Immobili
Veicoli

CANTONEL'occhio del radar scruta sei distretti

25.03.22 - 17:11
La prossima settimana i controlli mobili risparmieranno solo la Vallemaggia e la Valle di Blenio.
Ti-Press
L'occhio del radar scruta sei distretti
La prossima settimana i controlli mobili risparmieranno solo la Vallemaggia e la Valle di Blenio.
La polizia cantonale non ha annunciato controlli semi-stazionari.

BELLINZONA - Come ogni venerdì la Polizia cantonale e le polizie comunali comunicano dove, «in ottica di prevenzione della circolazione stradale», saranno effettuati i controlli della velocità mobili e semi-stazionari dal 28 marzo al 3 aprile.

La prossima settimana i radar mobili saranno piazzati in sei degli otto distretti ticinesi. Non vi saranno controlli solo in Vallemaggia e in Valle di Blenio. Particolarmente tartassato sarà il Luganese dove in totale saranno ben 18 le località che finiranno sotto osservazione. (vedi box).

Qui di seguito la lista di tutte le località interessate:

Distretto di Bellinzona
Lumino
Gnosca
Cadenazzo
Monte Carasso
Sementina
Arbedo
Bellinzona
Claro

Distretto di Leventina
Pollegio

Distretto di Riviera
Cresciano
Iragna
Biasca

Distretto di Locarno
Pontebrolla
Losone
Minusio
Cugnasco
Riazzino

Distretto di Lugano
Gentilino
Grancia
Paradiso
Ponte Tresa
Monteggio
Muzzano
Vaglio
Astano
Centro
Cassarate
Molino Nuovo
Besso
Breganzona
Bioggio
Agno
Gravesano
Rivera
Novaggio

Distretto di Mendrisio
Vacallo
Capolago
Ligornetto
Rancate
Chiasso
Mendrisio
Coldrerio

La Polizia Cantonale ricorda pure che «la velocità elevata permane una delle maggiori cause d'incidenti con esiti gravi e a volte pure letali», e rinnova l’invito ai conducenti «di rispettare i limiti a tutela della propria incolumità e di quella degli altri utenti della strada».

Le forze dell'ordine poi specificano che da questa lista sono esclusi i rilevamenti con le vetture civetta e i controlli con pistola laser, che «devono essere utilizzati esclusivamente per contrastare infrazioni gravi alla Legge federale sulla circolazione stradale». Inoltre, la misura non si applica ai controlli mobili sulla rete autostradale come da parere negativo espresso dall’Ufficio federale delle strade (USTRA).

La Polizia Cantonale conclude evidenziando «di avere la facoltà di svolgere, straordinariamente, dei controlli non annunciati allo scopo di reprimere infrazioni gravi e garantire la sicurezza degli utenti della strada». I controlli preannunciati, infine, possono non aver luogo a causa di esigenze di servizio o problemi tecnici.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO