tipress
CANTONE
07.01.2021 - 20:080

Lo spettro della scuola a distanza

La Conferenza cantonale dei genitori è «molto preoccupata» all'idea di un ritorno allo home-learning

Lo "spettro" della scuola a distanza preoccupa le famiglie ticinesi. La Conferenza cantonale dei genitori ha lanciato oggi un appello al governo, affinché garantisca la presenza degli alunni in classe nei prossimi mesi. 

Dopo l'esperienza del 2020, si legge in una nota odierna, occorre «un cambio di paradigma istituzionale» per «evitare ulteriori chiusure» nel corso dell'inverno. La Conferenza e gli enti co-firmatari - Pro Juventute, Pro Familia, Atfmr, Atgabbes, Atfa - sottolineano come la possibilità di un ritorno allo home-learning sia «fonte di grande preoccupazione» e questo a causa di «limiti evidenti» e dei «bisogni speciali di fanciulli e famiglie». 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-20 07:18:45 | 91.208.130.86