Immobili
Veicoli

LUGANOOrti familiari, tutti assegnati

24.11.22 - 15:03
Concluso il concorso per l'assegnazione dei 142 appezzamenti
Foto TiPress
Orti familiari, tutti assegnati
Concluso il concorso per l'assegnazione dei 142 appezzamenti

LUGANO - Il concorso per l’assegnazione degli orti familiari comunali si è concluso e tutti i 142 appezzamenti di terreno disponibili sono stati aggiudicati.

Il diritto all'uso e al possesso avrà una durata di 10 anni, dal 1 gennaio 2023 al 31 dicembre 2032. Il concorso, aperto lo scorso 13 settembre, si è concluso il 14 ottobre e «ha suscitato un grande interesse - scrive in una nota la Città di Lugano - segno che gli orti urbani rappresentano un valore importante dal punto di vista sociale, ambientale e di riqualifica del territorio».

Tutti gli orti disponibili (142) sono stati assegnati: si tratta di appezzamenti situati a Breganzona, Castagnola, Molino Nuovo, Pregassona e Viganello. In 176 hanno presentato la candidatura, «161 rispondenti ai requisiti».

Ma chi sono i gli assegnatari? «76 orti sono stati assegnati a nuovi beneficiari - si legge nella nota - mentre 66 sono stati riattribuiti a quelli attuali». 

Poiché il numero delle candidature è stato maggiore degli orti disponibili, «è stata allestita una lista di attesa compilata secondo l’ordine di arrivo. La lista - spiegano dal Municipio - sarà aggiornata con eventuali nuove candidature spontanee e sarà valida fino al 31 dicembre 2032, quando verrà pubblicato un nuovo concorso».

Le richieste potranno essere inviate a info@gi-pi.ch o GIpI SA, via G. Carducci 4, CP 1569, 6900 Lugano. «Sulla base della nuova ordinanza può beneficiare di un orto comunale chi è domiciliato a Lugano, intende coltivare un orto a titolo privato e senza fini di lucro, non dispone di un terreno coltivato privato o pubblico e non svolge attività di coltivazione su fondi appartenenti a terzi».

Ogni nucleo familiare ha diritto a un unico appezzamento di terreno e la precedenza viene data a chi beneficia di una rendita AVS o AI. La concessione dura un anno e viene tacitamente rinnovata dalle parti per un ulteriore anno se non viene data disdetta con un preavviso di tre mesi. Il canone annuale è di 120 franchi.

 

 

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE