tipress
La Procura di Lugano.
LUGANO
11.07.2020 - 22:410

I docenti "silenziosi" finiscono in Procura

«Sapevano delle violenze, ma non hanno denunciato». La Pp Marisa Alfier vuole vederci chiaro

LUGANO - Ha fatto discutere il caso delle violenze domestiche commesse da un padre siriano nei confronti dei due figli e della moglie. Dopo il processo, conclusosi venerdì, dalle fila della politica sono stati invocati provvedimenti contro «chi sapeva ma ha taciuto». Alcuni docenti ed operatori sociali - è emerso in aula - avrebbero omesso di denunciare i fatti, pur essendone a conoscenza. 

Un aspetto su cui ora la Procura vuole vedere chiaro. La Pp Marisa Alfier - ha riferito la Rsi - ha infatti deciso di ascoltare come "persone informate" i docenti e gli operatori interessati. L'obiettivo è verificare se ci sia stata qualsivoglia negligenza. E capire come mai, pur sapendo delle violenze subìte dai ragazzi, hanno evitato di segnalarle all'autorità. 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-14 21:06:13 | 91.208.130.89