tipress
LUGANO
06.12.2020 - 10:360

Mizar, niente polo di ricerca

Nella struttura sorgerà una scuola media. Il progetto "migra" a Bellinzona

LUGANO - Niente polo di ricerca bio-medica nello stabile Mizar di Lugano. Sul progetto, lanciato due anni fa dalla Città assieme all'Usi e al Cardiocentro, da tempo circolavano voci scoraggianti. Oggi sull'idea cala definitivamente il sipario: un polo si farà sì, ma alle Officine di Bellinzona.

Ad annunciarlo, sulle colonne del Caffè, è stato il sindaco di Lugano Marco Borradori. All'interno dello stabile luganese sorgerà una scuola media. «È positivo che uno stabile vuoto torni a rivivere» ha dichiarato il sindaco. «Per noi è sempre stato chiaro che a lungo termine la ricerca biomedica sarebbe stata concentrata nel comparto delle attuali Officine Ffs» ha comunque precisato. 

A crederci un po' di più era stata, forse, la fondazione promotrice Lugano Medtech. Ma «creare un centro di competenze senza il riconoscimento federale e senza fondi pubblici non avrebbe avuto senso» ha commentato il presidente, il municipale Michele Foletti. La decisione della Fondazione Agire e del Cantone di puntare su Bellinzona era stata mandata giù a denti stretti, fin da subito, dai promotori luganesi. Alla fine, al posto dei ricercatori arriveranno gli studenti: meglio che niente.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-24 14:24:47 | 91.208.130.89