesarini. A tal proposito fa tenerezza vedere alcuni di loro cambiare strada di fronte alla folla. E cercare di entrare dalla porta secondaria. Anche questo però è segno di quanto la posta in gioco sia effettivamente alta. Nel frattempo diverse decine di persone (tra cui i sindacalisti) hanno scelto di presenziare ai lavori parlamentari. Assisteranno dunque ai dibattiti dalle tribune.

COMMENTI
 

Nmemo 4 sett fa su tio
È singolare che a titolo di esempio il Consiglio di Stato non si riduca la remunerazione; parimenti i deputati al GC, la quantità del gettone di presenza (… di quanta presenza?). Comunque la responsabilità va fatta risalire alla “politica del dipartimentalismo” (di tutti i Partiti) che ha ”infornato”, da decenni, una quantità di funzionari per aumentare il rispettivo riscontro elettorale. Insomma si è creato un “mostro” mangia-soldi.

Simulator 4 sett fa su tio
Un governo scadente e devo essere sincero che da un governo del genere non mi aspetto che “ tristezze” per essere educato. il taglio del 2% ci sta, finalmente anche gli statali iniziano a capire come girano le cose nella vita quotidiana, e solo subiscono un piccolo taglio, Nel PRIVATO ti licenziano e basta!!! in tante aziende il caro vita è stato diminuire lo stipendio e altrimenti la porta!!! parliamo di dove invece sono finiti i soldi? come mai siamo a questo punto? e come mai si tocca sempre gli anziani e sussidi di chi lavora e non arriva a fine mese? queste cose non interessa giusto?

Aigor99 4 sett fa su tio
Risposta a Simulator
Perché quando si parla di non rifare le strade le barricate udc/plr ecc ecc menano il torrone con l’indotto generato dallo stato. Sono dei delinquenti e quelli che li votano sono ignoranti o ricchi

May 4 4 sett fa su tio
Risposta a Simulator
È giusto che sono i dipendenti pubblici a pagare perché lavorano per i politici

Tipp-ex 4 sett fa su tio
Onestamente nel privato non ho visto tagli del salario, ma sostituzioni sistematiche di personale con personale sottopagato. In Svizzera sembra che solo il Cantone Ticino non riconosca il carovita, che di fatto è un taglio per tutta la vita lavorativa e oltre a questo mancato riconoscimento si aggiunge un ulteriore taglio chiamato "contributo di solidarietà"...contributo imposto!, senza poi pensare alla cassa pensioni, che dal 2012,ad oggi, se passa il modello senza accorgimenti, ha tagliato del 35% le pensioni,..Ci sono spazi di manovra nella gestione cantonale? Sicuramente, ma trovo irrispettoso per le persone che queste manovre siano sempre e solo tagli sul personale...se non ci credete andate a rivedere tutte le misure di risparmio chi le ha subite...ma si sa, per molti sono solo privilegiati che rubano il salario....poi però non hanno diritto a nessun sussidio e le tasse le devono pagare (come giusto che sia) senza poter nascondere nulla (salari pubblicati) e questi privilegiati ritornano allo stato parecchi soldini in tasse cantonali e comunali....

May 4 4 sett fa su tio
Risposta a Tipp-ex
Se è da 10 anni che tagliano e funziona, possono continuare a tagliare tanto queste proteste non servono a niente ahaha

Bubo 4 sett fa su tio
Risposta a May 4
Purtroppo quanto dice ha un fondo di verità vista questa polita poco lungimirante. Ma i nodi prima o poi vengono al pettine; è sufficiente guardare alla fuga dei nostri giovani cervelli...

Tipp-ex 4 sett fa su tio
Risposta a May 4
Mi dispiace che la pensi così, penso tu voglia gettarla in caciara...visto i post precedenti..., Sono contento per te che sei quasi orgoglioso di essere in assistenza, come dici sotto e che SE torno a lavorare vado nel privato e me ne frego dei dipendenti cantonali...la dice lunga di come ragioni, Mi dispiace solo che la tua rivalsa sia solo vedere rovinati gli altri così da dire. "non solo io". Triste veramente. Ma contento tu....

Gino 4 sett fa su tio
Risposta a May 4
Sai che ridere, finiremo come in certi paesi confinanti dove i dipendenti pubblici sono demotivati e indovina chi ci rimette alla fine?

May 4 4 sett fa su tio
Risposta a Gino
andate in assistenza come me e non avete problemi, preferisco stare in assistenza che lavorare per il cantone

PanDan 4 sett fa su tio
cmq andate a difendere anche il privato con queste rivendicazioni e non pensare solo ed unicamente al... mangiato noi mangiato tutti!!

May 4 4 sett fa su tio
Risposta a PanDan
appunto, anche i privati non hanno avuto il rincaro e forse tagli piu alti del 2%

Bubo 4 sett fa su tio
Il Cantone Ticino è l'unico Cantone in Svizzera a non riconoscere il rincaro ai propri dipendenti. Mantenere il potere d'acquisto è il minimo se non vogliamo diventare un periferia della Lombardia e poterci ancora definire Svizzera come la destra rivendica a gran voce ma poi favorisce la guerra tra poveri nell'interesse di pochi privilegiati.

May 4 4 sett fa su tio
Risposta a Bubo
non c'è stato rincaro perché i dipendenti pubblici del ticino guadagnano più di quelli degli altri cantoni

Bubo 4 sett fa su tio
Risposta a May 4
ahah ma non è affatto vero! Lo stesso consigliere di Stato Gobbi ha ammesso di fronte al Gran Consiglio la difficoltà a reperire funzionari qualificati per il proprio dipartimento.

Tipp-ex 4 sett fa su tio
Risposta a May 4
Palese che vuoi metterla in caciara....triste ad avere concittadini così.

Aigor99 4 sett fa su tio
Risposta a Bubo
Beh qualificato e lavorare insieme o per il Gobbi, ci penserei su anche io un bel po’…

Gus 4 sett fa su tio
Parlamentari che entrano dalla porta secondaria. Diteci il nome di questi "conigli".

John Wayne 4 sett fa su tio
Ghisletta e compagni di merenda (ovviamente offerta visto il braccino corto), perché non tutelano i disoccupati ticinesi, licenziando i loro dipendenti frontalieri?

curiuus 4 sett fa su tio
Risposta a John Wayne
Se licenziano i loro dipendenti frontalieri non ne restano più abbastanza neppure per mangiare una pizza in compagnia.... 🤣🤣🤣

Tirasass 4 sett fa su tio
Risposta a John Wayne
Sai distinguere i vari temi in gioco? Pare di no. E in fondo anche a te piace trovare il colpevole facile. Responsabilità della politica invece?

Gloriaukraina 4 sett fa su tio
Risposta a John Wayne
Se ghisletta licenzia i sui frontalieri probabilmente una decina di posti si liberano. Se imprenditori Udicini e leghisti o imprenditori sostenitori di questi partiti licienziassero i loro frontalieri, i posti liberi sarebbe migliaia. Scommetto che sei uno di quelli che vota lega o UDC convinto veramente che sono contro i frontalieri...

PanDan 4 sett fa su tio
Risposta a John Wayne
ottima la prima!!!

Koblet69 4 sett fa su tio
Risposta a Gloriaukraina
Una decina di posti tra i frontalieri rossi Ghisletta? Cominciate a fare la conta dei presenti oggi li in piazza Foca...

Gloriaukraina 4 sett fa su tio
Risposta a Koblet69
Nei puoi contare quanti ne vuoi, resta il fatto che quelli che sfruttano in nettissima maggioranza il frontalierato sono quelli dell'altra parte politica, sui numeri non c'è confronto. Datori di lavoro attivi politicamente o finanziatori dei partiti dei prima I nostri e frontiere chiuse...che per tenere buono l'elettorato dicono una cosa è dall'altra parte fanno l'opposto. Per taluni è dura da accettare, ma è la triste realtà

Niki 4 sett fa su tio
Complimentoni May 4... ne servono di persone come te in Svizzera...

May 4 4 sett fa su tio
Per me possono anche dimezzare gli stipendi dei dipendenti cantonali tanto prendo l'assistenza e prima o poi mi raggiungeranno tutti. Se dovessi ricominciare a lavorare vado nel privato e quindi non mi interessa dei dipendenti cantonali.

AleCrisp 4 sett fa su tio
Risposta a May 4
tu si che hai capito tutto

Tirasass 4 sett fa su tio
Risposta a May 4
Mi chiedo perché ti esprimi...

Facocerorosso 4 sett fa su tio
Risposta a May 4
E' un attimo che dopo i dipendenti tagliano anche sul resto, assistenza compresa, quindi occhio a 'sdoganare' facilmente i tagli.

Gino 4 sett fa su tio
Risposta a May 4
ok, certo, abbiamo capito
NOTIZIE PIÙ LETTE