Tipress
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
2 ore
Laboratori anche in prima e seconda media
La novità sarà introdotta a partire da settembre. Manuele Bertoli: «La scuola che verrà non c'entra nulla»
CANTONE
3 ore
«La tassa di collegamento non sarà retroattiva»
L’annuncio del Governo che attende comunque di conoscere le motivazioni della sentenza
LOCARNO
3 ore
È morto Gianfranco Cotti
L'ex consigliere nazionale del PPD si è spento a Locarno all'età di 90 anni
FOTO
CANTONE
3 ore
Facciamo le scarpe al coronavirus
All'asta un modello unico di Adidas Stan Smith “Angels”. L'intero ricavato andrà alla Catena della Solidarietà
CANTONE / SVIZZERA
3 ore
«Divieto di fare la spesa per gli over 65? Manca la base giuridica»
La misura messa in campo in Ticino sarebbe fuorilegge.
CANTONE
4 ore
«La responsabilità salva vite umane, non molliamo»
Dei 132 decessi nel cantone, 43 sono morti in casa anziani.
CANTONE
4 ore
Se #stareacasa è un pericolo, cerca aiuto
Il 117 resta il numero principale per un intervento immediato. Non abbiate paura a telefonare
CANTONE
4 ore
Il virus bloccherà la tassa?
Stangata sui posteggi. Il PPD chiede al governo di "congelarla" con una mozione.
CANTONE
5 ore
Sospesi i lavori alla Galleria del Ceneri
Dopo la foto dell'MpS, la decisione di Alptransit vista la situazione "straordinaria"
CANTONE
5 ore
Tre settimane senza ristoranti: «Siamo stravolti»
Il presidente di GastroTicino Massimo Suter si sfoga, e chiede un nuovo intervento alla politica
MENDRISIO
5 ore
Ladro espulso per vent'anni
La sentenza al termine del dibattimento tenutosi oggi a porte chiuse
CANTONE
6 ore
Il "Ghiro" vuole fare la spesa
L'over 65 Giorgio Ghiringhelli minaccia ricorso al Tram, contro il divieto agli anziani di entrare nei supermercati
CANTONE / BERNA
7 ore
L'amministrazione delle dogane può chiudere altri valichi
Le nuove disposizioni entreranno in vigore domani. Chi infrange le restrizioni rischia una multa
CANTONE
7 ore
Coronavirus: come prendersi cura di sé e degli altri durante la pandemia
Da oggi attive una Hotline e una mail specificamente dedicate al sostegno della popolazione
CANTONE / GERMANIA
7 ore
CD neonazisti, assistenza giudiziaria alla Germania
Il materiale era stato inviato da un uomo nel canton Zurigo. Le tracce contenevano incitamento all'odio razziale
CANTONE
7 ore
Sull'aeroporto non si vota, tutto rimandato
«La decisione del Governo è dettata dallo stato di emergenza legato alla diffusione del coronavirus nel nostro cantone»
CANTONE
8 ore
«Annullate questa tragica tassa»
Per i democentristi «non è concepibile che i cittadini debbano sobbarcarsi ora questa nuova tassa»
BELLINZONA
16.01.2020 - 08:080
Aggiornamento : 09:48

Alla “posta” non potrete più giocare al Lotto o all’Euromillions

Divorzio tra Gigante Giallo e Swisslos. La conferma arriva dal portavoce Marco Scossa: «Vogliamo concentrarci su altri prodotti. E c’era anche un problema di redditività». 

BELLINZONA – Non potrete più entrare in un ufficio postale e giocare al Lotto. E nemmeno all’Euromillions o a Sporttip. Dopo anni di collaborazione, il Gigante Giallo ha deciso di mettere alla porta i servizi di Swisslos. Una svolta piuttosto drastica, constatata da decine di utenti. «Effettivamente – conferma il portavoce Marco Scossa – gli articoli di Swisslos non sono più disponibili da inizio 2020, in tutta la Svizzera». 

Cartoleria e telefonia – Ma cosa ha portato La Posta a prendere questa decisione? Scossa fa il punto della situazione. «L’assortimento di prodotti terzi in vendita nelle filiali postali è costantemente oggetto di verifica. La nostra strategia attuale predilige la vendita di articoli legati all’ambito postale e al mondo della comunicazione. Oggetti di cartoleria e telefonia in particolare». 

Un tempo, le critiche per i cioccolatini – Scossa parla di un nuovo orientamento. «Vi ricordate le critiche che abbiamo ricevuto quando in passato vendevamo i cioccolatini? Ecco, ora siamo andati ancora oltre nel nostro processo di cambiamento. I prodotti di Swisslos, così come i cioccolatini, si possono trovare in altri negozi, spesso nelle vicinanze degli uffici postali».    

C’è anche un problema di soldi – Voci di corridoio sussurrano che non è tutto. E infatti il portavoce non si nasconde. «Nel rivedere e adattare l’assortimento, anche la redditività di ogni singolo articolo è naturalmente un fattore che viene preso in considerazione». 

Una collaborazione non più conveniente – Tradotto: alla Posta, finanziariamente, non conveniva più portare avanti la collaborazione con Swisslos. «Sarà in ogni caso possibile ancora durante tutto il mese di gennaio incassare le vincite dei biglietti Millionenlos venduti a dicembre». 

Voglia di certezze – Il lato economico dunque ha avuto un certo peso in questa scelta. «Gli articoli affini al settore postale sono in grado di offrire margini adeguati alla copertura dei costi. Nelle filiali di nuova concezione, inaugurate negli ultimi anni, gli articoli di Swisslos già non figuravano più in vendita». 

La voce di Swisslos – Willy Mesmer, portavoce di Swisslos, commenta così il divorzio tra la sua azienda e la Posta. «Ci dispiace molto. Ci sono state tante discussioni. La Posta, però, ha preso questa decisione e noi la accettiamo».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Ileana Solca 2 mesi fa su fb
Ci sono già le edicole ch e vendono queste cose!🤗
Angelo Lugano 2 mesi fa su fb
Ma la posta la da mia via i pacc
Sedin Durek 2 mesi fa su fb
E dove sono le poste
Rolf Banz 2 mesi fa su fb
Poi anche ora ma adesso venderanno Kebab
Mario Guglielmoni 2 mesi fa su fb
È giusto. Già i telefonini non dovrebbero esserci.
Igor Petralli 2 mesi fa su fb
Tutto per i soldini eh... brava posta.
Tato50 2 mesi fa su tio
Per forza; hanno chiuso quasi tutti gli sportelli e collocato "gli uffici" in negozi e altro. Ad Arbedo lo hanno messo alla Coop e già la cassiera sbuffa se devi mandare via un pacco; figuriamoci se ha la fila alla cassa e deve pure giocare le schedine. E i gratta e vinci ? Quelli te li gratti a casa e probabilmente li tengono ;-(( Posta fai la Posta e non l'edicola !!!!
Andy Baum 2 mesi fa su fb
Giusto Che guadagnino gli edicolanti e i bar non i colossi che muovono miliardi e che chiudono sedi in valle..
Amina Domeniconi 2 mesi fa su fb
Proprio bravi. Prima avete aggiunto dei servizi togliendoli ad altri ed ora che vi siete accorti che non rendono gli togliete. E' così che si fanno morire piccoli imprenditori.
4cerchi 2 mesi fa su tio
Il circo. La posta. Dovrebbero dire quanti che lavorano alla posta si sono suicidato. Il circo
gigipippa 2 mesi fa su tio
Ognuno ha il proprio mestiere.
navy 2 mesi fa su tio
Era ora! I pochi edicolanti rimasti possono avere qualche speranza in più.
Pepperos 2 mesi fa su tio
@navy U biglietto genera il 5% di guadagno lordo. La quantità ,che genera guadagno.
jena 2 mesi fa su tio
@Pepperos il 5% puo' far felice comunque una piccola edicola, tanto chi dirige il gigante giallo continua la suo opera di autodistruzione di un servizio pubblico...
Pepperos 2 mesi fa su tio
@jena Assolutamente Concordo pienamente. Lo detto perche ho un collega che vede questi prodotti
Tarok 2 mesi fa su tio
perfetto i francobolli vado a prenderli dal macellaio.
Pepperos 2 mesi fa su tio
@Tarok Bella! Personalmente un angolo adibito verdura km.0 Coltivato dalle mani sagge dei collaboratori postali.
jena 2 mesi fa su tio
meglio per le poche piccole edicole di quartiere rimaste in TI
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-04-01 20:32:40 | 91.208.130.86