Immobili
Veicoli

MENDRISIOAddio all'Atenaeo del vino

21.12.20 - 12:00
A fine anno la chiusura dello storico locale, da oltre vent'anni punto di riferimento per la cultura gastronomica.
tripadvisor
Addio all'Atenaeo del vino
A fine anno la chiusura dello storico locale, da oltre vent'anni punto di riferimento per la cultura gastronomica.
A far chiudere non è il difficile contesto legato alla pandemia, ma la scelta dei ristoratori di prendere strade diverse.

MENDRISIO - Su Tripadvisor aveva conquistato persino il distintivo "Traveller's Choice", venendo posto tra i tre migliori ristoranti di Mendrisio. E le recensioni confermavano il suo successo. Insomma, nulla avrebbe fatto pensare a un'imminente chiusura. Eppure, con la fine del 2020, dopo oltre vent'anni di attività nel cuore del Magnifico Borgo, il ristorante Atenaeo del vino chiude i battenti.

Un pezzo di storia che se ne va verrebbe da dire. Ciò è confermato dalle parole dell'avvocato Alessandro Guglielmetti che, tramite la Fondazione Maletti, ha collaborato in questi anni con il gastronomo Mirko Rainer, i fratelli Patricio e Piermaria Calderari e tutto lo staff. «Me ne dispiaccio, avremmo voluto proseguire con questa collaborazione, ma il contratto con i ristoratori aveva una durata determinata e non è stato rinnovato - spiega Guglielmetti -. Da parte nostra avremmo voluto proseguire questa avventura, ma dall'altra parte si è preferito operare scelte diverse».

La Fondazione, dal canto suo, rimarca la volontà espressa di proseguire il viaggio: «Siamo interessati al fatto che ci sia un locale pubblico, ma le discussioni per il rinnovo non hanno portato a nulla. Peccato».

La chiusura, va detto, non ha nulla a che vedere con la crisi dettata dall'annata difficile: «È stato certamente un anno complicato, ma non è il Covid che ha fatto chiudere il ristorante, una presenza importante segnata da molti successi e momenti felici che resteranno nella memoria di chi, in questi anni, ha fatto tappa in questo magico luogo per condividere momenti privati o di lavoro. Ringrazio comunque tutto lo staff per aver saputo deliziarci con una ristorazione sempre di alta qualità, che ha reso lo storico locale un punto di riferimento per la cultura gastronomica e per l’accoglienza Momò e non solo».

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO