Cerca e trova immobili

CHIASSORichiedenti l'asilo: la petizione raccoglie oltre 1400 firme

11.09.23 - 11:15
Le segnature saranno spedite al Governo ticinese e alla Consigliera federale Baume-Schneider. Soddisfatto l'ex sindaco di Chiasso Colombo.
Moreno Colombo
Richiedenti l'asilo: la petizione raccoglie oltre 1400 firme
Le segnature saranno spedite al Governo ticinese e alla Consigliera federale Baume-Schneider. Soddisfatto l'ex sindaco di Chiasso Colombo.

CHIASSO - Ha raccolto 1410 firme la petizione, destinata al Consiglio federale e al Consiglio di Stato, avente come argomento centrale «la gestione del flusso migratorio». Soddisfatto l'ex sindaco di Chiasso Moreno Colombo, promotore dell'iniziativa: «Verranno inviate oggi alla Consigliera federale Baume-Schneider e al Consiglio di Stato ticinese. Ringrazio di cuore tutte le persone che hanno sottoscritto la petizione e attendiamo fiduciosi le pronte risposte».

La petizione

«Negli ultimi mesi a Chiasso e dintorni - si legge nel testo - la gestione della presenza dei migranti per le forze dell’ordine e non solo, è divenuta complicata: infatti l’autorità federale aveva assicurato alle autorità comunali che al massimo ci sarebbero state 350 persone richiedenti l’asilo. Siamo arrivati a superare le 600 unità. Non è quello che è stato concordato nei patti e questo crea delle difficoltà».

Secondo l’ex sindaco «a Chiasso già in questi mesi le forze dell’ordine dei vari livelli come pure le guardie di confine sono molto sollecitate a intervenire in situazioni incresciose sia nelle piazze che nei parchi giochi. Come indicato anche dalla stessa SEM la situazione peggiorerà tra agosto e novembre 2023».

Ritenuto «che finora è mancata completamente l’organizzazione e la lungimiranza da parte delle autorità federali», la petizione chiede «un incontro immediato con la SEM e la Consigliera federale, il Consiglio di Stato ticinese e i Municipi del Basso Mendrisiotto». E ancora domanda «a livello cantonale, come già attuato in altri Cantoni, l’introduzione di misure intermedie per sanzionare i comportamenti incresciosi nelle piazze e nei parchi giochi e ciò a scopo deterrente».

COMMENTI
 

navy 5 mesi fa su tio
Al netto dell'ottimo risultato di questa iniziativa del Signor Colombo, è ASSOLUTAMENTE folle pensare di avere 1'000 asilanti in una città di 7'000 e più abitanti. L'accoglienza è sicuramente un atto dovuto ma non deve e può sconvolgere certi equilibri. Il rischio è che i cittadini del luogo (sia Chiasso, Sion, Soletta o qualsiasi altra città svizzera) siano loro gli asilanti, gli emarginati della situazione. Questo non può e deve essere accettato. Non è razzismo ma pragmatismo e SOPRATTUTTO buon senso. E' ora che la gestione di questi flussi migratori sia gestita a livello internazionale in modo ponderato e senza che, i paesi di provenienza di questi disperati, facciano terrorismo geopolitico tanto per scaricarsi le LORO di RESPONSABILITÀ.

Ninito 5 mesi fa su tio
Bravo Moreno, ora goditi la pensione e la ….

M70 5 mesi fa su tio
andate anche in tutto il ticino che di gente che ci mette la firma la trovate..forza!

sirio 5 mesi fa su tio
Bravo Moreno! Era ora! Basta tollerare. Ragazzini e giovani richiedenti asilo sanno d’essere intoccabili e se ne approfittano.

nNano 5 mesi fa su tio
Tanti bla bla popolari e poi si fa fatica a raccogliere le firme per una giusta causa!! La vecchietta a Berna non si preoccuperà troppo delle firme raccolte tanto sa che sono tutte bla bla.

Ri-educa 5 mesi fa su tio
Risposta a nNano
Temo abbia ragione, ma se anche noi ci comportiamo così di sicuro non cambierà mai nulla. Assumersi l'impegno di provarci servirà ad avere più firme, se stimoliamo la volontà popolare con l'esempio, magari si riuscirà ad aumentare le firme. Uniti si è più forti.

Honghy 5 mesi fa su tio
Solo 1410 firme ma la gente allora dorme
NOTIZIE PIÙ LETTE