Immobili
Veicoli

AIROLO«Quel mostro ci rovinerà, i tralicci vanno interrati»

10.07.20 - 06:00
A Nante, in Leventina, un bosco rischia di essere distrutto da un progetto elettrico. Scoppia la rivolta.
Lettore Tio/20Minuti
AIROLO
10.07.20 - 06:00
«Quel mostro ci rovinerà, i tralicci vanno interrati»
A Nante, in Leventina, un bosco rischia di essere distrutto da un progetto elettrico. Scoppia la rivolta.
Il colosso dell’elettricità Swissgrid intende piazzare una linea ad alta potenza lunga 23 chilometri. Nasce un’associazione per salvare un “luogo sacro”.

NANTE - Un manipolo di leventinesi sfida il colosso dell’elettricità. A Nante sembra esserci un bosco da salvare a tutti i costi dal progetto che vedrà Swissgrid piazzare una linea potente tra Lavorgo e Airolo. Di recente è stata addirittura costituita un’associazione, chiamata “Basta tralicci tra le nostre montagne”, per contrastare i lavori. Tra chi guida la “rivolta”, Germana Ponti, abitante del posto e segretaria dell’associazione. «Per noi questo bosco è fondamentale – sostiene –. Ci vanno le famiglie, gli anziani, i giovani, i turisti. Vogliamo che venga salvato».

Un progetto da 82 milioni di franchi – Negli scorsi mesi Swissgrid aveva esplicitato l’intenzione di sostituire e potenziare la tratta elettrica dell’Alta Leventina. I vecchi impianti delle sottostazioni, con una tensione da 220 kV, verrebbero spostati sulla sponda destra del fiume Ticino, per poi essere sostituiti da una linea da 380 kV, ben più potente dunque. Un progetto piuttosto imponente, basti pensare che la linea sarà lunga 23 chilometri e che il costo complessivo dovrebbe aggirarsi attorno agli 82 milioni di franchi.

A suon di opposizioni – L’idea di Swissgrid, che ha inoltrato la normale domanda di costruzione, sarebbe quella di iniziare i lavori entro il 2023. È tuttavia ipotizzabile che i “ribelli di Nante”, a questo punto, riescano, a suon di opposizioni, perlomeno a fare posticipare il termine. «Non vogliamo opporci completamente al progetto. Anche perché non ne abbiamo i mezzi. Chiediamo solo che non venga fatto uno scempio del nostro bosco».

Danni da limitare – L’associazione conta al momento una cinquantina di membri residenti a Nante e dintorni. Ponti entra nello specifico. «Si è deciso che la linea dovrà passare di qui. Ci sta bene. Ma allora si trovi la soluzione per interrare i cavi. Niente pali dell’alta tensione. Perché deturperebbero completamente il paesaggio e renderebbero impraticabile il bosco. I piloni raggiungono altezze di 80 metri, senza pensare ai blocchi di cemento alla base. Sarebbe mostruoso. Chiediamo che i danni siano limitati al minimo».

Parla il sindaco – La domanda di costruzione è appesa all’albo del Comune di Airolo. Il sindaco Franco Pedrini è piuttosto contrariato. «Questa gente costituisce un’associazione e prende contatto coi media senza averci mai coinvolti. A noi la linea di Swissgrid serve a poco. È un’esigenza di Swissgrid per fornire energia alla galleria di Alptransit. Sono stati trovati dei compromessi. Ci piace l’idea che la nuova tratta non invada più i paesi, ma venga spostata sull’altro lato del fiume. Gli oppositori vorrebbero che la linea fosse interrata? Non è così facile. Se riescono a ottenere questo risultato a noi fa solo piacere. Ma sarà difficilissimo».

COMMENTI
 
miba 1 anno fa su tio
Mah....sempre articoli lacunosi e poco chiari... Sembra esserci un bosco da salvare viene scritto... Ma in sostanza qual'è l'impatto EFFETTIVO sul territorio?? Un bosco raso al suolo oppure qualche albero tagliato? Gli articoli pubblicati in questo modo portano solo a discussioni inutili e sembrano più a gossip che non l'esporre una situazione REALE ed OGGETTIVA che sono convinto, interesserebbe a tutti i ticinesi :)
red_monster 1 anno fa su tio
Ma non rompete tanto. Se non fosse stato per gente come loro saremmo ancora all'età della pietra! Tutti moralisti e naturalisti. Emigrate sulla luna
sedelin 1 anno fa su tio
la gente come loro ha ancora un briciolo di senno e di rispetto.
red_monster 1 anno fa su tio
Wow tio che cancella anche i commenti ahahah abbiamo capito da che parte di partito stanno. Spegni allora i tuoi dispositivi elettronici dato che li ricarchi con la forza della mente
Tato50 1 anno fa su tio
Solo dal Nick è una garanzia -;))
red_monster 1 anno fa su tio
Tato da te non me l'aspettavo. Guarda se ti miseri a giudicare una persona unicamente dal suo nick allora siam messi proprio male
Tato50 1 anno fa su tio
Ho collegato il tuo Nick al titolo che parla di "mostro" ; tutto qui perché il tuo ragionamento va bene quando non ti tocca direttamente. Fossi stato un abitante di Nante forse ti saresti espresso in modo diverso. Di cavi da mettere sotto terra ce ne sarebbero a iosa, cominciando dalla pianura; vedi a nord di Lodrino ........
GI 1 anno fa su tio
vien da chiedersi se quando installato al CERN di Ginevra non possa essere "ri-copiato" anche sul resto del territorio....(=utilizzo di cavi superconduttivi.....) a beneficio non solo degli occhi....
Tato50 1 anno fa su tio
Collegato sino alla montagna del Gran Sasso , negli Abruzzi!
sedelin 1 anno fa su tio
mi unisco alla sfida contro swissgrid
curzio 1 anno fa su tio
Bravo! E, concretamente, cosa fai?
sedelin 1 anno fa su tio
sottoscrivo e, se richiesto, faccio donazione, tiè!
curzio 1 anno fa su tio
Vorrei fare una donazione anche io. Mi potresti dire dove hai fatto il versamento?
red_monster 1 anno fa su tio
Piuttosto fai donazione ai bambini che rimangono orfani e non ad un bosco inutile
red_monster 1 anno fa su tio
Ma voi siete pazzi. Non ci state più nel cervello
curzio 1 anno fa su tio
"...A noi la linea di Swissgrid serve a poco..." Hahaha... bravo sindaco! Come pensi che arriva la corrente nella presa di casa tua?
sedelin 1 anno fa su tio
adesso sono forse senza elettricità?
curzio 1 anno fa su tio
Se hanno l'elettricità a Nante è anche grazie ad un cavo che attraversa dei comuni ai quali quel cavo serve poco.
andytt 1 anno fa su tio
volete la corrente ? a prezzi economici ? ma no interriamo 23 km di cavo tanto cosa vuoi che costi... ma poi per interrare il cavo non bisogna scavare e quindi togliere gli alberi ? se poi c'é un guasto ? a cadro per colpa di un'antenna lo hanno imparato a loro spese ... i cellulari non vanno... ma dai ... se vi danno fastidio metteteci deli alberi davanti cosi non li vedete.
F/A-18 1 anno fa su tio
Ritorniamo a far luce con le candele?
red_monster 1 anno fa su tio
Infatti ma al giorno d'oggi è moda reclamare e essere contro tutto
Nmemo 1 anno fa su tio
Le “pale” sul passo del S.Gottardo vanno bene?
Nmemo 1 anno fa su tio
E le "pale" sul passo del Gottardo vanno bene?
Heinz 1 anno fa su tio
Direi brutte, un pugno nell'occhio.
Tato50 1 anno fa su tio
Fanno schifo. Ma i soldi non hanno odore per un certo Comune che prima non ti permetteva nemmeno di cogliere un fiore ;-((
sedelin 1 anno fa su tio
cosa c'entra con questo articolo?
Tato50 1 anno fa su tio
Perché tra i mastodonti del Gottardo e i piloni dell'alta tensione "lè propi un bèl vedee " !
Evry 1 anno fa su tio
Ma a questi verdi come Angurie - non va proprio bene niente !! vogliono tutte le comodità, anche quelle di starnazzare in piazza contro le regole del rispetto e non fanno altro che criticare senza metter niente al sole. auguro cmq tanta salute e consapevolezza nel contesto generale
The Osage 1 anno fa su tio
Scusa ma dove c'è scritto che sono i Verdi a fare ricorso. C'è scritto che una cinquantina di abitanti di Nante e dintorni. Se tu sai che votano tutti per i Verdi, questo all'ora è un'altra cosa. Ma probabilmente ti sei perso che la sensibilità ecologica è aumentata anche in partiti che di Verde fino a poco fa non avevano nulla.
pontsort 1 anno fa su tio
Sempre a tirare in ballo i verdi quando non c'entrano niente...
red_monster 1 anno fa su tio
Sono principalmente verdi e perlomeno di sinistra le altre dato che conosco la maggior parte di queste persone
The Osage 1 anno fa su tio
Riformulo la domanda anche a te, conosci le 50 persone e sai che votano tutti per i Verdi?
red_monster 1 anno fa su tio
Se hai letto la mia risposta puoi risponderti anche da solo
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO