Archivio TiPress
CANTONE
20.04.2020 - 21:070

In crisi anche il settore automobilistico ticinese, aprile da incubo

Le immatricolazioni delle auto sono calate ad aprile dell'85%

BELLINZONA - Il coronavirus sta avendo un duro impatto anche su un settore di cui si parla poco: il mercato dell'auto.

Il settore si trova in piena crisi, anche nel nostro Cantone. La conferma arriva da Roberto Bonfanti, Presidente dell'Unione Professionale Svizzera dell'Automobile (UPSA) sezione Ticino, che si è espresso sulla vicenda in un'intervista rilasciata a Radio Ticino.

«Il settore sta subendo un forte colpo, le immatricolazioni sono scese notevolmente a Marzo, nel periodo di aprile ci stiamo attestando ad un calo dell'85%, e anche per maggio non vedo nulla di positivo, quindi tre mesi veramente molto negativi» ha spiegato Bonfanti.

Per ciò che riguarda le prospettive future, «è difficile per il momento avere una visione chiara di quello che sarà il mercato nei prossimi mesi. Bisognerà capire come saranno le restrizioni e di conseguenza anche come sarà l’approccio del cliente verso la vendita e il cambio della vettura», ha continuato il Presidente della sezione ticinese, «se da un lato potrebbe esserci un certo entusiasmo, una certa euforia che porta al cambiamento dell’auto e quindi a recuperare un po’ i mesi persi, d'altra parte la situazione congiunturale potrebbe disincentivare il cliente alla sostituzione del veicolo».

Inoltre, «è chiaro anche che abbiamo sicuramente un problema di approvvigionamento per quanto riguarda le auto» ha aggiunto Bonfanti, «anche le fabbriche si sono fermate, e quindi anche le catene di produzione sono rimaste inattive. Alcune stanno riprendendo ma anche in questo senso avremo dei termini di consegna più lunghi».

Nel frattempo, in Germania, l'industria automobilistica tedesca ha chiesto sostegno allo Stato un aiuto per attenuare il calo della domanda dovuto alla pandemia. Lo ha riferito l'agenzia Dpa, a cui il responsabile del marchio Volkswagen Raalf Brandstaetter ha detto che «la produzione dell'industria automobilistica può riprendersi solo se la vendita dei veicoli è garantita». 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
francox 5 mesi fa su tio
Auto per andare dove?
seo56 5 mesi fa su tio
Abbassate i prezzi di un buon 40% e vedrete che il mercato ripartira
Dioneus 5 mesi fa su tio
Magari iniziate a rivedere i prezzi, che per uno sputo sulla carrozzeria (di plastica) volano centoni
albertolupo 5 mesi fa su tio
Magari brutto a dirsi, ma i compratori potrebbero spuntare buoni prezzi.
ciapp 5 mesi fa su tio
@albertolupo esatto hai perfettamente ragione
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-28 18:51:03 | 91.208.130.89