Immobili
Veicoli
Drone e rover, 100k per strizzare l'occhio alla sostenibilità

TICINODrone e rover, 100k per strizzare l'occhio alla sostenibilità

08.07.22 - 06:30
La tecnologia si occuperà di tutto il lavoro 'sporco', ma ruberà anche il lavoro agli esseri umani?
Tio.ch/Davide Giordano
Drone e rover, 100k per strizzare l'occhio alla sostenibilità
La tecnologia si occuperà di tutto il lavoro 'sporco', ma ruberà anche il lavoro agli esseri umani?

PEDRINATE - «Un'agricoltura ecologica, non biologica». Questo in sostanza il concetto dietro al progetto Sky53 che promuove una tecnologia che, applicata alla coltivazione dei vigneti, permette di semplificare tutta una serie di procedure quotidiane come il trattamento dei parassiti. Un viticoltore si è prestato a un test.

Uberto Valsangiacomo, titolare di due aziende vitivinicole, ha aperto le sue porte a un operatore tecnico e a un agronomo di Sky53. I due, Stefano Calvi e Stefano Fiorillo, hanno presentato al viticoltore due "giocattoli", un drone e un rover.

Le due macchine sono in grado di mappare la zona in cui vengono utilizzate e a individuare, se non prevenire, tutta una serie di fenomeni che possono accadere in un vigneto. In particolare, applicando il concetto di un'agricoltura più ecologica che biologica, sono programmate per poter utilizzare sostanze vive che riescono a combattere tutta una serie di parassiti e funghi. I loro sensori sono in grado di individuare quale pianta ha una determinata patologia e possono quindi andarla a trattare in maniera specifica.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO