Immobili
Veicoli

LUGANOL'idea di un “villaggio Alzheimer” nel Luganese

25.03.21 - 17:35
Lo propongono in una mozione Giovanni Albertini e Sara Beretta Piccoli. L'idea è di Luigi Moro
Deposit - foto d'archivio
L'idea di un “villaggio Alzheimer” nel Luganese
Lo propongono in una mozione Giovanni Albertini e Sara Beretta Piccoli. L'idea è di Luigi Moro

LUGANO - Ogni anno in Svizzera si contano 30'910 nuovi casi di demenza, vale a dire uno nuovo ogni 17 minuti. Nel 67% dei casi si tratta di donne. Più di 7'500 persone, circa il 5%, si ammalano prima dei 65 anni. Si presume che entro il 2050 315'400 persone saranno affette da demenza. È quanto emerge da un nuovo studio di Alzheimer Europe. Che ha fatto nascere un'idea di progetto di Luigi Moro (Movimento Ticino&Lavoro), presentata al Municipio di Lugano con una mozione da Giovanni Albertini e Sara Beretta Piccoli (indipendente).

Un’indagine di valutazione dei Centri Diurni Terapeutici in Ticino (“fabbisogno e tendenze”) condotto nel 2007 stimava un numero di persone malate di Alzheimer tra i 5'100 e 5’800, tra le quali viventi a domicilio tra 4’000 e 4'600 (.ca l’80%). Ecco perché pensare alla creazione di un “villaggio Alzheimer”. Un'iniziativa che trae ispirazione da due esperienze simili, in Canada e nei Paesi Bassi.

«Gli ospiti della struttura, pur sempre diagnosticati, condurranno una vita quanto più possibile normale. Il villaggio, sarà completamente recintato e sorvegliato ma al suo interno, i pazienti, potranno muoversi liberamente (per i casi più gravi, eventualmente con un braccialetto al posto per poter essere rintracciati). L’accesso alla struttura è previsto liberamente non solo per volontari, parenti, nipoti, ecc. Saranno incoraggiate le attività ricreative». 

I mozionanti parlano di una struttura «di pubblica utilità non finanziata da privati ma dal Comune di Lugano ed eventualmente dal Cantone». 

Al Municipio viene pertanto domandato di individuare un terreno, istituire un bando di concorso pubblico di progettazione, sottoporre l’esito del concorso pubblico di progettazione (completo di studio costi/benefici della struttura a medio-lungo termine) al Cantone (per la richiesta dei finanziamenti) e al Consiglio Comunale (per autorizzare le spese di investimento), istituire un bando di concorso pubblico per i lavori e procedere con la costruzione.

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO